Utente 562XXX
Salve, pratico sport con regolarità a livello agonistico amatoriale da oltre dieci anni, dopo averlo fatto anche in gioventù. Nell'ultime due visite per l'idoneità sportiva agonistica mi sono state rilevate delle extrasistole (soprattutto nel recupero) e degli episodi di bav di primo grado. Chiaramente mi sono subito sottoposto a un'ecocardiografia color Doppler e a un holter ecg. L'ecografia non ha mostrato alcun problema "strutturale", mentre il risultato dell'holter è stato questo: "Ritmo sinusale fc tra 35 e 86/min; 2 extrasistoli atriali; episodi di bav 2 grado mobitz 1 (con pause fino a 2, 8 secondi); 597 bev, alcune seguite da P bloccate; 1 coppia".
Il certificato mi è stato rilasciato ugualmente (senza alcuna spiegazione), ma chiaramente mi sono subito recato dal mio medico curante (di cui mi fido tantissimo). La strategia concordata con il medico è stata quella di rallentare di molto l'attività sportiva e di ripetere l'holter dopo circa un mese/40 giorni, per poi recarsi da un cardiologo. Le sembra una linea giusta? Posso continuare a fare sport a livello agonistico? Grazie infinite.. .

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
L' holter non e' preoccupante , ma come vede l'allenamento le comporta una marcata rioduzione della varibioita'della frequenza cardiaca e disturbi di conduzione, verosimilmente legate all'ipertono vagale.
Un mese di detraining certo non basta.
Non so che tipo di sport lei faccia, ma le consiglio di camminare, usare la bici come mezzo di trasporto e nuoto per svago.

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 562XXX

Gentile Dottore, inizialmente la ringrazio per l'immediata risposta. Poi, se posso, vorrei rivolgerLe altre domande. Il mio disturbo di conduzione può essere transitorio? Se mi riposo nella giusta maniera e non esagero più con gli allenamenti, è verosimile che la situazione possa rientrare, oppure ormai me lo tengo per tutta la vita?
Secondo lei, quale potrebbe essere un periodo di detraining "credibile"? Nella prima lettera mi sono dimenticato di dirle che da tre anni pratico triathlon, mentre prima correvo e andavo in bicicletta, e che mi fino a 15 giorni fa mi allenavo 6/7 volte a settimana.

Distinti saluti

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
il Triathlon e' la disciplina sportiva a piu' alta incidenza di morte improvvisa (ovviamente in relazione al numero di atleti(.
Un detraining di un anno almeno ridurra l'ipertono vagale, e' impossibilesapere se ridurra' o meno i disturbi di conduzione

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente 562XXX

Grazie dottore...

[#5] dopo  
Utente 562XXX

Gentilissimo Dott. Cecchini, torno a disturbarla perché ho ripetuto, a distanza di circa un mese e mezzo, l'holter cardiaco. In questo caso mi sono rivolto al SSN, mentre in precedenza era stato effettuato presso una struttura privata. L'esito è stato questo:
Totale ore di registrazione: 24
Frequenza massima: 94
Frequenza minima: 37
N. aritmie ventricolari: 7
Conclusioni:
Ritmo sinusale tendenzialmente bradicardico
Rari BEV

Ma le aritmie ventricolari erano presenti un mese e mezzo fa? Sono un po' disorientato, mi aiuta a capirci qualcosa?
Grazie e distinti saluti.

[#6]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Su questo holter non c è niente
Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza