Clonidina e irc

Gentile dottore, volevo sapere se la clonidina, sotto forma di cerotti transdermici, ha qualche particolare controindicazione (in linea di massima) in una paziente anziana affetta da IRC al 4 stadio.
Mi è stato anche riferito che la clonidina sotto forma di compresse non più disponibile, è vero?
Grazie
[#1]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 69,9k 2,6k 2
non ha un azione nefrotossica di per se.
Ovviamente se l effetto ipotensivo fosse marcato potrebbe peggiorare anche la ,perfusione renale
Mi pare che la clonidina in compresse sia sempre in commercio.

arrivederci

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2]
dopo
Utente
Utente
Dottore, la paziente in questione è mia mamma 90enne. Si trova tra il terzo ed il quarto grado di insufficienza renale. tutti gli esami, elettroliti compresi, si trovano grossomodo nella norma tranne l'azotemia che ultimamente era di 77 mg/dl. In effetti anche l'uricemia sarebbe alterata se non facesse però uso dello zyloric 150 mg/die. A tal proposito ho letto una sua precedente risposta in cui sconsiglia vivamente l'alloprurinolo in caso di IRC...Come ci dobbiamo comportare? Esistono alternative? Il Febusostax è da consigliare?
Per quanto riguarda la clonidina in compresse il farmacista mi ha detto che è stata ritirata e che si trova solo sotto forma di cerotti.
[#3]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 69,9k 2,6k 2
Innanzi tutto la,paziente deve essere idratata almeno con un litro e mezzo di acqua al giorno. perché l azotemia è indice fedele di disidratazione .
L allopurinolo è nefrotossico il febosostax invece no.

Non so che terapia stia seguendo la,Signora ( spero che non assuma diuretici ...) perché molti farmaci sono nefrotossici .

mi Sa dire per cortesia i valorimdi creatini a e degli elettroliti ?

grazie

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#4]
dopo
Utente
Utente
Dunque, la creatinina oscilla da 1,50 a 1,70 ca. Uricemia 5,3 (con allopurinolo 150 mg/die); azotemia 73. Elettroliti, potassio 4,9; sodio 142; calcio 9,0; fosforo 4,2; PTH 1,41; vit. D 21,3 (ora prende calcitriolo 0,25 a gg. alterni, il Dibase non sortiva effetti)).

Esame urine di 2 gg. fa: proteine 30 mg/l; microalbuminuria estemporanea 50 mg/l. Però dalla clearence della creatinina di mesi fa risultava: creatinina 1,70; microalbuminuria 303,3 mg/l; proteinuria 24h 1034,0. Clearence creatinina 23 ml/minuto.

A giorni ripeteremo la clearence anche perché vedo mia mamma con stanchezza accentuata e gonfiori agli arti che sono aumentati. Su quest'ultimo punto tengo a precisare che prende il norvasc e non so fino a che punto possa incidere. La diuresi nelle 24h è regolare. Beve 1 L. acqua al giorno, max 1,2 L. e desisto nell'insistere di più in quanto vedo che in questo caso il gonfiore agli arti aumenta. Purtroppo 2 volte ca. a settimana prende diuresix appunto per attenuare il gonfiore.
[#5]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 69,9k 2,6k 2
Vede, lei forse non comprende che una persona di 90 anni abbia dei notevoli pronblemi cardiaci e renali.
Fortunatamente il diuresix ogni tre giorni fa bene al farmacista ma e' del tutto inutile alla paziente.

Gli edemi declivi sono un effetto collaterale "estetico" legato alla amlodipina, farmaco intelligente da impiegare in questo caso perche' aumenta la portata renale.
Contraiamente a cio' che pensa, e per motivi che e' difficoile spiegre in questra sede , l'acua e' lunica slavezza della paziente che e' esattamente l'opposto di usare uno stupoido diuretico.
Piccole dosi di antialdosteronico (veramente minime del tipo 12,5 mg di canrenoato) possono essere utili purche venga monitoata la funzione reanale e l'equilibrio elettrolitico.

Che altri farmaci assume?

Comprende da se' , data l'eta', che la "coperta sia corta"

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#6]
dopo
Utente
Utente
Dottore, comprendo perfettamente i problemi legati all'età di mia madre, però sicuramente comprenderà che da figlio vorrei fare tutto ciò che è umanamente possibile per tamponare certi problemi...
Le chiedo, c'è un modo per distinguere gli edemi dovuti al norvasc da quelli legati ai problemi renali? Da profano credo che se il flusso di urina nelle 24h sia buono, già questo sia un buon indizio, sbaglio? Ho un paio di parenti che usano Iperten e non norvasc; queste persone non accusano edemi, è solo un fatto di sensibilità personale o l'altro calcioantagonista da meno problemi in tal senso?

I 12,5 mg di canrenoato, dovrebbe assumerli all'occorrenza o con una certa frequenza settimanale? Chiaramente, come da lei detto, monitorando gli elettroliti ecc.

Per l'azotemia alta è preferibile il FEBUXOSTAT al posto dell'allopurinolo?

Altri farmaci che assume, prutroppo da 40 anni e passa la sera prende 9 gtt di En e 3 gtt Laroxyl, e sicuramente questo avrà avuto il suo peso ma è un soggetto che va incontro a depressione e non è mai riuscita ad uscirne anche con altri psicofarmaci di nuova generazione.
Prende poi Esapent 1000 due volte ai pasti (e non credo sia un problema...), e cardioaspina 100 a pranzo.
Come già detto, amlodipina che varia da 5 mg a 10 mg in quanto i valori pressori non sono costanti; ed in ultimo tardyfer a gg. alterni. La ringrazio ancora per il gentile riscontro.
[#7]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 69,9k 2,6k 2
Il febuxat e' nettamente preferibile all'allopurinolo.
Il canrenoato va assunto ogni giorno, indipendentemnete dai pasti

La terapia migliore per questi pazienti e' l' acqua ...

arrivederci

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#8]
dopo
Utente
Utente
Dottore salve, l'aggiorno sulla situazione. Questa mattina mia mamma è stata visitata dal medico curante visto l'accentuarsi del problema, dal suo punto di vista c'è anche una componente di linfedema che va ad accentuare l'effetto dell'amlodipina, della componente renale e di quella cardiologica. Ho informato il medico dei suoi consigli riguardo all'aggiusto della terapia ed è stato pienamente d'accordo. Un'unica mia perplessità è che ora leggendo in rete mi sono imbattuto in degli studi che associano l'uso del febuxostat a delle morti improvvise, cose c'è di vero?
Può suggerirmi qualcosa in merito al linfedema? Grazie ancora
[#9]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 69,9k 2,6k 2
Guardi eviti di girovagare su inernet a cercare diagnosi bislacche.
Potrebbe convincersi che la terra e' piatta.
Quel farmaco e' un farmaco sicuro.

Per cio che riguarda il, linfedema a 90 anni non si cura. si sopporta.
Piccole dosi di antialdosteronico sono ovviamente consigliat

cecchini

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#10]
dopo
Utente
Utente
Dottore buonasera, mi scusi ma avrei ancora bisogno di suo parere. Questa mattina mia mamma ha fatto una visita cardiologica con ECG. Esito blocco atrio ventricolare di I grado e blocco completo di branca destra. Il suo collega, nonostante abbia dimostrato anche lui una certa titubanza verso il lasix su persona affetta da IRC, al momento ha detto che la furosemide si rende necessaria non tanto per gli edemi agli arti ma per eliminare eventuali accumuli di liquidi riguardanti il cuore, e su questo il potassio canreonato può ben poco. Qual' è il suo parere? Eppure mia mamma attualmente con canreonato 12,5 mg sta urinando tantissimo, anche più della quantità dei liquidi introdotti, tant'è che sto pensando di farglielo assumere a giorni alterni. Grazie
[#11]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 69,9k 2,6k 2
A me non interssa cosa dicano altri Colleghi
Le ho consigliato u8na corretta terapia

arrievderci

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#12]
dopo
Utente
Utente
...Della serie il medico sono io e non ammetto la benché minima obiezione, ok?! Se le avevo chiesto un ulteriore parere era solo perché mi aveva ispirato fiducia e volevo un suo parere sulla scuola di pensiero del collega. Vabbé, pazienza le sono comunque grato per avermi dato altre prospettive. Saluti
[#13]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 69,9k 2,6k 2
no caro utente.
se il suo cardiologo le dice che l antialdosteronico di potassio può ben poco significa che conosce poco di fisiopatologia cardiovascolare

se,poi le,avesse consigliato dimassumerlo a giorni alterni questa mia impressione sarebbe confermata in quanto occorrono 72 ore di assunzione quotidiana di antialdosteronico per bloccare la reazione Renina , angiotensina ed antialdosterone

dal momento che mi pare che lei sia ironico su di me, d ora in poi chieda consulto agli altri cardiologi qui sul sito

sono 13 post che sto dietro alla sua parente 90 enne, con garbo dedizione

Mi prende in giro?

bene .

la saluto definitivamente

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#14]
dopo
Utente
Utente
Non è da me prendere in giro chi ne sa più di me, voleva solo essere una piccola critica che credo a chiunque possa essere concessa. Mi dispiace che abbia frainteso. Il mio grazie era autentico. Saluti

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa