Utente 419XXX
Buongiorno, chiedo cortesemente una consulenza su di un esame holter che mi ha messo molto in ansia. Premetto che ho 55 anni, peso 64 chili e da sempre svolgo attività fisica aerobica, ho eseguito ecocardiogramma perché avvertivo extrasistole e nello scorso agosto la consueta annuale prova da sforzo per attività agonistica. In questo periodo avverto ancora molte extrasistole (sono parecchio ansioso) ed ho effettuato un esame holter di cui riporto l’esito:
DALLE 18,13 alle 18,31 (allenamento corsa) incremento della FC sino a 162 bpm: attività fisica? Al massimo della FC raggiunta si evidenzia sottoslivellamento del tratto ST nelle derivazioni V4-V6 compatibile con ischemia indotta. Si consiglia di ripetere in test ergometrico nella tradizionale modalità diagnostica. TSV 80 (più lungo 214 battiti ore 18,13).
Mi sono messo molto in agitazione per questo termine ‘ischemia’ e per la TSV durante la corsa. Cosa potete dirmi al riguardo? Le prove da sforzo sono sempre state negative e vorrei continuare a fare attività senza paure.
Grazie tante anticipatamente

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
l holter difficilemnte mette in evidenza alterazioni attendibili del tratto ST-T

dato che lei non è proprio giovanissimo le conviene per sicurezza eseguire test da sforzo massimale al cicloergometro o tapis roulant

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 419XXX

Grazie mille dottor Cecchini, provvedo subito a programmarlo, ma per quanto riguarda gli 80 eventi TSV (il più lungo 214 battiti) mi può tranquillizzare o anche quelli sono significativi di qualcosa che non va?
Grazie ancora

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Significa che lei pretende troppo che ha suoerato ben oltre la meta della sua vita.
lei non pretende dalla sua auto piu di cio che pretende dal suo cuore.
Riguardo allae alterazioni come sospette per ischemia, come le ho gia detto l holter con difficolta riesce a documentarle.
Dal momento che pero il cardiologo refertatore giudica tali alterazioni di tipo ischemico, occorre che:
- lei interrompa la sua attivita fisica
- che programmi una prova da sforzo e meglio ancora una scintigrafia da sforzo.

nel frattempo sarebbe una buona idea assumere piccole dosi quotidiane di aspirina

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente 419XXX

Guardi, mi sono talmente agitato oggi che sono riuscito a trovare una struttura che mi ha fatto fare subito un test da sforzo al cicloergometro, e come quello fatto a settembre per l’idoneita agonistica è risultato perfettamente normale. Il cardiologo mi ha detto che nessun sottoslivellamento si è evidenziato è che anzi ho un’ottima resistenza allo sforzo. Devo desumere che, come Lei mi aveva anticipato, si trattava di un ‘falso positivo’...e spero di poter togliermi questi pensieri e fare la mia vita normale.
Grazie

[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
lei ha ripaoto dopo 14minuti dal mio post ed è riuscito in questo frattempo a prendere appuntamento ed esefuire un test da sforzo?
pensa di prendermi in giro?

si faccia consegnare da chi le ha letto l holter gli episodi sotoslivellamento del tratto ST.

è un suo diritto.

la saluto
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#6] dopo  
Utente 419XXX

Scusi ma sono io che chiedo se mi prende in giro! Non mi diverto a chiedere consulti per tranquillizzarmi, parlo con una persona competente per togliermi dubbi...Lei mi ha scritto verso le 13 consigliandomi una prova da sforzo e nel frattempo ho posto un altro quesito in merito alla TSV. Al ricevimento della sua risposta, dopo 6 ore, avevo già contattato la struttura ed eseguito l’esame a pagamento. Quando ho letto la Sua mail Le ho comunicato l’esito della prova già effettuata nel pomeriggio. Non è necessario aggredire le persone, è sufficiente parlare e chiarirsi, evitando malintesi.

[#7] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
non aggredisco nessuno, si figuri ...
mi complimemto per la solerzia e la organizzazione.
detto questo si faccia consegnare dal cardiologo che ha refertato l holter le steisce dell holter con sottolivellamento.

se vuole mi invii pure il,referto copia ed incolla della prova da sforzo.

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#8] dopo  
Utente 419XXX

Buonasera dottor Cecchini, oggi ho finalmente effettuato la prova da sforzo che ha confermato il sottoslivellamento del tratto st all’apice dello sforzo e subito regredita... ( ci tenevo a dirLe che nel frattempo avevo scartabellato i miei vecchi esami e già 25 anni fa (ne avevo 30) era stata evidenziata questa anomalia, della stessa entità con la dicitura ‘verosimilmente di nessun significato patognomonico’. Ora, se volessi una volta per tutte togliermi questa paura di avere qualcosa di patologico, ritiene che sia più attendibile l’ecostress o la scintigrafia sotto sforzo? O addirittura la TAC? Grazie mille anticipatamente

[#9] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Eseguirei una scintigrafia da sforzo e se anche questa rimanesse dubbia o addirittura indicativa per ischemia consiglierei una coronarografia

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#10] dopo  
Utente 419XXX

Grazie, credevo che la Tac fosse l’esame più diagnostico prima di arrivare alla coronarografia...

[#11] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Nonscintigrafia e TC danno informazioni diverse
Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza