Utente 413XXX
Salve,
gentili dottori vi scrivo più per avere rassicurazioni che per un vero problema. Sono una persona abbastanza ansiosa quando si tratta di salute. Avevo da circa due anni una cisti sebacea alla spalla destra che la settimana scorsa ha cominciato ad infiammarsi portandomi disturbo. La dottoressa ha cosí deciso di incidere in anestesia locale per togliermela (senza punti di sutura). Durante "l'intervento" ha notato che ve ne era un'altra e ha proceduto alla rimozione del pus e di entrambe le capsule delle cisti. Il giorno dopo ho avuto mezza giornata di febbre arrivata a 37,6 finita in giornata. Ho fatto 5 giorni di antibiotico, due compresse al giorno da 750. Ora a 5 giorni dell'operazione sto abbastanza bene: ho smesso di prendere l'antibiotico, il rossore che era molto esteso si é ritirato attorno al punto dell'incisione (molto poco esteso) come il gonfiore. Ho avuto due giorni di dolore alla spalla e anche questo è andato man mano scomparendo fino a non sentire più alcun disturbo muovendo la spalla o strisciandola per sbaglio. La dottoressa mi ha detto (senza vedere di presenza) che posso togliere il bendaggio.

Vi scrivo per sapere se il decorso post operatorio sta andando come dovrebbe andare e se é normale a 5 giorni dall'intervento avere ancora una aureola rossa leggermente gonfia attorno al punto dell'incisione. Quanto si aspetta in media per una completa guarigione anche della pelle intorno?
grazie, attendo vostre risposte.
P.s: la dottoressa ha detto che vuole vedermi a due settimane dall'operazione.

[#1]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Da quanto descrive e per la natura dell'affezione (infetta) si può senz'altro dire, con i limiti del consulto a distanza, che il decorso lo si possa considerare assolutamente normale.

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com