Utente 905XXX
Gentili dottori,
Scrivo per mio marito, 33 anni, nessun fattore di rischio cardiovascolare (niente fumo, alcool o fattori ereditari).
Ultimamente facendo sport amatoriale (calcetto o corsa) ha avuto degli episodi di dolore al petto. Il dolore è poi regredito spontaneamente.
Ha smesso di fare sport ed ha effettuato una visita dal cardiologo (ecocardiogramma) di cui riporto di seguito i dati:

-Aorta: dimensioni della radice 34mm, aorta ascendente 32mm, arco sortivo 22mm. Velocità di flusso anterogrado nei limiti.
-Atrio sinistro: dimensioni nei limiti.
-Mitrale: ndn. Minimo rigurgito.
-Ventricolare sinistro: dimensioni nei limiti in relazione alla superficie corporea (edd 47mm, edv 120ml) con buona frazione di eiezione globale ef 66%.
-Ventricolo destro: dimensioni nei limiti, area telediastolica 18cmq, buona funzione contrattile (tapse 29 mm).
-Spessori parietali nei limiti, non evidenti segmenti acinetici.
-Vena cava inferiore: dimensioni nei limiti con normale collassabilita respiratoria.
-Setto interatriale integro.
-Polmonare: normali dimensioni del tronco della polmonare. Piccolo jet da rigurgito.
-Tricuspide: presenza di piccolo jet da rigurgito con stima della paps nei limiti.
-Pericardio: ndn.

In base a questi dati occorre fare altre visite oppure basta questa per scongiurare gravi patologie ?

GraZie mille in anticipo

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Dal momento che suo marito lamenta precordialgie da sforzo l'esame piu' indicato e' il test da sforzo massimale su cicloergometro o tapis roulant.

Arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza