Utente 473XXX
Buongiorno e grazie per il secondo consulto.
Come già accennato già ho chiesto un consulto un mese fa o poco più per delle extrasistoli durante certi eventi, oggi avrei bisogno di un parere riguardo ad una situazione che mi crea fastidio :mi accorgo che nei primi caldi primaverili avverto una leggera tachicardia sinusale perenne, generalmente non controllo quasi mai il polso ma mi accorgo che in primavera è in misura leggermente minore in estate mi sento un po' più affaticato nel parlare o nel camminare, misurando la frequenza ho quasi perennemente 90-100 bm che va a diminuire a 80 bm di sera.
Nelle stagioni fredde ho una frequenza di 80 bm o anche meno, mi chiedo c'è una correlazione tra l inizio delle calde stagioni e un incremento della frequenza cardiaca?
Gli esami cardiologici non rilevano problemi, non sono anemico, fumatore, bevitore di alcolici e gli esami tiroidei non mostrano problemi il tsh e 1,3.grazie in anticipo.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
ei ha dei valori di frequenza perfettsmente normali, non vedo motivo di preoccupazione, come le ho risposto a Gennaio scorso

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 473XXX

Grazie ma mi scusi una domanda, un aumento di caldo può incrementare leggermente la frequenza cardiaca?

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
si, è fisiologico

la saluto
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza