Utente 474XXX
Salve, scrivo per conto di una donna 86enne, di circa 55kg con problemi di pressione arteriosa alta. La cura per questi problemi prevede l'assunzione di Karvezide 300mg/12,5mg (mezza compressa) al mattino, Tripliam 5mg/1,25mg/5mg (1 compressa) la sera, e Fluss 40mg + 25 mg (1 compressa la mattina e mezza la sera). La domanda che vorrei porgere è se è clinicamente corretto determinare giornalmente la necessità dell'assunzione dei suddetti farmaci mediante la misurazione della pressione o se è necessario assumerli a prescindere dalle condizioni della pressione, nel determinato momento nel quale viene misurata. Grazie

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
la terapia che lei descrive è semplicemnte folle.
ci sono ben quattro tipidi diuretici: idroclorotiazide, indapmamide, furosemid e triamterene...in piu c e un sartano ed un ACE inibitore, e stiamo parlando di una donna di 86 anni !

non oso sapere i valori di azotemia e creatininemia della paziente. Spero solo che beva almeno due litri di acqua al di, per sopravvivere ad una terapia cosi allucinante

arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 474XXX

Salve Dr. Cecchini, io ero preoccupato per la modalità di assunzione saltuaria e irregolare di certi farmaci ma ora mi preoccupo molto di più per quel che mi ha detto. Effettivamente confermo che il medico di famiglia, spesso prescrive farmaci come fossero caramelle, in aggiunta a quelli che ho indicato sopra. A volte ho l'impressione che abbia sbagliato mestiere perché prepare dei cocktail per flebo davvero inquietanti. Certo non avevo dubitato prima d'ora della sua competenza nel non prescrivere assieme farmaci che potessero rendersi dannosi, ma ora mi sorge qualche dubbio. Grazie

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Le sottolineo che e' una terapia folle , metta la Signora in mano ad un altro medico

Arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza