Stenosi e stanchezza mattutina

Buongiorno,
chiedo un parere per conto di mia nonna, una donna di 80 anni sofferente di diabete mellito, battiti del cuore che si aggirano intorno ai 50-60 al minuto a causa di bradicardia (senza che siano rivelati altri problemi), ECA destra occlusa, ICA sinistra occlusa al 60% (si è rivolta ad un chirurgo, che ha affermato che secondo lui non è ancora il caso di operare), e con una leggera insufficienza renale.
Ultimamente mia nonna, la mattina, si sente a terra, stanca, con la testa confusa, stanchezza di intensità variabile (a volte più stanca, a volte meno). Tale sintomatologia migliora nell'arco della giornata, soprattutto dopo pranzo.
Da cosa potrebbe essere causata?
Potrebbe essere dovuta all'ostruzione carotidea?
Ringrazio di cuore,
buona giornata.
[#1]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 78,9k 2,9k 2
Non certamente all placca carotide interna.
Che farmaci sta assumendo?
Quanta acqua beve al giorno?

Arrivederci

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2]
Dr. Chiara Lestuzzi Cardiologo 1,5k 64 3
Può dipendere da molte cose (delle quali però metterei all'ultimo posto la stenosi carotidea): ipoglicemia (prende faramci antidiabetici? Cosa e quanto mangia?), eccessiva bradicardia (ha fatto per caso un Holter?), ipotensione (che farmaci assume?) ipopotassiemia o ipomagnesemia, anemia...
In linea di massima è importante che mangi cibi a basso indice glicemico (che cioè facciano salire la glicemia lentamente ma la mantengano adeguata a lungo), come il pane integrale e il pane di segale, al mattino e anche la sera, ed eviti invece marmellate e zuccheri. E' importante anche che mangi verdura e frutta, possibilmente anche qualche noce (denti permettendo) ed eviti di far passare molte ore tra un pasto e l'altro. Poi, mantenere il tono muscolare (camminando, o facendo cyclette) è utilissimo sia per ridurre l'astenia che per ridurre il rischio di ipotensione quando sui alza in piedi.
Eventualmente degli integratori di potassio e di magnesio se fosse verificata una carenza (deve fare degli esami del sangue!) potrebbero aiutarla. Non credo invece agli integratori generici (queli multi-integratori, la creatina, il coenzima Q10) che fanno bene soprattutto alle case farmaceutiche.

Dr. Chiara Lestuzzi
Cardiologia, Centro di Riferimento Oncologico (CRO), IRCCS, Aviano (PN)

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test