Utente 489XXX
Salve dottori, ho 18 anni e sono un ragazzo veramente che si fa troppi problemi... Ormai mi giudico ipocondriaco, prima pensavo di avere un grave problema allo stomaco, poi ai polmoni, poi al cervello, ecc... (e devo dire che, anche se me ne convinco di non avere niente, anche grazie alle varie visite, poi rispunta l'ansia). Questa volta riguarda la paura di avere un attacco di cuore, perché innanzitutto avevo da tempo letto di ragazzi morti di infarto, a 15, 18 anni... e comunque stavano a lavoro o giocavano a calcetto. Alla fine del gennaio 2018 ho avuto un caso ansioso e violento di tachicardia (premetto di essermi svegliato dopo un incubo in cui sognavo mia nonna morta, perché è una malata terminale), per cui mi sono recato al pronto soccorso con i miei e abbiamo fatto gli esami di routine per gli enzimi cardiaci, prima ancora l'elettrocardiogramma, tutto negativo per fortuna. Io adesso penso spesso che anche se tutto era a posto comunque adesso ciò potrebbe essere non più vero, passati più di 5 mesi... comunque questo consulto lo chiedo per dei sintomi che mi hanno portato a pensare a ciò: sento, quadi sempre, dolori al gomito, braccio, avambraccio, dita e mano sinistro, a volte anche destri, in più un dolore e crampi sotto l'ascella sinistra, dolore in prossimità del petto sinistro, presso il capezzolo, anche alla schiena. Inoltre penso di soffrire di cervicalgia per la postura scorretta che ho spesso, infatti ho spesso dolori alla nuca e necessità a scricchiolare il collo. Da ieri sento un leggero fastidio al centro del petto, ma niente di che, che partiva dal basso però, e penso sia colpa del reflusso. Molto spesso accuso sonnolenza, sbandamento, affaticamento, da quando è iniziata l'estate e da quando ho finito gli intensi studi per la maturità. Inoltre ho anche cefalea e difficoltà di concentrazione. Penso comunque che la cefalea sia per la cervicale... Non accuso nausea ne ho mai avuto occasioni di vomito, mangio quasi sempre sano (mangio di tutto, anche se mi limita il reflusso, ma mi so regolare). Ora però ho questa ossessione per il colesterolo, e chiedo se sia necessario fare qualche analisi per vedere il livello di HDL e Totale, ma ho visto che nei miei precedenti emocromi non ci sono. Anche gli esami della tiroide sono a posto. Non fumo, non bevo, e ho molta ansia come vedete, passo molto tempo al telefono e ai videogiochi. Secondo voi è l'ansia che genera ciò oppure bisogna allarmarsi? A volte mi dicono che i dolori sono una somatizzazione, ma io questi li ho anche quando esco e mi distraggo, quindi penso che comunque ci siano veramente. Ci può essere un rischio di insufficienza cardiaca? O di altro? Devo inoltre precisare, purtroppo, che sto cercando di uscire dalla pornodipendenza, e secondo voi può essere a causa della mastirbazione eccessiva?Ringrazio in anticipo per la pazienza se rispondere.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Lei non ha alcun disturbi collerabile al cuore
Se ne faccia una ragione
Arrivederci

Cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 489XXX

E potrebbe essere tutto colpa dall'ansia?

[#3] dopo  
Utente 489XXX

Dottore, scusi, da ieri ho soprattutto fastidio allo sterno e al gomito sinistro, e a volte anche la schiena. Per quando riguarda lo sterno non riesco a capire se sia una costrizione al torace, ma mi fa male al tatto, cioè quando tocco l'osso. Inoltre è come se tra il mento e la gola la pelle si tirasse. Quindi è da escludere un problema cardiaco?

[#4] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
è L ultima volta che rispondo ad un suo consulto di questo tipo

Lei NON ha dolori sospetti per angina

Con questo la saluto e non le risponderò più su analoghi quesiti

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza