Precisazioni pressione arteriosa diastolica

Partecipa al sondaggio
Buongiorno Carissimi,
Vi scrivo per cercare di avere le idee chiare in merito alla mia pressione arteriosa.

Sono un soggetto lievemente ansioso; sottolineo la parola "lievemente", in quanto non ho attacchi di panico, la mia frequenza cardiaca è sempre perfettamente nella norma anche quando avverto sensazioni di ansia ed avverto tali sensazioni di ansia ed angoscia solo in caso di visite mediche o di procedure mediche, soprattutto durante la misurazione della pressione arteriosa.

Fatta tale premessa, vengo al punto: spesso, mi capita che durante le prime 2 o 3 misurazioni della pressione arteriosa, i valori della diastolica siano lievemente alti, per poi abbassarsi durante le successive e consecutive misurazioni.

Faccio un esempio pratico di valori diastolici di una serie di misurazioni effettuate ieri in mattinata:

- 88
- 92
- 87
- 82
- 85
- 82
- 82
- 82
- 79
- 75
- 78
- 82
- 84
- 84
- 71
- 82
- 82
- 77

Come avrete notato, le prime 3 misurazioni sono state lievemente alte, mentre le molte e consecutive misurazioni successive sono rimaste nella norma.

Mio fratello, che è al secondo anno di cardiologia, mi ha assicurato di poter star tranquillo perchè si tratta di valori normalissimi e che i primi valori lievemente alti sono dovuti alla mia ansia, seppur lieve.
Inoltre, ha continuato dicendo che se fossi iperteso, tutti i valori successivi non sarebbero stati perfettamente nella norma, ma avrebbero continuato ad essere elevati.

Non che non mi fidi di mio fratello, ma dato che si trova solo al secondo anno di medicina e dato che la medicina è fatta anche di pareri diversi e contrastanti, avrei piacere se anche voi, cardiologi più esperti, poteste darmi un vostro parere in merito.

Secondo voi, leggendo i valori riportati sopra, si tratta di valori pressori normali?
Non fa nulla che le prime 2 o 3 misurazioni diastoliche siano lievemente alte?

Grazie tante
Distinti saluti
[#1]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 109.3k 3.6k 6
Suo fratello non può essereal secondo anno di Cardiologia se è al secondo anno di medicina...si decida

Lei ha valori perfettamente normali e smetta di misurarsi

Cecchini

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2]
Utente
Utente
Perdoni il refuso: mio fratello è al secondo anno di specializzazione in cardiologia.
Inoltre, ringraziandola per la Sua precedente risposta, vorrei approfittarne della Sua esperienza per poterle chiedere altre due cose:

1) Non ho compreso se Lei intendeva dire che i miei valori sono normali in quella specifica serie di misurazioni che ho indicato nel mio precedente post oppure se risultano normali anche se costantemente, tutti i giorni, presento nelle prime 2 o 3 misurazioni dei valori più elevati del normale, per poi ridursi con le successive.
In sostanza, se tutti i giorni dovessi presentare qualche valore più elevato del normale nelle prime misurazioni, per poi ridursi in tutte le misurazioni successive, questo potrebbe creare problemi al cuore?

2) Ho letto che le linee guida affermano che la pressione arteriosa deve essere misurata in un clima confortevole: nè troppo caldo, nè troppo freddo.
Tuttavia, ho anche letto spesso che la pressione arteriosa tende a salire in condizioni di forte freddo, a causa della sua azione vaso-costrittiva.
Pertanto, mi sono chiesto spesso se è sufficiente misurare la pressione solo in un ambiente con clima mite e confortevole, così come raccomandano le linee guida, se poi con il freddo i valori pressori aumentano.

Cortesemente, se non Le crea problemi, Le chiedo di rispondere ad entrambi i quesiti.
Tante grazie
Saluti
[#3]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 109.3k 3.6k 6
Mi ascolti bene...
Lei ha problemi di ossessione sui valori pressori che non sono di poertinenza cardiologica perche sono NORMALI.
Come le avrea detto il suo fratello specializzando in Cardiologia.

Il mio consulto finisce qui, dato inoltre che lei ha un fratello pressoche cardiologo....on no?

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

Ipertensione

L'ipertensione è lo stato costante di pressione arteriosa superiore ai valori normali, che riduce l'aspettativa di vita e aumenta il rischio di altre patologie.

Leggi tutto