Utente 453XXX
Gentili Medici, una persona a me cara soffre da tempo di fibrillazione atriale parossistica che rientra sponaneamente o a seguito di ricovero al ps e somministrazione di adeguate cure. La fibrillazione ricorreva ogni 3/4 anni nel passato. In seguito ha assunto per depressione.,il Trazodone con benefici non risolutivi. In concomitanza e dopo vari mesi della cura antidepressiva, gli episodi di fibrillazione si sono intensificati e sono accadute più volte al mese e si sono sempre risolti o in qualche ora o appena sottopoista al trattamento. Su un testo ho letto che è da ritenere controindicato l'uso del Trazodone in presenza di ipertrofia prostatica, cardiopatie del ritmo e nel glaucoma. Tuttavia tale controindicazioni non sono riportate sul foglietto illustrativivo e sono desrcitti come possibili effetti indesiderati. Secondo il Vostro parere è possibile che l'aumentata ricorrenza della fibrillazione atriale sia da ricondurre all'utilizzo del farmaco in questione che comunque è stato sospeso ?

Grazie. Cordialità.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
difficle da dirsi.
l unica cosa fondamentale è una terapia anticoagulante orale.

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 453XXX

La ringrazio Dottore, la terapia anticoagulante orale è in atto così come anche, purtroppo, dopo gli ultimi episodi di FA, il Cordarone.. ( La FA si è presentata una volta anche con il Cordarone in concomitanza del Trittico. Smesso quest'ultimo ad oggi dopo alcuni mesi la FA non si è più presentata). Comunque la mia domanda tendeva semplicemente a conoscere se il Trittico è quantomeno da evitare in caso di fibrillazione atriale parossistica sussistento la possibilità di utilizzare gli SSRI in assenza di disturbi gastrici. Grazie.Cordialità.

P.S. Anche il parere di un Medico psichiatra o neurologo o farmacologo sarebbe molto gradito.

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Il Trittico puo' favorire aritmie ma solitamente ventricolari e non la fibrillazione atriale.
Se tale aritmia fosse comparsa anche sotto trattamento con Cordarone, potrebbe essere indicato cambiare farmaco (es flecainide)
Questo ovviamente dipende molto dai valori ottenuti con l'ecocolordoppler cardiaco.

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente 453XXX

Buona sera dottore, in merito alla Sua affermazione che i cosiddetti triciclici non presentano controindicazioni in soggetti affetti da FPA, ma la presentano soltanto in presenza di Fibrillazione ventricolare, resto perplesso perchè il dottore Matteo Pacini mi pare , se ho capito bene, che è di parere contrario .Infatti In una sua risposta ad un utente del forum il Dott Pacini che scrive in questo forum, reputa che i tricilcici siano da evitare in soggetti con FPA in quanto aritmogeni.
Anche in IPSICO.IT si legge:
Le controindicazioni assolute all’uso degli antidepressivi triciclici (es., Anafranil, Trittico, Laroxyl, Tofranil, ecc.) sono le stesse di tutti gli altri farmaci ad azione anticolinergica:
• cardiopatie con particolare attenzione per le turbe del ritmo;
• glaucoma ad angolo chiuso;
• ipertrofia prostatica.
Avrei particolarmente gradito, come gentilmente chiesto nel primo post, anche il parere di uno specialista in farmocologia. Cordiali saluti

[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
mi ascolti, faccio il cardiologo da 37anni, l amico dott Pacini è un eccellente psichiatra e nelle righe che lei propone come vede ci sono scritte turbe del ritmo e non f.a. e basta, cioe aritmie ventricolari.
con questo la saljto

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#6] dopo  
Utente 453XXX

Sinceramente pensavo che per turbe del ritmo cardiaco s’intendesse qualunque irregolarità del battito e non soltanto la fibrillazione ventricolare, ma anche brachicardia, tachicardia, aritmia atriale ecc.
Comunque quel che risponde ad una richiesta di consulto, il dottore Pacini in questo stesso forum, è quanto segue:
“Dr. Matteo Pacini
(/matteopacini)

PISA (PI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006

Gentile utente,

omissis
…...

La FPA non è cronica e quindi in assenza di fattori facilitanti
può non ripetersi, ma appunto il triciclico è un fattore
aritmogeno.
'Può benissimo essere che lo psichiatra abbia scelto il
triciclico perché c'è il colon irritabile, e la sulpiride per lo
stesso motivo, ovviamente è corretto l'impiego in questo
senso, ma il rischio cardiologico non va ignorato”.
DA MEDICITALIA.IT
La ringrazio e la saluto cordialmente.

[#7] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Ripeto appunto che il Collega è un eccellente psichiatra.
Io faccio il Cardiologo

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza