Utente
Salve,
ho 42 anni (183 cm per 72 kg) ex sportivo, ho praticato 20 anni body building ma ora sono ipocinetico da 4 anni, non fumo, niente sale, sporadici bicchieri di vino a tavola, 1 caffè/dì, da 3 settimane a sto monitorando la pressione con 3 misurazioni al giorno, la mattina dopo essermi alzato, primo pomeriggio 14:30 e sera 19:30, questo a seguito di ripetuti fenomeni di epistassi mattutine che ho avuto quotidianamente per una settima (fenomeni avuti sporadicamente fin da ragazzino tra l'altro, precisando altresì essere piastrinopenico causa morbo di Werhlof, valori circa di 90, ma sempre fenomeni di scarsa rilevanza).
Epistassi comunque avute anche in mattine in cui la pressione era nella norma.


Dalle mie misurazioni che preciso essere effettuate in un periodo in cui, causa covi-19 sono a casa da un mese e quindi fuori dai ritmi frenetici della vita quotidiana, mi sono risultati dei picchi di misurazioni di 140/104, 131/102, 129/97, 147/95 e questo soprattutto nell'orario serale mentre le altre misurazioni giornaliere e soprattutto nelle 2 settimane successive di controllo rimangono però sempre su valori max su range dai 120 - 130 a volte meno e min su 80-90 a volte meno, rilevando l'innalzamento però la sera in proporzione sempre della minima che sovente misura circa 95 (direi sulla media 130-90).


Aggiungo infine per chiudere l'anamnesi e capire se ci possa essere una qualche correlazione che da circa 2 anni sto effettuando controlli per accertare una IPERFERRITINEMIA (circa 700) ma finora senza risultati (emocromatosi, eco addome, spirometria, TSH T3 T4 tutti negativi o nella norma, ematocrito 49, emoglobina 171, mancava solo eco-cardio che dovevo effettuare in questi giorni ma rimandata causa covid-19) e di soffrire di fenomeni tipo "dispnoico" con necessita di effettuare continue respirazioni profonde a modi sbadiglio (forse ansia?...)

Volevo chiedere quindi se devo preoccuparmi per questi valori pressori?


Scusandomi per la prolissità ringrazio per l'attenzione sin qui e a chiunque potrà darmi riscontro

grazie

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Iniziamo col dire che l'epistassi NON ha nienete a che vedere con la ipertensione, nonostante quello che comunemente venga detto.
L'epistassi e' VENOSA e l'ipertensione ARTERIOSA:

ILa sua epistassi quindi e' favorita solo dalla sua patologia ematologica.
Per cio che riguarda i suoi valori pressori mi pare che lei dovrebbe iniziare una terapia, dati i valori di diastolica, anche considerando che e' un uomo di oltre mezza eta.

Ne parli con il suo Medico

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso