Utente 473XXX
Salve

Premetto che soffro di ansia, a volte va meglio a volte peggio, ma le fissazioni ipocondriache sono sempre abbastanza presenti.

Detto ciò, se a lavoro o durante la giornata mi agito, mi aumenta il battito cardiaco e, di conseguenza per l'agitazione del momento, anche la pressione (come ho scoperto misurandola in un momento di attacco d'ansia).

Quello che vorrei sapere è se questo è pericoloso per le arterie etc a lungo andare. Ho fatto una visita cardiologica lo scorso anno, tutto normale (ecg ecocardio ed ecocolordoppler, solo battiti accelerati perché ero in ansia...). Ma questa paura che il rialzo di battiti e pressione se mi agito possa essere pericoloso mi spaventa sempre. Più di un dottore (il cardiologo e la mia dottoressa) mi hanno detto che tutti ci agitiamo anche ogni giorno, che queste oscillazioni sia pressorie che di battiti sono fisiologiche e normali... E non pericolose... Che se fosse così nessuno dovrebbe agitarsi etc e nemmeno salire le scale perché salgono i battiti e la pressione come in tutti gli sforzi fisici
Di base se tranquilla e rilassata la mia pressione è buona-bassa, circa 115 o 120 la massima e 65 o 70 la minima...
Io ho sempre il terrore che mi scoppi qualcosa in testa o che il mio cuore ceda quando va troppo veloce o se sono in ansia.

Per questo vi chiedo : ho ragione di preoccuparmi o devo stare tranquilla e non pensarci?

Grazie

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
No non deve preoccuparsi.
Deve preioccuparsi di farsi curare bene da uno specialista, perche', a 23 anni, lei ha il diritto di vivere una vita felice.
Che al momento, a causa dell'ansia che la divora, non puo' avere

arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Dr. Mariano Rillo

48% attività
12% attualità
20% socialità
TARANTO (TA)
SAN GIORGIO DEL SANNIO (BN)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
L'ansia non fa bene nè alla sua mente, nè al suo corpo e a lungo andare può anche creare delle somatizzazioni )problemi organici secondari ad ansia patologica). lei ha bisogno di uno psicoterapeuta che saprà aiutarla a mitigare l'ansia e così a prevenire i danni che negli anni può creare (anche sul cuore).
Saluti cordiali
Dr. Mariano Rillo
Specialista in Cardiologia con Perf. in Aritmologia
Clinica e Elettrofisiologia Interventistica

[#3] dopo  
Utente 473XXX

Mi farò sicuramente aiutare dottori, grazie.

Ne approfitto per un'altra domanda: per esempio chi fa tanto sport quindi ha battiti accelerati in quei momenti e rialzi pressori per lo sforzo, rischia anch'esso questi problemi, a lungo andare? I miei battiti se sono agitata magari arrivano a 110,115, raramente 120 o più, a chi fa sport aumentano anche di più... È quindi sconsigliato uno sport "cardio" troppo intenso?

Quindi come consiglia a me di farmi curare per prevenire danni nel tempo consiglierebbe a chi si allena (troppo) intensamente di rivedere gli allenamenti?

Lo chiedo perché conosco gente anche adulta, sui 50, che fa cardio i cui battiti si alzano nettamente durante gli allenamenti magari di bici anche in salita...

Grazie.

[#4] dopo  
Utente 473XXX

Comunque se di base la mia pressione se sono tranquilla è normale-bassa e anche i battiti è tanto pericoloso se capita che questi aumentino momentaneamente per l'agitazione? Anche se poi mi calmo e tornano normali?

Grazie di nuovo

[#5] dopo  
Utente 473XXX

A 23 anni dottori so che non è normale pensare alla pressione ma vorrei solo sapere se sono considerata ipertesa o in pericolo per questi episodi... Grazie scusate l'insistenza