Utente 264XXX
Buongiorno,vi ringrazio anticipatamente per il servizio offerto.
Sono un ragazzo di 29 anni ho sempre fatto sport in modo molto intenso senza mai nessun problema,visite sportive sempre con risultati negativi. Ho iniziato a soffrire si extrasistoli all’incirca a 22/23 anni quando cambiando sport dal calcio al rugby ho avuto un aumento di peso. Fin qua tutto ok non mi hanno condizionato la vita sono per lo più sporadiche e a periodi,nel 2017 sono stato sottoposto a una ablazione cardiaca con risultato positivo a causa di una tachicardia che fin da piccolo durante alcuni esercizi fisici tipo salti scatti improvvisi e che passava con la manovra di valsava.queste tachicardie erano veramente sporadiche circa 1/2/3 l’anno. Negli anni precedenti alla ablazione causa vari infortuni e operazioni quale artoscopia ho diminuito il mio livello di allenamento rimanendo comunque una persona devota alla attività fisica.ora arrivo al dunque: Durante alcuni esercizi fisici quali estensioni sopra la testa o comunque io essendo idraulico lavori di braccia intensi a volte ma con una incidenza abbastanza elevata in rapporto agli allenamenti ho dei dolori acuti,intermittenti che si irradiano come coltellate tra il cuore e lo sterno fino a farsi sentire tra le scapole e che poi svaniscono nel arco di una 15 di secondi anche senza nessuna manovra particolare..cosa può essere?negli ultimi
Due mesi ho fatto holter,ecocardiografia,elettrocardiogramma da sforzo e non , tutto negativo se non un bulbo aortico leggermente dilatato ma nelle norma (42) vista anche la mia corporatura.
Vi ringrazio buona giornata

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Il tipo di dolori e la loro durata escludono un'origine cardiaca .
Si tranquillizzi

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza