Utente 502XXX
Buonasera a tutti. Mia madre è portatrice di pacemaker bicamerale da circa 30 anni (impiantatole al lato destro). Nemmeno un mese fa lo ha sostituito per la quinta volta all'ospedale Ruggi di Salerno, ma purtroppo da allora non si è mai sentita bene. I medici credevano che il suo malessere dipendesse dalla programmazione sbagliata del nuovo pacemaker. Invece, purtroppo abbastanza tardivamente, dopo un holter i cui risultati decretavano un malfunzionamento del pacemaker, con tanti episodi di asistolia e dopo una radiografia al torace, hanno verificato che entrambi i cateteri (ventricolare impiantato nel 2009 e atriale nel 1999), non funzionano più correttamente, impedendo al pacemaker di svolgere correttamente la sua attività di supporto. La soluzione prospettata dal suo cardiologo è l'impianto di un nuovo pacemaker al lato sinistro con, ovviamente, due nuovi cateteri. Per quanto riguarda i rischi, il medico ha detto che sono rischi simili a quello di primo impianto del pacemaker. Ciò che non mi convince però, è il fatto che i 3-4 cateteri che ha col pacemaker al lato destro, non verranno rimossi e secondo lui mia madre non correrà alcun pericolo con la loro presenza. Io, invece, non so come faranno a rimanere lì senza muoversi. In ogni caso ci sono altri rischi, relativi anche ai cateteri che verranno abbandonati? Ed inoltre, in futuro potremmo comunque valutare di farli estrarre in un centro specializzato? Spero di poter trovare conforto nelle parole di qualcuno di voi. Grazie mille.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Le ho gia' risposto sulla mail privata che mi ha inviato.
L'inserzione di un nuovo PM e relativi cateteri non desta preoccupazione.
I cateteri abbandonati possono essere rimossi anche in seguito.
All' Ospedale della mia citta' c'e' un centro cadiologico apposito che si occupa proprio di questo

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 502XXX

Grazie dottor Cecchini, avevo inserito la richiesta di consulto sul sito prima di scriverLe sulla mail personale. La ringrazio ancora per la disponibilità e la premura, verremo di certo a Pisa il prima possibile e spero di avere l'onore di poter conoscere anche Lei. Le auguro un buon lavoro e La ringrazio ancora!