Bradicardia eccessiva

Salve, sono qui per porvi una domanda riguardo una cosa che a tratti mi rallegra e a tratti mi preoccupa, e riguarda la mia frequenza cardiaca durante la notte.
Premetto che ho gia chiesto un consulto riguardo questa cosa ma la situazione ora è abbastanza diversa rispetto a prima e proprio per questo ripropongo il quesito.
Sono un ragazzo di 23 anni, alto 1, 87 e peso 65 kg circa.
Ho iniziato a fare running da un paio di mesi e vado quasi tutti i giorni, 4 Km al giorno.
Ció che mi preoccupa è che durante la notte i miei battiti scendono intorno ai 40-45 bpm per poi (verso le 6-7 di mattina) scendere intorno ai 37 battiti, ogni notte; stanotte sono scesi ben due volte a 34 battiti.
Cio che mi preoccupa è che, si, sto continuando a correre durante le mie giornate e questo potrebbe incidere, ma il mio cuore sta abbassando sempre di più la frequenza, io per ora non sto percependo sintomi strani, tranne che a volte mi sveglio durante la notte ma comunque senza sintomi strani come giramenti di testa o debolezza.
34 battiti mi sembra un po troppo basso, ma ciò che più mi preoccupa è quanto è destinata a scendere ancora la frequenza cardiaca, perchè ovviamente non è pensabile che io arrivi sotto i 30 battiti/minuto.
Ho perso circa 7-8 battiti a riposo in 2 mesi e non so se ne perderó altri ma mi sembra che stia succedendo e anche velocemente.
Premesso che ho eseguito circa 5 mesi fa ecocolordoppler, holter 24h, ecg e test da sforzo, tutti risultati ottimali per fortuna, vorrei sapere da voi se posso stare tranquillo, sia per ora, sia nel caso dovessero abbassarsi ancora, e nel caso quale sarebbe una soglia raggiunta la quale dovrei affacciarmi verso qualche esame cardiologico nuovamente, grazie.
[#1]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 108.1k 3.6k 3
Il fenomeno è legsto al suo allenamento.
Non si preoccupi che il suo cuore non si ferma...


cecchini

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2]
Utente
Utente
Grazie mille dottore. Colgo l’occasione per chiederle un’altra cosa. A volte, non tutte le notti ma 2 a settimana piu o meno, ho delle tachicardie notturne. Io non le avverto, non mi sveglio né altro, le solo vedo quando visualizzo la fc letta dallo smart watch. Il piu delle volte rimane entro i 100 battiti ma in alcuni casi è arrivata anche a 130. Nella lettura si vede come il cuore abbia iniziato ad accelerare abbastanza gradualmente fino ad arrivare nel giro di 30 minuti da 50 a 130 battiti, per poi mantenere questa frequenza per 10 minuti circa. 2 minuti dopo è tornato a 45, quindi non molto gradualmente. Cosa puo essere? Grazie in anticipo.
[#3]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 108.1k 3.6k 3
Premesso che quegli orologini NON sono affidabili e che stiano rovinando la vita di migliaia di persone, le variazioni notturne di frequenza sono legate all'attivita' onirica (sogni..)

cecchini

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso