Utente 474XXX
Buonasera gentili dottori,
Vi scrivo per chiedervi un consulto riguardante mia madre che ha 61 anni ed è ipertesa. Lei è in cura per l'ipertensione già da circa 10 anni, prima con il betabloccante atenolo clortalidone (2,5 mg al giorno), da qualche giorno il nostro medico di base le ha cambiato pastiglia e adesso assume zofenopril 30 mg.
Ora, la sua pressione oscilla sempre mediamente tra i 130/155 di massima e i 70/85 di minima. La tiene giornalmente sotto controllo. Il problema è che ultimamente lamenta praticamente quasi tutti i giorni un fortissimo mal di testa unilaterale concentrato sul lato sinistro. Il dolore a detta sua è pulsante e sente forte pesantezza, come se ci fosse un macigno sopra la testa. Il mal di testa arriva più o meno sempre allo stesso orario, soprattutto quando finisce di lavorare (svolge un lavoro che la sottopone a sforzi fisici notevoli) o dopo pasti ma talvolta è presente già di prima mattina. Quando arriva il dolore assume una bustina di okitask, prova sollievo per circa un'ora e successivamente il dolore ricompare. Questa sera ha provato a misurare la pressione durante una di queste crisi e i valori erano 159 la massima e 85 la minima. Ci può essere una correlazione tra pressione alta e questo mal di testa sul lato sinistro? È normale che nonostante assuma quotidianamente la pastiglia per l'ipertensione i suoi valori siano così alti di sera? Preciso che mia madre sta seguendo un'alimentazione leggera, non fuma, non beve e Altri sintomi non ne ha. Solo questo forte mal di testa.

Vi ringrazio in anticipo e resto in attesa di un vostro gentile riscontro

Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
non penso che i valori pressori di sua madre siano l origine di una cefalea cosi importante come lei descrive.
Sua madre ha eseguito una TC cerebrale?
In caso contrario sarebbe consigliabile

arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 474XXX

Buongiorno dottore,
La ringrazio per la pronta risposta, la tac non l'ha ancora eseguita quindi provvederemo. Per quanto riguarda la pressione è normale che i valori siano sempre così alti nonostante prenda la pastiglia? Questa mattina di minima aveva 91. Che differenza c'è tra l'atenolo clortalidone e lo zofenopril che le ha prescritto adesso il nostro dottore da 30 mg? Insieme a questa nuova pastiglia le è stata affiancata anche Atorvastatina Teva 20 mg per il colesterolo. A dicembre ha fatto gli esami del sangue, i trigliceridi erano a 160 e il medico ha ritenuto opportuno abbinare anche questa pastiglia. Possono portare effetti collaterali abbinate?

Grazie

Cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
arenololo e zofenopril sono molecole estremamente diverse e mi pare che i valori pressori non siano bene controllati dalla terapia attuale.
Non rimandi la TC encefalo perche una cefalea cosi intensa non è certo sctaenata da quei modesti rialzi oressori

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente 474XXX

Grazie dottore,
Quindi consiglia di tornare alla vecchia pastiglia di atenolo graduatamente o di cambiare completamente terapia? Invece per quanto riguarda la atorvastatina per i trigliceridi si potrebbe togliere in futuro?

Grazie

Cordiali saluti

[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
innanzitutto non posso certo prescriverle una terapia per via telematica...oltre che vietato dal sito sarebbe molto sciocco.
posso darle,dei consigli....
per esempio che la atorvastatina NON serve a niente per i trigliceridi, agendo solo sul colesterolo

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza