Utente
Buongiorno,
Sono al quarto mese di gravidanza e ho un'ipertensione diastolica da anni, che in passato trattavo con 1/2 Lobivon al di.

In seguito ad una gravidanza, conclusasi poi con aborto spontaneo, ho sospeso l'assunzione del Lobivon; in seguito non ho più assunto farmaci per un paio di anni, poiché ero in terapia con il cipralex che mi aveva abbassato la pressione, non rendendo necessario il farmaco.

Seguendo le indicazioni del ginecologo, ho sospeso il cipralex quando sono rimasta incinta e ho iniziato ad avere da subito rialzi, che però non erano costanti.

Sono stata diverse volte in ps perché avevo la minima a 100 e sono stata privatamente da due cardiologi, che mi hanno prescritto l'adalat 20 mg Chrono se la pressione superasse 140/90.

Sto facendo il diario della pressione e normalmente la massima non è mai alta (al max 130), ma la minima viaggia su valori 85/95, a volte anche 100.

Sono preoccupata per la salute del bambino, anche se mi hanno detto che al momento è protetto dalle iniezioni di clexane che sto facendo.

Sto anche assumendo 1/2 fiala di prontogest al giorno.

Quello che volevo chiedervi è: come faccio a gestire la pressione, se ho ad esempio valori di 120/90?
Devo assumere il farmaco o c'è il rischio che la pressione si abbassi troppo?

Sono preoccupata perché non riesco a trovare pace, sto sempre male, ho spessisimo emicrania e quando ho l'emicrania la pressione è mediamente più alta.

I due cardiologi mi hanno dato l'indicazione di prendere il farmaco al bisogno (??
?
) , ho visto pure un neurologo per la cefalea che non mi ha dato terapia, solo Tachipirina (che non mi fa niente) e un ciclo di agopuntura.

Sono veramente affranta, spero che possiate darmi un'indicazione.

Grazie mille
P.
s. mi è stato indicato l'adalat e non il più comune aldomet perché ho il favismo.

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Può assumere adulatore crono senza problemi .
beva molta acqua e elimini il sale,aggiunto neimcibi

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille dottore.
Ieri l'ho assunto, ma sono stata male, dopo un paio d'ore dall'assunzione mi sono svegliata tutta rossa in faccia, con difficoltà a respirare e battiti a 150.
Sono andata in ospedale e mi hanno somministrato 1ml di seloken EV.
Adesso sto meglio, ma temo che non sia il farmaco per me, al telefono Rosso mi hanno parlato del labetalolo, spero che possa essere un'opzione per me.
Grazie ancora per la sua celere e gentile risposta.
Un saluto

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
I beta bloccanti passano la,barriera placentare e pertanto non è consigliabile nella gravida. Altrimenti glielo avrei suggerito, le pare?

ci sono altri calcio antagonisti oltre la,nifedipina come la lercanidipina, la manidipina, che possono essere impiegate .

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso