Utente 439XXX
Salve, ritorno qui con lo stesso problema di extrasistoli molto frequenti. Le ho ormai tutti i giorni r sono diventate un ossessione per me. Inoltre da 1 ogni paio di minuti sembrano essere aumentate anche a più di una al minuto(sentendo il polso) soprattutto quando sono in posizione eretta e anche dopo uno sforzo di leggera entità. Un paio di giorni fa dopo aver rilevato questo aumento sono entrato nel panico e ho passato una giornata e più nel panico a sentire il polso e a sentirne una ogni mezzo minuto o più. Quel giorno ero tachicardico ho fatto due ecg da disteso con bpm 90 ma dal tracciato non è emerso nulla. Ora continuo ad averle frequenti(se vado a misurarmi il polso) e soprattutto dopo un piccolo sforzo(con il cuore che non arriva si e no a100 bpm) sembra che appena mi fermo e inizio ad ascoltarmi arrivino a raffica, piu di una in un minuto a una frequenza sempre inferiore a 100. Possibile che la mente sia diventata ossessionata da questa cosa e me ne faccia sentire cosi tante appena faccio quel tipo di "sforzo"? Inoltre possono essere cosi numerose solo quando sto alzato mentre tipo disteso si riducono drasticamente? Se come più volte detto nonostante la cira farmacologica con ansiolitici e paroxetina è possibile che continuo a "farmele venire"?
Visto che non è la prima volta che scrivo evito di rimettere gli esami che feci l'anno scorso(eco ecg da sforzo che erano normali)
Grazie mille in anticipo per la vostra pazienza

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Caro signore,
lei ha una ansia reattiva alla sua extrasistolia, peraltro comunissima e innocua, che a sua volta aumentando il tono adrenergico le procura altre extrasistoli.
E' un cane che si morde la coda.
L'ECG di base non è sufficiente nel suo caso a tranquillizzarla quanto lo sarebbe un Holter ECG/24 h che le dimostrerebbe come è la percezione delle extrasistoli che le scatena ansia e aumenta l'attenzione a tutti i sintomi che una persona serena ignora.
Le consiglio vivamente l' Holter ECG: potrebbe esserle di grande aiuto.
Ovviamente se l'ansia dovesse poi non passare il compito di curarla non sarà del cardiologo ma dello specialista ad hoc.
Nel frattempo aspettiamo il suo Holter.
Buona domenica.
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 439XXX

Grazie mille dottore per la risposta,
Volevo chiederle questo può succedere nonostante i farmaci che già assumo con regolarità per la mia ansia?
Grazie ancora e buona Domenica

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Certamente.
Dia retta faccia l'Holter.
Le gioverà molto.
Saluti.
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#4] dopo  
Utente 439XXX

Dottore grazie mille per l'intervento e mi scuso in anticipo per lo sfogo ma soprattutto per la mia "follia". Oggi è uno di quei giorni completamente No. Dopo essere stato relativamente tranquillo fino alle 6 e mezza, mi metto sul letto e inizio ad auscultare con l'idea "magari mi sono passate".(questo anche in seguito al dopo pranzo all'una quando poggiatomi sul letto ne avevo rilevate diverse mentre nei giorni precedenti erano più rare). Cmq mi metto disteso col fonendoscopio anche stavolta ed è un incubo. Me ne trovo tantissime quando fino a quel momento avevo avuto la convinzione che sul letto si calmassero(o comunque calassero di numero) invece oggi ogni 10+20-30 secondi un incubo. La cosa assurda e che sono stato ad auscultare per quasi mezz'ora. Io non riesco più a fare questa vita alla ricerca del problema come se non volessi affrontare la vita. Sono in cura oltre coi terapia farmacologica anche con percorso psicologico ma siamo arrivati al punto in cui dovrei distogliere il pensiero da queste cose e fare/pensare ad altro, ma è un passo che non riesco a fare.
Può essere questa mia ansia/ossessione a farmi apparire/aumentare esponenzialmebte le extrasistoli anche se mi sembra di essere in uno stato relativamente tranquillo?
Inoltre..ho una paura matta di fare l'holter, ne feci già uno ormai un 6 anni fa e uscirono si e no 300 extrasstoli. Ho paura che siano aumentate o comunque ho la solita paura di avere qualcosa.
Lo so è stato tanto uno sfogo ma mi rendo conto da solo che non sto vivendo.
Le auguro una buona serata e confido nella sua pazienza per avere se possibile una risposta.

[#5] dopo  
Utente 439XXX

Salve dottori, mi riaggancio a quanto scritto sopra. Farò l'holter anche se ho una paura matta che venga condizionato, perchè se è vero che il mio stato ansioso già al solo pensiero di misurarmi possa farle aumentare esponenzialmente, dobrei trovarne tantissime nell'holter. In qiesti giorni mi ero convinto che stando seduto e auscultandomi foasero calate ma niente, continuo ad arrampicarmi sugli specchi di false convinzioni senza riuscire a rendermi conto che il mio stato ansioso sta prendendo il sopravvento (anche quando sembra stia più calmo).
Le ribadisco la domanda e mi scuso in anticipo per il disturbo che vi arreco, ma Può essere questa mia ansia/ossessione a farmi apparire/aumentare esponenzialmente le extrasistoli anche se mi sembra di essere in uno stato relativamente tranquillo(già al solo pensiero di andare a misurarmi in pratica?)?
Grazie confido nella vostra immensa pazienza per trattare con questi (spero solo) ipocondriaci

[#6] dopo  
Utente 439XXX

Rispondo ancora qui dopo un po' di tempo. Ho effettuato l'Holter come da lei suggeritomi e il referto è:

Derivazioni monitorate cm5, cm1, avF
L'esame ha mostrato costante ritmo sinusale con conduzione A-V nei limiti.
Frequenza cardiaca minima registrata 44 bpm, massima 161 bpm.
isolata extrasistole sopraventricolare alle ore 7:52
Frequenti extra. ventricolari (599 nelle 24 ore), isolate e monomorde con aspetto a tipo BBDx.

Non pause patologiche.

Non modifiche del tratto ST-T rispetto al basale.

Alla luce di quando emerso posso stare tranquillo? quando mi ausculto, misuro il polso ogni volta ne sento tantissime, eppure all'holter ne ha rilevate fortunatamente solo 600. Sono veramente derivanti dalla mia testa/ in un certo senso me le faccio venire?

Il giorno che ho tenuto l'holter a parte qualche piccolo frangente non mi sono rilevato il polso nè auscultato. Il periodo è sicuramente ansiogeno.

La ringrazio in anticipo e spero che una sua eventuale risposta possa infene tranquillizarmi anche solo un pochino.