Utente 229XXX
Salve,
ho 43 anni, diabetico dall'età di 3 (insulinodipendente con buon compenso, glicata intorno a 5.5) e iperteso da ormai 20 anni.
Non fumo, sono astemio, sono alto 180cm per 70kg e pratico sport regolarmente, purtroppo causa diabete (e anche fattori ereditari) ho sempre sofferto di ipertensione di grado moderato, negli ultimi anni ho assunto GIANT 40/10 con buoni risultati ma da un paio di mesi a questa parte la pressione è salita a valori medi (misurati giornalmente) di 150/160 la massima e 85/90 la minima. Ho fatto elettrocardiogramma (anche sotto sforzo) con esito positivo (ho anche idoneità sportiva agonistica) oltre alla visita cardiologica. Invece sono vecchi di alcuni anni altri esami come ecodoppler (arti superiori e inferiori) che non evidenziavano patologie significative.
Dovrei ovviamente fare nuova visita cardiologica per modificare la terapia (credo che dovrei associare un nuovo farmaco, quale potrebbe essere?) ma nel frattempo c'è qualche accorgimento che posso mettere in pratica (ad es potrei incrementare l'assunzione di giant a 1 capsula e mezza al giorno)? A vostro avviso l'ecocacardiogramma può essere utile nel mio caso?
Grazie

Luca

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Un paziente giovane come lei , con diabete di tipo 1 deve essere ben controlalto dal punto di vista pressorio e vascolare.
Per cio' che riguarda i valori pressori sono indicati un ACE inibitore ed un calcio antagonista.
L' olmesartan contemuto nel Giant non e' certo dei piu' efficaci. Gli ACE iinibitori sono raccomandati nel suo caso perche' proteggono il rene dai danni del diabete, ed un calcio antagonista associato aumenta anche la perfusione renale.
Va periodicamente controllata l'azotemia e la creatininemia, oltre che gli eletrtoliti.
Un ecocolordoppler dei vasi cerebro afferenti andrebbe programmato annualmente per valutare lo stato delle arterie, cosi come un ecocolordoppler cardiaco fornisce molte informazioni sul suo cuore.

Arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza