Utente
Gentili Dottori,
Vi scrivo per chiarimenti in merito al protocollo che sta seguendo mia figlia a causa di una extrasistolia ventricolare iterattiva.
Età 20 anni. Peso 110Kg Altezza mt 1, 75.
Pz in sovrappeso, non precedenti cardiologici degni di nota, Ha svolto attività motoria senza problemi. Recente riscontro occasionale di BEV isolate, monomorfe, documentate da ECG Holter circa 22000 BEV, isolati, in coppia e salve di TVSN. Ecocardio documenta normali volumi e cinesi delle camere esplorate. All'Ecg in visione si documenta ritmo sinusale con frequenti BEV isolati con aspetto a BBsn, asse inferiore, transizione in V4 come da origine del tratto di efflussi del ventricolo destro, anomalie della ripolarizzazione con T neg in V1 -V2. Pz sostanzialmente asintomatica in buon compenso. Tracciato; si documenta ritmo sinusale, fc87 bpm, normale conduzione AV, ripolarizzazione nei limiti. BEV con aspetto a BBsn, asse inferiore, transizione in V3. EO toni ritmici, validi, pause libere, MV fisiologico. PA 120/80
ESAMI DI 2^LIVELLO: Prova da Sforzo. L'esame di tipo submassimale (77% frequenza teorica) non ha evidenziato segni e/o sintomi riconducibili a riserva coronarica da lavoro muscolare. Lo sforzo è protratto fino al carico lavorativo di 150watt pari ad un doppio prodotto di 23360 equivalente a 5. 1mets. Normale andamento dei valori tensivi. Si segnala durante tutto l'esame la persistenza di extrasistolia ventricolare.
RMN cardiaca con mdc. ventricolo sx volumetricamente nella norma, con regolare funzione sistolica globale. Nei limiti spessori parietali. Massa miocardica nei limiti della norma, per quanto valutabile in presenza di artefatti da freq cardiaca irregolare, non si documentano alterazioni della cinesi globale e segmentaria. Non aree di edema nelle sequenze T2 pesate. Non aree di alterato segnale nelle acquisizioni di Delayed Enhancement.
VENTRICOLO DX di dimensioni nei limiti con regolare funzione sistolica globale. Non discinesie parietali. Nei limiti lo spessore della parete libera del ventricolo dx. PERICARDIO: Nei limiti lo spessore del pericardio. Non versamento pericardico. CAMERE ATRIALI: Nei limit ii volumi atriali, ì: AORTA: Arco aortico bovino. Nei limiti le dim. dell'aorta toracica. Non jet di insufficienza valvolare aortica. CONCLUSIONI: Quadro RM nei limiti della norma.
Alla luce degli esami effettuati, quanto è necessario l'intervento di ablazione che ci è stato proposto? Ha carattere di urgenza?

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Non ha carattere di urgenza e può certo provare m
Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente
Egregio dottore, La ringrazio per averci risposto così rapidamente. Se mi permette un'ulteriore domanda...data la sua lunga esperienza in materia di ablazione e sulla base delle informazioni che Le abbiamo fornito, pensa che possa risolutiva nel nostro caso?...sa mia figlia ha 21 anni e non vuole prendere minimamente in considerazione la terapia farmacologica...che tra l'altro, come.ci è stato detto, potrebbe risultare fallimentare.
Con riconoscenza La ringrazio e Le auguro buon lavoro!

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
sinceramente io consiglio sempre di tentare una terapia farmacologica prima di manovre invasive per ovvi motivi.
certamente la,terapia farmacologica può funzionare finché si assumono farmaci , ma di contro a volte l ablazione non fornisce i risultati sperati .


arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore, per scelta di mia figlia, in data 24 ottobre è stata sottoposta ad ablazione per extrasistolia ventricolare frequente a morfologia BBdx. Durante la procedura sono state effettuate 4 erogazioni in ventricolo dx nella zona di miglior anticipo e pacemapping (max 90sec./max 30W/max 40 , tot 150sec) con scomparsa della extrasistolia già nella sede di ablazione, e dopo 20min di osservazione, persisteva assenza di extrasistolia clinica. Veniva dimessa il 26 ottobre in assenza di complicanze e con buon esito in acuto.
------------------------------------------------------------------------------
Il primo controllo post-ablazione (holter 24/h) lo abbiamo effettuato circa un mese dopo, e questo era il referto:
L'analisi computerizzata e la scansione manuale, effettuate su un tot. di 114018 battiti per una durata di 24/h hanno evidenziato quanto segue:
Ritmo sinusale stabile per tutta la registrazionecon FC media di 80bpm e normali oscillazioni cicardiane della stessa.
Assenza di aritmie degne di nota.
Assenza di anomalie della fase di ripolarizzazione ventricolare.
------------------------------------------------------------------------------Il secondo controllo è stato effettuato qualche giorno fa (a 7 mesi dalla procedura) seguendo il protocollo previsto.
Questo il referto.
L'analisi computerizzata e la scansione manuale, effettuate su un totale di 1119921 per una durata di 23h e 54min hanno messo in evidenza quanto segue:
Ritmo di base sinusale stabile per tutta la durata della registrazione con fc media di 84bpm, con normali oscillazioni circadianedella frequenza stessa.
Comparsa di 1915 battiti ectopici monomorfi tutti a partenza dal tratto di efflusso del ventricolo dx, in assenza di fenomeni R/T in 15 occasioni in forma di coppia. La massima espressione di tale aritmia si è verificata dalle ore 09.00/ alle ore 10.00* con pressochè totale scomparsa durante le ore notturne. (* corrispondenti al risveglio e prima colazione)
Assenza di disturbi di conduzione.
Assenza di anomalie della fase di ripolarizzazione ventricolare.
Il calcolo dell'intervallo QT medio corretto per la frequenza (QTc) è risultato nella norma.
Lo studio della variabilità del circolo RR (HRV) valutato nel dominio del tempo mediante elaborazione della sua deviazione standard nell'arco delle 24/h (SDRR) risulta pari a 77msec (valori desiderabili superiori ai 50-70msec.)
------------------------------------------------------------------------------
Mia figlia non è in terapia farmacologica.
Spero di aver inserito tutte leinformazioni necessarie alla Sua valutazione.
Data la ricomparsa di questa (seppur minima) aritmia, mi farebbe piacere conoscere il suo parere sull'esito della procedura. Sapevamo che qualche extrasistole poteva ricomparire, ma il timore di mia figlia è quello di dover ripetere la procedura....
Grazie per la sua risposta.

[#5]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
L' ultimo holter dimostra un numero banale di extrasistoli, anche se con qualche coppia.
GHlielo faranno ripetere tra qualche mese.

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#6] dopo  
Utente
Grazie Dottore per la sua cortese ed immediata risposta.
Buon Lavoro.