Dolore pelvico: ernia inguinale?

Partecipa al sondaggio
Buongiorno, ho 32 anni e da circa un paio di anni soffro di un leggero fastidio alla zona pelvica.


Due anni fa, con l'aumentare della frequenza di questi dolori, ho effettuato una risonanza magnetica e mi sono state riscontrate due ernie inguinali, una a destra più grande e una a sinistra più piccola.


Non ho più avuto modo di approfondire e fare la visita dal chirurgo perchè a causa del covid ho cercato di evitare di frequentare gli ospedali e le cliniche.


Nei mesi successivi il dolore si è affievolato e si è riaffacciato più forte solo in alcuni periodi brevi.


Il dolore in generale non è mai sparito del tutto ed è più forte al tatto, e si concentra principalmente nella parte subito sopra al pene ma lateralmente (sia a destra che a sinstra dove ci sono i peli pubici) ma arriva fino all'inguine e avverto a volte anche senso di pesantezza ai testicoli.


Negli ultimi mesi il dolore è peggiorato e si è fatto più costante e più acuto (peggiora stando seduto e diminuisce da sdraiato).
Il dolore è simile ad un bruciore e a delle puncicate, al tatto aumenta e sopratutto vicino l'inguine (nella parte alta molto vicino all'osso).
Al tatto è sempre presente.


Da alcuni mesi ho rapporti sessuali più frequenti, in quanto ho una relazione stabile e infatti proprio in questi giorni, con l'aumentare dell'attività sessuale, i dolori sono aumentati moltissimo in particolare nella parte destra (sempre subito sopra il pene).


Mi fa male sia durante ma sopratutto i giorni dopo il rapporto.


Non capisco se il dolore aumenta per lo sfregamento o per lo sforzo ma ho fatto caso che il dolore aumenta anche in concomitanza di sforzi fisici in generale.


Mi da più o meno fastidio anche in base ai pantaloni che indosso.


Soffro anche di colon irritabile e non riesco a capire questo dolore da cosa sia dovuto e mi sembra di notare che aumenta in concomitanza di emorroidi e irritazioni del colon.


Sono molto preoccupato perchè sono già alcuni anni che va avanti e ho paura che possa essere qualcosa di serio.


Sono anche intollerante al lattosio in maniera lieve, ma essendo vegetariano non riesco a rinunciare anche ai latticini e quindi mangio molto lattosio nonostante non dovrei farlo e questo mi comporta fastidi.


Spero che qualcuno possa aiutarmi a capire se sono sintomi normali dell'ernia inguinale o del colon irritabile, oppure di cosa potrebbe trattarsi.


Sono un sogetto ansioso e somatizzo nel colon e si crea rigidità muscolare (ho rigidità anche alla schiena ad esempio e in generale a tutti i muscoli dell'addome).



Grazie, buona giornata
[#1]
Dr. Giuseppe D'Oriano Chirurgo oncologo, Colonproctologo, Chirurgo generale, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo d'urgenza 12.9k 366 4
A distanza pretende troppo!
Solo con una visita diretta sarà possibile chiarire quale delle sue patologie è predominante e che cosa è giusto fare nel suo caso.
Cordiali saluti.

Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2]
Utente
Utente
La ringrazio per la risposta celere.
Potrebbe almeno dirmi se il dolore acuto in quelle zone (che aumenta al tatto) e protatto nei mesi, può essere tipico dell'ernia inguinale?

Grazie
[#3]
Dr. Giuseppe D'Oriano Chirurgo oncologo, Colonproctologo, Chirurgo generale, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo d'urgenza 12.9k 366 4
Potrebbe.
Solo con una visita sarà possibile confermarlo o escluderlo.
Prego.

Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

Colon irritabile

Il colon irritabile (o sindrome dell'intestino irritabile) è un disturbo funzionale che provoca dolore addominale, stipsi, diarrea, meteorismo: cause, cure e rimedi.

Leggi tutto