Utente 487XXX
Buonasera,

Scrivo per chiedere delle informazioni riguardo la MCI: nel 2015, in seguito ad una visita medica sportiva, mi è stato diagnosticato un blocco di branca sinistro.
In seguito a questa "scoperta", il cardiologo mi fece fare i seguenti esami:
- Test da sforzo;
- Holter cardiaco;
- Ecocardiogramma;
In seguito a questi esami il cardiologo mi prescrisse dei betabloccanti, in quanto la frequenza risultava leggermente alta: i betabloccanti li presi per circa 8 mesi.
Il cardiologo, non riuscendo a definire l'eziologia di questo blocco di branca, mi prescrisse una Tac coronarica con mezzo di contrasto, tramite la quale il cardiologo potè constatare che le coronarie erano apposto; dunque, non riuscendo a rilevare la causa prosegui con un'altra serie di esami come i tre sopra citati e, dopo un'anno e mezzo circa, durante il quale io non ho svolto la mia attività sportiva ( calcistica), in seguito all'ultimo holter, il cardiologo affermò che dovesse trattarsi di una miocardite che aveva "scatenato" questo blocco di branca.
I commenti del cardiologo nell'ultimo Holter erano:
- R.s normovariante;
- Costante presenza di blocco di branca sinistro;
Il dottore mi disse, stando ai risultati, che potevo praticare nuovamente la mia attività sportiva.
Io in seguito a quell'evento mi spaventai e decisi di non continuare con la mia attività sportiva ma di dedicarmi semplicemente ad un attività fisica moderata: cammino circa 3 ore a settimana.
Premesso che non ho mai avuto casi MCI in famiglia e premesso che durante le visite sportive degli anni precedenti questo blocco non si era presentato, volevo sapere se ho un'alta probabilità di andare incontro a questo evento che, oggigiorno, è una delle cause di morte più frequenti ?

In attesa di una vostra cordiale risposta,
vi pongo distinti saluti.

P.S. Questa domanda/ paura, nasce in seguito agli eventi drammatici occorsi in ambito sportivo in questi giorni.

[#1] dopo  
Dr. Chiara Lestuzzi

28% attività
12% attualità
20% socialità
AVIANO (PN)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2012
Da quello che scrive (non specifica i risultati dell'ecocardiogramma, ma immagino non ci fossero anomalie di rilievo) non è a rischio di morte improvvisa.
La MCI è quasi sempre su base aritmica, e lei non ha mai avuto aritmie, anche l' Holter è normale. Quindi stia pure tranquillo!
Dr. Chiara Lestuzzi
Cardiologia, Centro di Riferimento Oncologico (CRO), IRCCS, Aviano (PN)

[#2] dopo  
Utente 487XXX

Buongiorno dottoressa,

Il cardiologo non ha evidenziato nessun tipo di aritmia in seguito a tutti gli accertamenti.
Per quanto riguarda l'ecocardiogramma il cardiologo mi ha riferito che: " non vedo nessun tipo di anomalia e che il cuore batte" bene", è un po' grosso ma questo è normale stando al fatto che lei ( cioè io) è uno sportivo“ ( questo è quanto affermato dal cardiologo ).
Inoltre volevo chiederle se il blocco di branca sinistro è di per sé mortale?

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Un paziente di 20 anni con un blocco di branca sinistra dovrebbe eseguire una risomnanza magnetica cardiaca con contrasto, per escludere una pregressa miocardite.
Un cuore "un po' grosso" non ha un grande significato: puo' per caso fare copia ed incolla del suo referto eco?.

Grazie

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Dr. Chiara Lestuzzi

28% attività
12% attualità
20% socialità
AVIANO (PN)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2012
Allora non c'è problema.
Il blocco di branca sinistra è un'anomalia di conduzione dell'impulso elettrico che (a differenza del blocco di branca destra, abbastanza comune e di solito non legato a cardiopatia) di solito -ma non sempre- è la spia di una malattia sottostante (ischemia, cardiomiopatia...) e quindi è necessario fare una serie di accertamenti.
Una risonanza magnetica cardiaca è l'unico esame che non ha fatto e che (alla sua età) andrebbe fatta.
Però esistono persone che sviluppano un blocco di branca senza altri segni di cardiopatia (io ne ho visti diversi, seguiti per anni senza problemi) e quindi sono considerati sani.
Il blocco di branca di per sè non comporta nessun rischio!
Dr. Chiara Lestuzzi
Cardiologia, Centro di Riferimento Oncologico (CRO), IRCCS, Aviano (PN)

[#5] dopo  
Utente 487XXX

Dottore e Dottoressa,

Di seguito vi riporto l' esito di un ecocardiodoppler eseguito due settimane dopo la " scoperta " di questo bbsx:

VENTRICOLO SINISTRO
LVIDd 53 mm
LVIDs 33 mm
IVSd 12 mm
LVPWd 11 mm
FE 55%

VENTRICOLO DESTRO
TAPSE 25 mm

ATRIO SX
Non dilatato: 38 mm

ATRIO DX
Non dilatato

VALVOLA MITRIALE
Lembi fini e mobili
E/A > 1

VALVOLA AORTICA
Bulbo 33 mm
Valvola tricuspide

VALVOLA TRICUSPIDE
Grad. VD/AD 23 mmHg

CONCLUSIONI:
Ventricolo sn di normali spessori parietali, dimensioni cavitarie, cinesi segmentaria e globala.
Apparati valvolari nella norma. Normali sezioni destre e PAPs. Assenza di versamento pericardico.


Di seguito riporto gli esiti di una visita cardiologica svolta circa 9 mesi dopo l'individuazione del bbsx ( questa dovrebbe riassumere i risultati delle analisi eseguite in tutti i mesi precedenti).

ECO: EF 60 %. Vsn ai limiti. Valvole OK.
Eseguito angio TC coronarica negativa.
Non effettuata RNM cardiaca per intolleranza alla procedura.
Ematologici nella norma.
TP/bisoprololo 1.25
Recente holter R.s Bbsx intermittente.
Al momento eupnonico.
ECO: Vsn ai limiti ( 56 mm) lieve dissincronia SIV EF 60 % Vdx nella norma.
Apparati valvolari nella norma. Atri in limiti.
Pericardio nella norma.
EOR: non stasi polmonare.
ECC: toni ritmici.
Addome OK

Conclusioni:
Attuale compenso in turba di conduzione sx intermittente in verosimile miocardite ora risolta. Sostanziale stabilità rispetto al precedente controllo.

Inoltre volevo sapere se questo blocco di branca sx può essere causato da un eccessivo sforzo fisico: gli anni precedenti, quando non è mai apparso questo bbsx, io non avevo mai praticato attività sportiva intensamente: nei mesi prima ( circa 7 mesi), che mi venisse diagnosticato questo bbsx, ho fatto degli extra allenamenti. Credete che questa mia "negligenza" abbia potuto alterare il sistema elettrico del cuore ?

Concludo ringraziandovi anticipatamente per la vostra disponibilità.

[#6] dopo  
Dr. Chiara Lestuzzi

28% attività
12% attualità
20% socialità
AVIANO (PN)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2012
Non vedo particolari problemi.
Non mi è chiara la causa dell'"intolleranza alla RM": soffre di claustofobia?
La dissincronia di contrazione è legata al blocco di branca 8il ventricolo si attiva in modo dissincrono, che peralktro all'Holter è intermittente (il che depone contro una lesione organica di rilievo).
Secondo me può stare tranquillo. Comunque, se vuole tagliare la testa al toro faccia una visita da un cardiologo specializzato anche in medicina dello sport.
Dr. Chiara Lestuzzi
Cardiologia, Centro di Riferimento Oncologico (CRO), IRCCS, Aviano (PN)

[#7] dopo  
Utente 487XXX

Esattamente dottoressa: sono claustrofobico.
Dunque visto quanto le ho presentato precedentemente sono a rischio di MCI?
( scusi se continuo ad insistere con questa domanda ).
Inoltre volevo chiederle cosa ne pensa riguardo all'ultima domanda della replica precedente?

Cordiali saluti!

[#8] dopo  
Utente 487XXX

Buona sera Dottoressa,

Scusi se disturbo ancora con questa mia curiosità: mi è venuto un dubbio: alla luce di quanto ho riportato sopra, si possono escludere anche patologie congenite edh ereditarie nel mio caso ( non ho casi in famiglia di MCI) ?

Cordialità!

[#9] dopo  
Dr. Chiara Lestuzzi

28% attività
12% attualità
20% socialità
AVIANO (PN)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2012
Patologie congenite o ereditarie non sono emerse dagli esami che ha fatto.
La causa più probabile è in effetti una miocardite (peraltro decorsa in modo asintomatico), che è una malattia acquisita, in genere secondaria a un'infezione virale.
Dr. Chiara Lestuzzi
Cardiologia, Centro di Riferimento Oncologico (CRO), IRCCS, Aviano (PN)

[#10] dopo  
Utente 487XXX

Buongiorno dottoressa,

Anche il cardiologo, ha confermato che la causa è stata una miocardite.
Forse ho dimenticato un dettaglio: alcune settimane dopo che mi è stato diagnosticato questo blocco di branca sinistro, ho eseguito il primo holter e l'ho eseguito mentre avevo l'influenza ( non so se questo sia o meno un dettaglio rilevante).
È possibile che l'influenza derivante dal virus che ha "prodotto" quella miocardite, si manifestasse dopo la comparsa del blocco di branca sinistro?
In ultima istanza, stando agli accertamenti sopra citati, è possibile escludere o meno patologie congenite ed ereditarie del mio cuore?

Concludo ringraziandola per la sua disponibilità Dottoressa e le auguro buona giornata e buon lavoro!

[#11] dopo  
Utente 487XXX

Buongiorno,

Vorrei capire come ultima cosa: stando agli esami, il mio cuore è sano? posso escludere anche le malattie genetiche ( sia congenite che ereditarie ) ?

Chiedo scusa per l'insistenza ( è l'ultima domanda che faccio ).

Grazie per le eventuali risposte e cordiali saluti.

[#12] dopo  
Utente 487XXX

Buongiorno Dottoressa,

Ieri sera in seguito ad un attacco di panico, mi sono recato al pronto soccorso e ho eseguito un ECG, dal quale è emerso: tachicardia sinusale ( che non so cosa voglia dire esattamente) e BBsx ( del quale avevo già parlato in questo consulto ).
Le scrivo per togliermi dei dubbi: visto l'esito dell' ECG e considerando che l'ultimo holter eseguito è stato circa 2 anni fa, posso stare tranquillo? il mio cuore può considerarsi sano ?

(Credo che l'ansia mi stia giocando brutti scherzi e per questo tra pochi giorni andro a discutere con uno psicologo, anche perche la mia qualita di vita ne ha risentito parecchio e credo sia il momento di farmi aiutare da uno specialista).

Concludo ringraziandola per il tempo dedicatomi, le auguro una buona giornata e buon lavoro.

Distinti saluti.

[#13] dopo  
Dr. Chiara Lestuzzi

28% attività
12% attualità
20% socialità
AVIANO (PN)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2012
Tachicardia sinusale significa accelerazione del normale battito cardiaco 8come quando si corre, per esempio, o quando si ha la febbre, o quando si è spaventati).
Perfettamente fisiologico.
Sono d'accordo con la necessità di affrontare il vero problema, cioè l'ansia!
Dr. Chiara Lestuzzi
Cardiologia, Centro di Riferimento Oncologico (CRO), IRCCS, Aviano (PN)