Utente 460XXX
Salve. Sono una ragazza di vent'anni, non fumatrice, non bevo alcolici, peso 51 kg per 1,60. Agli inizi di novembre sentivo spesso il cuore battere forte e non riuscivo a respirare bene, motivo per cui, essendo fuori sede e senza medico, sono andata in pronto soccorso in cui mi sono stati fatti molti esami che hanno mostrato uno stato anemico (emoglobina 7,9 , ferritina 2). Ho abbandonato subito la dieta vegetariana, ho iniziato a prendere yaz per ridurre il ciclo abbondantissimo dopo visita ginecologica ed ho cominciato a prendere ferrograd e folina. Sono stata bene fino al 5 dicembre. Stessi sintomi, pronto soccorso. Di nuovo mi vengono fatti molti esami, tra cui ecg (risultato: tachicardia sinusale e soffio), ega che non mostra nulla e infine rx al torace che trovano un piccolo addensamento polmonare residuo di polmonite, risolto poi con zitromax. Da una settimana circa, dopo due mesi più o meno tranquilli, ho iniziato ad avvertire una strana sensazione al lato sinistro, una sorta di vibrazione che non so spiegare, e sia ieri che oggi dopo aver fatto uno sforzo minimo, una camminata di un km. a passo veloce e di circa 100 m stamattina, ho iniziato ad avvertire il cuore andare fortissimo, ho avvertito nausea, spossatezza e tuttora non mi sento bene. Cosa può essere? Negli ultimi mesi sono uscita pochissimo di casa per via degli esami dell'università, può essere il poco allenamento? O il ferro di nuovo basso? O la pillola ananticoncezionale? Sottolineo che io sono ansiosa ultimamente, diciamo dal ricovero di novembre, e sto lavorando sulla mia ansia.

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo

48% attività
12% attualità
20% socialità
TARANTO (TA)
SAN GIORGIO DEL SANNIO (BN)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Guardi, da quanto riporta non c'e' nulla di imputabile al cuore. L'ansia e l'anemia giustificano i suoi sintomi.
Saluti
Dr. Mariano Rillo
Specialista in Cardiologia con Perf. in Aritmologia
Clinica e Elettrofisiologia Interventistica

[#2] dopo  
Utente 460XXX

La ringrazio.