Utente 477XXX
Salve gentilissimi dottori sono circa 2 anni che Soffro di extrasistole che ho cercato di soprassedere mediante assunzione di Xanax All'inizio la situazione sembrava andasse bene successivamente avevo anche reflusso gastroesofageo Ho eseguito nel corso del tempo anche due elettrocardiogrammi Dai quali la prima volta è risultata tachicardia sinusale e pressione 130 80 la seconda volta, due settimane fa, la pressione era 160 100 il battito a 96 Attualmente sto assumendo Plaunac da 20 mg e dopo circa 14 giorni la pressione si è stabilizzata 130 79 con battiti che oscillano mediamente tra 75 e 90 Ciò che mi spaventa ancora è la presenza, di tanto in tanto, di queste palpitazioni che in alcuni momenti sono assenti, in altri si manifestano. Premetto che, pesando 104 kg ed essendo alto 173 cm, soffro anche di apnee notturne, già diagnosticate tempo fa, che sto trattando attraverso terapia C Pap che nel corso del tempo ha contribuito a migliorare il quadro sintomatologico anche delle extrasistole. Vorrei sapere che relazione c'è tra extrasistole, sovrappeso, ipertensione essenziale ed eventualmente anche il fattore ansiogeno. Grazie mille

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Lei è un soggetto a rischio: sovrappeso, ha superato la mezza eta, ha una insufficienza respiratoria di tipo 1 apnee notturne...

L olmesartan è unomdei pochi sartani che non hanno studi che indichino la riduzione del,rischio di morbilita che di mortalità per infarto ed ictus.

In caso di pazienti come lei io prescriverei altri farmaci come ad esempio beta bloccanti i quali inoltre le normalizzerebbero il problema aritmico

Ne parli con il suo cardiologo

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 477XXX

Grazie per la risposta dottore. In effetti con la riduzione del peso corporeo mi hanno detto che si risolverebbe anche il problema delle osas e credo anche di questi sbalzi pressori. Inoltre non sono né diabetico né ho valori alterati di colesterolo o altro. Quindi il rischio di cui parla si ridurrebbe intervenendo sul peso? L'unico dubbio che mi resta è la causa, delle, anche se ormai più sporadiche, extrasistole (forse apnee, ipertensione..).
Cordialmente

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Il cuore manifesta la propria sofferenza , in questo caso del sovrappeso e della ipertensione , con le aritmie.

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente 477XXX

Grazie mille Dottore,
Interverro' in ogni aspetto per ridurre il rischio cardiovascolare.
Saluti