Aritmie extrasistole

Salve sono una donna di 36 anni senza particolari patologie, a parte disturbi di ansia, disturbi mestruali e reflusso gastroesofageo.
Ho dei noduli tiroidei che mi hanno sempre detto non influenzino il mio organismo, faccio eco tiroide ogni anno, unica pecca non faccio gli analisi del sangue e specifici per la tiroide da circa due tre anni.

Di tachicardia soffro da sempre la hanno sempre attribuite all'ansia, un paio di anni fa feci due elettrocardiogrammi da cui risultò appunto tachicardia e un Holter di 24 ore che non rilevò nulla di anomalo.
Pur essendo una persona ipocondriaca ormai cerco di non viaggiare con la fantasia quando mi vengono extrasistole, se capitano dopo i pasti so che può essere lo stomaco, poi noto che aumentano in prossimità del ciclo mestruale e mi sono in un certo senso abituata.
Ho del resto la mia terapia per l'ansia e spesso qualche goccia di ansiolitico mi riporta in carreggiata.

Questa mattina però ho avuto un episodio che mi ha spaventata e su cui vorrei porre qualche domanda.
Per lavoro faccio pulizie condominiali, e a parte qualche accelerazione cardiaca nel fare le rampe Di scale non ho mai avuto problemi.
Questa mattina mi sono spaventata molto quasi da farmi venire un attacco di panico e da dovermi fermare.
Mentre ero su e giù per le scale a lavare i pavimenti ho iniziato ad avere tante extrasistole che non si attenuavano da sole dopo un po' come al solito.
Ammetto che soffrivo la situazione di dover lavorare oggi, primo giorno di ciclo, sentivo caldo sotto la mascherina, poi questa scarica di extrasistole non finiva.
Anche quando sono scesa all'aria, fermandomi respirando piano.
Dopo essere uscita all'aperto ed essendomi seduta fuori si sono fermate.
Conoscendomi mi ha preso l'ansia.
La mia domanda è se il ciclo mestruale possa causare in attività simili degli scompensi così.
Mi sono preoccupata perché parlando di extrasistole mi hanno sempre detto che sono preoccupanti solo se vengono durante attività fisica o sforzi e io li stavo facendo.
Dovrei sottopormi di nuovo a Holter e altre visite?
Mia cugina ha una patologia congenita, mio zio è morto di infarto.
Ma mia zia e mia madre hanno più di 60 anni, fumano da sempre e al cuore non hanno nulla.
Dimenticavo che sono fumatrice da quando avevo circa 16 anni ma non fumo tanto, massimo 9 sigarette al giorno, non amo il caffè lo prendo solo nel latte, bevo the ma nulla di eccessivo, il peso è nella norma e la pressione è sempre bassa.
Grazie se vorrete rispondermi.
[#1]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 78,7k 2,9k 2
Occorre che ripeta un nuovo
Holter se la sintomatologia si ripresentasse

Arrivederci

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio Per la risposta. Per cui un Holter va fatto ogni paio d'anni? Rifarlo se le extrasistole tornassero mentre salgo le scale dice? Ma un Holter che ti monitora solo 24 ore o poco più basta? Ha altri esami da consigliarmi? Mi sembra di capire che ho fatto bene a preoccuparmi. E che il ciclo mestruale non può interferire?

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test