Utente
Buonasera, vi scrivo per un dubbio.


Sono una ragazza di 20 anni, e negli ultimi mesi sto vivendo dei momenti di forte stress ed ansia.
Per questo motivo meno di un mese fa mi sono rivolta ad una clinica dove ho effettuato analisi del sangue, con esito regolare se non valori dei trigliceridi e ferro lievemente alti, ma di circa 2 o 3 unità (uso cerotto concezionale, e la mia dottoressa ha attributo il leggero innalzamento dei trigliceridi a quello), e ECG sotto sforzo e a risposo, con esito ottimo e a suo avviso senza necessità di Holt, il tutto per togliermi dei dubbi circa una serie di dolori che accusavo.
Nonostante questo esami mi abbiamo sollevata, accuso ancora una serie di sintomi che vorrei sottoporvi: cuore che batte forte, in termini di intensità, come se lo sentissi più rimbombante; dolori al centro del petto di intensità e presenza variabile, fitte passeggere alla parte altra del petto o sotto il seno, e talvolta sensazione di cuore affaticato.
Nonostante l'ECG, mi chiedevo se si trattasse di una sintomologia correlabile all'ansia.
In aggiunta, credo sia importante dire che la mia postura è pessima e peggiorata nel tempo, infatti sto per intraprendere un percorso di ginnastica posturale, in quanto mi genera dolori su collo, testa, mandibola e orecchio, che a loro volta generano ansia.

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Mi pare che eri non abbia alcun problema cardiaco.
se continuasse a presentare episodi di battitomirregolare programmi un holter.

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno dottore, volevo informarla sui sviluppi. Ho eseguito un Holt che non ha registrato nessun problema, tuttavia si verificano ancora dolori al centro del petto e alle costole, sopratutto quando tocco, ed è incrementato il numero di attacchi di panico, che mi hanno spinta anche alla ricerca di uno psicologo. Insieme a questo però, accuso anchr disturbi nella respirazione, che sento affaticata, soprattutto nel compiere respiri profondi, e sento anche calore alla gola quando espiro. Che possa essere reflusso? Avendo fatto le analisi del sangue con esito buono non sto a pensare a cose troppo gravi, ma vivo da sola e non so come orientarmi per eliminare il problema. A che professionista mi consiglia di fare riferimento?

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Penso che la una tersoiamcon farmaci della sua ansia le potrebbe migliorare notevolmente la qualità di vita

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso