Utente 487XXX
Buongiorno,
a seguito di leggera ma persistente sensazione di pressione alla testa, impressione di vista leggermente meno nitida e un po' di preoccupazione/ansia generale mi sono recato dal mio medico curante che mi ha prescritto in primis esami del sangue completi (inclusa tiroide), esame urine e holter pressorio. Quest'ultimo perché da un paio di rilevazioni fatte da lei in studio (ad un paio di minuti di distanza l'una dall'altra) risultava una pressione di circa 145/85. Confesso che in quel frangente ero agitato e dopo le letture ancora di più. Sono un soggetto particolarmente ansioso e ipocondriaco. Esami del sangue e urine perfetti, mi sono quindi convinto che il problema fosse la pressione. Ammetto di essermi lasciato prendere la mano e nel giro di qualche giorno ho auto misurato la pressione davvero svariate volte nell'arco delle singole giornate.
3 giorni fa ho eseguito holter delle 24 ore con i seguenti risultati:

GIORNO
pressione sistolica: min. 91 / media 125 / max. 149
pressione diastolica: min. 56 /media 81 / max. 97
differenziale: min. 30 / medio 43 / max. 61
frequenza cardiaca: min. 63 / media 76 / max. 142

Rilevazioni nel periodo valide: 62
Percentuale di rilevazioni sistoliche oltre 135: 14%
Percentuale di rilevazioni diastoliche oltre 85: 41%

NOTTE
pressione sistolica: min. 86 / media 106 / max. 120
pressione diastolica: min. 52 / media 62 / max. 74
differenziale: min. 32 / medio 43 / max. 56
frequenze cardiaca: min. 56 /media 62 / max. 74

Numero di rilevazioni nel periodo valide: 15
Percentuale di rilevazioni sistoliche oltre 120: 0%
Percentuale di rilevazioni diastoliche oltre 70: 20%

GENERALE
pressione sistolica: min. 86 / media 121 / max. 149
pressione distolica: min. 52 / media 78 / max. 97
differenziale: min. 30 / medio 43 / max. 61
frequenza cardiaca: min. 56 / media 73 / max 142

Numero di rilevazioni nel periodo valide: 77
Percentuale di rilevazioni sistoliche oltre 130: 31%
Percentuale di rilevazioni diastoliche oltre 80: 50%

CONCLUSIONI
- normali valori di pressione sisto-diastolica media
- normale calo pressorio notturno diastolico (dipper)
- elevato carico pressorio diastolico
- normale variabilità sisto-diastolica
- normali valori di pressione differenziale media
- normali valori di frequenza cardiaca media

Il giorno della misurazione ero abbastanza in ansia e cercavo di fermarmi e rilassarmi ad ogni misurazione, ma ovviamente il pensiero era sempre lì. Anche la notte non ho dormito bene e dalle 3 sono rimasto in dormiveglia fino alla sveglia definitiva, sempre con una leggera sensazione d'ansia dovuta alle misurazioni notturne.
Alla luce di quanto sopra chiedo un vostro parere, ciò che mi preoccupa sono i valori della pressione diastolica, con numerose rilevazioni giornaliere vicino ai 90/95. Premetto che non fumo e non bevo, fino ad un paio di mesi fa ho praticato per circa 4 mesi un po' di jogging 2/3 volte alla settimana ma ero inattivo da qualche anno.
Grazie mille per la pazienza e buon lavoro.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Lei ha dei valori pressori non perfetti, ed e' un po ' in sovrappeso.
Direi che la cosa migliore che lei possa fare per cominciare sia quella di camminare un'ora al giorno a passo sostenuto, di eliminare il sale aggiuinto nei cibi e di bere circa 2 litri di acqua al di.

Dopo un paio di settimane di queste pratiche il suo medico valutera' la opportunita o meno di una terapia farmacologica.

Arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 487XXX

Grazie Dottore,
lei quindi esclude che il mio stato ansioso, a volte molto persistente, possa aver influito sul risultato?

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Puo' darsi, ma al suo cuore non interessa perche' lei abbia la pressione minima alta, nel senso che qualunque ne sia la causa lui fatica a pompare circa 120.000 volte al giorno.

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente 487XXX

Grazie mille per il suo parere. Sottoporrò i risultati al mio medico curante e seguirò le indicazioni di entrambi.