Ecg da sforzo

Buongiorno.
Pregresso IMA con impianto stent medicato su DA circa 11 mesi fa.
Attualmente in terapia classica post ima tranne betabloccante interrotto dopo 4 mesi.

Ho eseguito da poco la mia seconda prova da sforzo con cicloergometro.
Con risultato negativo.

Tuttavia a differenza di quello precedente ho recuperato con molto piu' tempo.
Ho avuto un recupero lentissimo.
Il mio cardiologo mi ha rassicurato dicendo che era dovuto all'adrenalina.
In effetti dalla mattina ero molto agitato e ho vissuto male questa prova.
Faccio presente che ho iniziato la prova con 140/100 di pa che poi si e' normalizzata in corso.

Possibile che questo recupero così lento sia dovuto all'adrenalina solamente, o anche al fatto che purtroppo sono inattivo da 11 mesi?
Faccio camminate di un' ora o tapis roulant 5/6 volte a settimana.
Pero' non sono ancora rientrato al lavoro ed evito di fare sforzi eccessivi.

La prova si e' interrotta a 175 w dopo 12 Min con FC massima a 166bpm (92% FC max)
St peggiore come la prova di 6 mesi prima, a meta' fase di recupero con 6. 7 mm in V3.
Non so cosa voglia dire
Purtroppo sono molto ansioso.
E questa prova mi ha lasciato con molti dubbi
Ah quasi alla fine del recupero ho avuto anche un extrasistole
[#1]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 78,4k 2,8k 2
E' un ECG normale. L'ansia ed il non allenamento rendono spesso lento il recupero.
Si tranquillizzi

cecchini

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2]
dopo
Utente
Utente
Anzitutto grazie per la celere risposta e per la disponibilita'.
Purtroppo il mio stato ansioso nasce 2 mesi dopo l'evento. Sono un ciclista amatoriale ho scalato le Dolomiti in bici (come se ad un pianista tagliassero una mano), ed ho una bimba piccola da crescere. A causa dei miei attacchi di ansia ho perso il lavoro, che cmq avrei voluto cambiare. Insomma tutto da ricostruire. Ma ho fatto passi da gigante. Ho fatto 6 mesi di psicoterapia e sono riuscito a non prendere ansiolitici o antidepressivi. Sto molto meglio. Purtroppo devo lavorare sulla fiducia del mio corpo. Prima dell'infarto mi sentivo in highlander, ora le cose sono cambiate.
Cmq tornando al cicloergometro rispetto alla prova di luglio ho notato una flessione di potenza 225watt contro 175 di ora. Anche se la precedente era durata 2 minuti in meno e prendevo mezza dose da 1.25 di cardicor. Infatti a luglio i battiti sono saliti molto piu' lentamente rispetto ad ora ed il recupero era finito in nemmeno 3 minuti . Quella attuale invece e' durata 12 minuti stop a 175watt e repurero in 10 minuti, dopo 5 minuti ero ancora a 140 bpm. Capisce che da sportivo amatoriale non sono abituato a questi dati tantomeno nel recupero che era il mio pezzo forte.E altra nota dolente spolverando il mio ECG da sforzo di 6 anni fa ho visto che anche all'epoca avevo avuto un ectopia ventricolare nel recupero. Direi non di buon auspicio per come sono andate le cose. Ah ultima cosa il mio cardiologo mi ha detto che posso riprendere la bici ma di non superare 140/150 bpm. Mi fa sempre l'ecografia prima della prova ed e' tutto ok tranne che a referto indica una lieve cinesia infero laterale
Grazie ancora per la disponibilita'. Buona giornata
[#3]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 78,4k 2,8k 2
Lei e' un uomo di mezza eta' che ha avuto un infarto molto giovane (cui residua fortunatamente una lieve ipocinesia della parete infero laterale).

Quindi la reazione psicologica era del tutto prevedibile e passera' negli anni

Per cio che riguarda la bicicletta le consiglio di usarla come mezzo di trasporto.
Portare i battiti ad un livello cosi' elevato come lei ha detto non fa bene neppure al cuore piu' sano.

Inoltre il beta bloccante sinceramente non l'avrei interrotto perche' e' un farmaco chiave nella terapia del cardiopatico

Arrivederci

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#4]
dopo
Utente
Utente
Si per quanto riguarda la bicicletta lui mi ha detto di arrivare max 140 giu' di li. Ma cmq stavo valutando l'acquisto di una bici con assistenza elettrica con la quale si puo' azionare un supporto tecnologico che a necessita'. Lungi da me tornare ad usare la bici da corsa come prima. La vorrei utilizzare a supporto delle camminate come attivita' sportiva ma lavorando sempre sul 60/65% della FC max, ecco perche' vorrei acquistare quella elettrica, perche' con quella muscolare e' difficile fare rimanere i battiti al di sotto di una certa soglia.
Per quanto riguarda il beta bloccante, ho iniziato la terapia con cardicor da 2.5 per 3 mesi dopo l'evento. Sono sempre stato bradicardico, accentuato con lo sport che praticavo. Cambiando dieta e perdendo Kg (ad oggi ho perso 12.5 kg dall'evento) mi sono trovato ad inizio estate molto fiacco e spesso stanco e spossato. Quindi mi e' stata ridotto il cardicor a 1.25. Durante il giorno cmq stavo su una FC a riposo tra i 43/48. Poi per un altro mese mezza dose da 1.25 ( che era difficilissima da dividere). Ed infine dopo la prima prova da sforzo il mi cardiologo ha deciso di sospenderlo.
Ho fatto un holter a ottobre e cmq ho riportato una media cardiaca di 65 bpm mentre di notte sto sui 40.
Tutt'ora penso di stare di giorno sui 50 .
Pensa che possa intercorrere in problemi non prendendo piu' il betabloccante? Ormai l'ho sospeso da piu' di 6 mesi
Grazie buona giornata di nuovo
[#5]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 78,4k 2,8k 2
Il beta bloccante e' l'amico del cuore.
Arrivederci

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test