Utente 473XXX
Buongiorno ho 36 anni
soffro di ipertensione da dicembre sono in cura
con amplodipina 5 e ramipril 2,5
visto che la pressione iniziava ad essere bassa il medico
mi ha provato a togliere l'amplodipina
ma dopo qualche giorno si è rialzata e
l'apparecchio della pressione iniziava a segnalarmi aritmie
cosi ho reintrodotto l'amplodipina e
fatto un ecg di controllo che evidenzia:

ritmo sinusale con marcata aritmia sinusale
possibile ingrandimento biatriale.

Volevo sapere se riportando a valori normali la pressione
questi valori dell'ecg possono ritornare normali...
prima della terapia a dicembre avevo un ingrandimento biatriale
forse dovuto ad ipertensione,
poi sparito ma l'aritmia sinusale non c'era ancora.

sono forse i farmaci che mi crano aritmie?
la terapia è corretta?
io i farmaci li assumo insieme al mattino a colazione.
grazie

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo

48% attività
12% attualità
20% socialità
TARANTO (TA)
SAN GIORGIO DEL SANNIO (BN)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Aritmia sinusale è un termine che spesso viene utilizzato per riferirsi all'aritmia respiratoria, che è fisiologica...
Diverso è il discorso della dilatazione biatriale...Su questo occorre a mio giudizio soffermarsi in maniera più approfondita, perché se al di là dell'ipertensioni non ci sono altre cause che la giustifichino (ad esempio valvulopatie), allora occorre escludere che lei possa avere degli episodi di fibrillazione atriale parossistica non documentati perché spesso asintomatici, che possono essere causa o conseguenza della dilatazione atriale che riporta. In questi casi suggerisco di cercare l'aritmia FA e di non aspettare che sia lei a venire da noi (è una metafora per far comprendere che l'aritmia diviene cronica nel tempo e quindi la diagnosi viene spesso posta tardivamente)....questo lo si può fare seguendo delle strategie come imparare a misure le pulsazioni al polso (tecnica del take your pulse), misurando la PA con apparecchi validati scientificamente per il riconoscimento della Fibrillazione atriale e utilizzando dei pocket ECG che possono fare a domicilio e con estrema semplicità l'ECG nel momento in cui il misuratore di PA evidenzia la FA.
Cordialmente
Dr. Mariano Rillo
Specialista in Cardiologia con Perf. in Aritmologia
Clinica e Elettrofisiologia Interventistica

[#2] dopo  
Utente 473XXX

La ringrazio dottore, mi è venuta un po d'ansia a leggere la sua risposta. a Dicembre l'ecocardiografia diceva che era tutto normale valvole etc ...
consiglierebbe un holter pressorio?
io ho un apparecchio che mi segnala le aritmie ma esce solo il simbolo generico e da dopo che ho sospeso l'amplodipina ogni tanto appariva per questo il mio medico mi ha fatto fare l'ecg.

mi scusi quali sono le possibili terapie della FA?

grazie

[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo

48% attività
12% attualità
20% socialità
TARANTO (TA)
SAN GIORGIO DEL SANNIO (BN)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Si fa prima diagnosi e poi si parla di terapia.....
Per l'apparecchiatura deve essere scientificamente validata altrimenti non è attendibile...chieda in farmacia.
Saluti
Dr. Mariano Rillo
Specialista in Cardiologia con Perf. in Aritmologia
Clinica e Elettrofisiologia Interventistica