Utente 416XXX
Buongiorno, premetto che da 7 anni mi è stata diagnosticata ernia iatrale e ho avuto due ulcere esofagee da reflusso. Curato con Lucen 40 per due anni e poi Lucen 20 al bisogno. Mi è capitato relativamente spesso (una decina di volte l'anno con lunghi periodi di assenza del sintomo) di sentire un singolo battito cardiaco più forte, come se il cuore battesse in modo anomalo. Quasi sempre durante il pasto. Un colpetto di tosse intenzionale e tutto tornava normale. Due giorni fa però circa un'ora e mezzo dopo cena mi stendo sul letto e il cuore inizia a battere in modo irregolare, avverto numerosi battiti asincroni, misuro le pulsazioni con il cellulare: 90 bpm. Il tutto dura circa 15 secondi, poi il battito torna regolare ma lo avverto molto forte (80 bpm ma sento ogni battito). Avverto subito stanchezza alle gambe, lieve senso di vertigine e lievissimo affanno. La notte non riesco a dormire fino alle 2 quando assumo un Lucen 20. Il giorno dopo mi accorgo per caso che, stanchezza a parte, avverto un dolore alla costola sinistra, in prossimità dello sterno, ma solo facendo pressione. Questo dolore lo sento anche oggi, ma il cuore batte normalmente dall' episodio di due giorni fa e questa notte ho dormito benissimo. Di cosa si può trattare? È lo stomaco che interferisce col cuore o devo sentire un cardiologo? È normale che avverta ancora un senso di facile affaticamento? Io lo attribuisco alla notte insonne di due giorni fa. Ho ancora lieve vertigine ma soffro di cervicale e quindi non gli do importanza

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Talora disturbi gatrici correlati all'ernia iatale possono scatenare extrasistoli.
Se il disturbo si dovesse ripresentare programmi un Holter delle 24 ore

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza