Utente 476XXX
Buongiorno sono Aurelia ed ho 46 anni. Da un po' d'anni mi è stata diagnosticata una ipertensione arteriosa, controllata con Atenol100(1/4 cp/die). Ho effettuato un esame ecocardiografico ed il referto è il seguente : "ventricolo sx di normali dimensioni interne. Normocontrattile(F. E. 60%).Pareti di spessore ai limiti alti della norma. Atrio sx lievemente dilatato. Sezioni destre normali. Lieve archi g LMA. Insufficienza mitralica lieve-media. Minimo rigurgito tricuspidalico. Doppler mitralico:disfunzione diastolica 1° grado".
Non mi è stato prescritto alcun farmaco, né mi è stato consigliato cosa fare . Gradirei sapere se è il caso di farmi seguire da un cardiologo privatamente o se è sufficiente continuare con i day service per un controllo periodico del problema. RingraziandoVi anticipatamente per l'attenzione postami, porgo i miei più cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Nopn vedo perche' lei debba essere seguita privatamente e non in una struttura pubblica.
La sua insufficienza mitralica va semplicemente seguita nel tempo.
Il primo controllo tra 6 mesi e poi ogni anno per valutare la evoluzion edella sua insufficienza mitralica.
Il dosaggio di atenololo che lei riporta e' un dosaggio...pediatrico, considerando anche il suo peso; inoltre l'atenololo agisce per circa 12 ore e pertanto e' possibile che la sua pressione arteriosa non sia controllata alla perfezione durante l'arco della giornata.
Le ricordo che i valori pressori raccomandati sono 120/70 mmHg.

Lei ha gia' una iniziale ipertrofia del ventricolo sinistro ed una dilatazione atriale sinistra ed e' pertanto consigliabile che lei assuma, oltre al beta bloccante, anche un ACE inibitore, al fine di evitare o rallentare l'evoluzione di una insufficienza mitralica.

-l' astensione dall'uso del sale negli alimenti
-una riduzione del suo peso corporteo
-una adeguata idratazione 8almeno 1,5-2 litri di acqua al di
-una attivita' fisica costante (camminare almeno 1 ora al giorno quotidianamente)

la aiuteranno nel raggiungere valori pressori accettabili.

Arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza