Extrasistole continue non risolte con betabloccante

Salve, sono una ragazza di 35 anni.
Premesso che ho sempre avuto extrasistole ma episodi molto rari e della durata di pochi minuti, che si sono sempre risolti da soli, e premesso che ho la tiroidite di hashimoto che prima curavo male, cioè non prendevo costantemente la pillola quindi attribuivo questi fastidi del battito alla tiroide, è dalla metà di febbraio che dopo una giornata intera di tachicardia, quando la sera mi sono messa a letto sono iniziate le palpitazioni, così forti che sono dovuta andare alla guardia medica, il medico mi ha dato delle gocce di tavor e poi mi sono tranquillizzata.
Per qualche giorno sono stata bene.
Dopo di che ho avuto nuovamente tachicardia e cardiopalmo e sono andata dal cardiologo che nell' ECG ha riscontrato una leggera tachicardia (fc 100) e lieve turba di conduzione intraventricolare dx, l'ecocardiogramma è risultato nella norma.
Mi chiede di rifare il tsh, che il mese prima era risultato di poco alto (5, 7) ma dopo averlo rifatto era risultato 2, 07.Mi ha prescritto allora sequacor da 1, 25 da prendere la mattina.
Dopo qualche giorno iniziano ad esserci extrasistole e quindi mi fa fare l'holter h24.Questi sono i risultati: battiti totali 100434, batt.
sconosciuti 52; freq min.
47 BPM, max 123 BPM, med 69BPM; salve bradicardia 258, più lunga 134, freq.
min.
41; pause 0.Eventi ventricolari: batt.
tot.
654, %battiti 0, 65, forme 15, salve AIVR/VR 1, più lunga 5 batt.
, freq.
min.
96 BPM, salve tachi V 0, più lunga 0, freq.
max.
0, VE/minuto max 19 batt.
, VE/ora max 364 batt.
, VE/ora medio 27, 3, VE/1000 6, 5, coppie 0, triplette 0, salve bigeminia 41.Eventi sopraventricolari: batt.
tot.
85, %battiti 0.08, coppie 24, salve tachi Sv 3, più lunga 9 batt.
, freq.
max.
153 BPM, SVE/minuto max 9 batt.
, SVE/ora max 22batt.
, SVE/ora medio 3, 5, SVE/1000 0, 8.IMPRESSIONI E NOTE:ritmo sinusale con FC media di 69 BPM, max 123 BPM e minima 47 BPM.
Assenza di pause patologiche.
Sporadici BEV (654/24h) monomorfi e non precoci.
Assenza di coppie ventricolari.
Assenza di episodi di tachicardia ventricolare sostenuta e non sostenuta.
Sporadici BESV (85/24h).
Presenza di episodio di tachiaritmia sopraventricolare di 9 battute.

In seguito al ritiro dell'esito di questo holter, il cardiologo mi ha detto di prendere sequacor da 1, 25anche la sera.
Per qualche giorno sembrava tutto ok.
Ma da quasi una settimana ho iniziato ad avere extrasistole in maniera molto più continuativa, 1 ogni 2 battiti e per la durata di ore, anche e soprattutto la notte da non poter più dormire.
Ho chiamato il cardiologo mi ha detto di aggiungere il lexotan, 5 gocce la mattina e 7 la sera.
è da 3 giorni che le prendo ma la situazione non è migliorata.
Qualcuno può indicarmi altre possibili cause di extrasistole (la tiroide la posso escludere perché il tsh è nella norma) ed eventualmente cosa potrei fare per farle passare, perché anche se il cardiologo ha detto che non sono preoccupanti perché ho un cuore sano, sono molto fastidiose e mi limitano molto nella mia vita quotidiana.
Grazie.
[#1]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 78,9k 2,9k 2
(a 36 anni si e' donne, non ragazze.....)

Iniizamo con il dire che il fatto che abbia un TSH noprmale non esclude che abbia valori di fT4 e fT3 normali...
In secondo luogo lei ha un holter nella norma.
Quella banali extrasistoli non nceessitano certo di terapie antiaritmiche.
Ci conviva copme tutti noi facciamo...

arrivederci

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie per la celere risposta. Però vorrei dire giusto un paio di cose. Innanzitutto aver detto ragazza e non donna non credo cambi qualcosa ai fini di quello che è il problema che ho esposto, quindi non era necessario sottolinearlo a mio parere. Seconda cosa, è vero ho controllato solo il tsh e la ringrazio per avermi illuminato sul fatto che vanno controllati anche gli altri due valori, perciò lo farò. Ultima cosa , per quanto possano essere banali per lei, non lo sono per me, quindi non credo mi abbia aiutata molto con la sua risposta. Nonostante questo la voglio ringraziare per il tempo che mi ha dedicato.
[#3]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 78,9k 2,9k 2
Vede Signora,
Il fatto di non essere una ragazza non e' una opinione ma un dato di fatto e se permette dico cosa mi sento di dire.

In secondo luogo il fatto che siano banali extrasistoli e' importante invece che lei lo sappia, perche' se un soggetto ha un banale dolore al ginocchio non deve certo pensare ad avere un osteosarcoma mortale ma un banale problema artrosico.

Quindi in definitiva ha banali extrasistoli fastidiose quanto innocenti ed invece si assumere farmaci le consiglierei di conviverci, come tutti noi

La saluto

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#4]
dopo
Utente
Utente
Mi scusi, ma forse non ci siamo capiti. Io ho compreso che non ho nulla di grave al cuore, questo mi è molto chiaro, ma ciò non toglie che questi disturbi siano molto fastidiosi, e il fastidio non deriva dalla extrasistole in sé quanto dal fatto che sono continue, durano per molte ore durante la giornata e anche durante la notte e ormai da diversi giorni consecutivi. Se ho un semplice ginocchio dolorante so che posso mettere una pomata antidolorifica e che il dolore probabilmente passerà. Invece in questo caso lei mi sta dicendo che mi devo rassegnare e conviverci con le extrasistoli senza poter fare nulla. Quando ho fatto l'holter comunque non erano ancora così marcate le extrasistoli, come dicevo è da una settimana circa che è così. Perciò ho chiesto un consulto perché non riesco a credere che non ci sia nient'altro da fare prima di rassegnarsi.
[#5]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 78,9k 2,9k 2
Se e' convinta che ora siano aumentate esegua un nuovo Holter, ma il tipo delle extrasistoli mostrate dal primo sono banali, quindi al massimo saranno di piu' ma rimangono banali.

Arrivederci

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#6]
dopo
Utente
Utente
Inoltre proprio perché sto prendendo il betabloccante che dovrebbe risolvermi il problema ( e non me lo risolve, sembrerebbe di sì e invece poi peggiora) mi viene da chiedermi ulteriormente cosa posso fare, e se al contrario mi sta solo facendo più male che bene. Il mio cardiologo non mi ha detto né di toglierlo né di aumentare la dose, ma solo di aggiungere le gocce di lexotan (anche queste non stanno risolvendo il problema). Anche per questo sto chiedendo parere a voi medici. Sperando di essere compresa nel mio reale disagio. Grazie ancora.
[#7]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 78,9k 2,9k 2
Questo capita spesso nelle extra benigne , avra' notato che lei non le avverte quando si da da fare ma al contrario compaiono a riposo.
Per questo spess il beta bloccante , rallentando la frequenza, paradossalmente aumenta l'incidenza di tali arimie del tutto benigne

arrivederci

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#8]
dopo
Utente
Utente
Sì quando sono in movimento le sento meno. La frequenza pur se era diminuita quando ho iniziato a prendere i betabloccanti arrivando a frequenze medie di 60/65 bpm , adesso sono risalite dai 75 ai 90 battiti al minuto e inoltre sono aumentate appunto le extrasistole. Quindi lei dice che può essere il sequacor stesso a provocarmi tutto questo? Ma perché lo prendo in un dosaggio maggiore rispetto a quello che va bene per me? O secondo lei non dovrei proprio prenderlo?

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test