Utente 510XXX
Buonasera,
avrei bisogno di un vostro parere medico: mia madre circa due anni fa è stato diagnosticato un carcinoma maligno alla papilla di vater presentatosi senza dolori solo con intenso prurito e crosticine su tutto il corpo e forte dimagrimento. Considerato inoperabile inizialmente, si eseguono 8 cicli di chemio e successivamente si esegue l'intervento di duodenocefalopancreasctomia. Successivamente si eseguono controlli di routine con tac e marcatori tumorali. Tutto nella norma. Ma in questo ultimo mese qualcosa è cambiato: ha avuto febbre a 39 preceduta da un forte tremore senza sintomi di raffreddamento. Vengono prescritti esami di sangue più completi, riporto di seguito i valori alterati:
GOT/AST 57
GPT/ALT 72
BILIRUBINA totale 3,24
BILIRUBINA indiretta 1,80
BILIRUBINA diretta 1,44
GGT 344
amilasi pancreatica 2
creatinina 0,47
PROTEINA C reattiva 30,50
CEA 4,23
CA125 15,20
CA 19,69
VES 45
Il mio dubbio, la mia paura è che il male si sia ripresentato ma nello stesso tempo mi chiedo come è possibile se la parte 'malata' è stata tolta con l'intervento? cosa può ostacolare il passaggio della bile? Dai valori che ho riportato è possibile che la patologia si sia ripresentata?
Grazie per la disponibilità, cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Teoricamente e' possibile ma potrebbe anche essere un problema infiammatorio o una fibrosi meccanica. Va adeguatamente studiata nel centro a cui afferisce. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2] dopo  
Utente 510XXX

Egr. Dr. Favaro,
che cosa si intende per fibrosi meccanica?
Ma il valore GGT a 344 cosa indica? Tenga presente che il valore di riferimento ha un valore massimo pari a 38 per le donne.
Grazie per la sua disponibilità.
cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Una stenosi benigna dell'anastomosi biliodigestiva.
Puo'indicare un problema al fegato.
Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#4] dopo  
Utente 510XXX

Buonasera Dr.Favara,
l'intervento di duodenocefalopancreasctomia nel tempo può portare delle complicanze? nel senso che può essere l'intervento stesso l'ostacolo del normale flusso della bile?e quindi non poter intervenire?
Ho questi dubbi perché mia madre ha eseguito la pet dove non è stata evidenziata una ripresa della malattia. Ma nell'attesa di questo esame (era comunque programmato come controllo)ha avuto episodi di febbre a 40 e pertanto sono stati eseguiti esami del sangue più approfonditi i cui valori gli ho riportati nel primo messaggio. Per cui si pensa a un'infiammazione delle vie biliari. Ora è sotto antibiotico ed è in programma per un'ecografia all'addome completo.Potrebbe anche trattarsi che il fegato non riesce a lavorare bene perché reso 'affaticato' dall'intervento stesso?
Grazie mille per la sua disponibilità.
La saluto cordialmente

[#5] dopo  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Certo sono tutte ipotesi ragionevoli da verificare. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it