Utente 542XXX
Buon pomeriggio
Vi scrivo per conto di mio padre, 85 anni, il quale lo scorso Lunedì si è accorto di una grossa massa sotto l'ascella destra
Essendo un tipo molto scrupoloso ed attento alle proprie condizioni di salute (e di quelle dei proprio familiari..), sostiene di non essersi accorto nei giorni/settimane precedenti di una qualche pallina o altro nel cavo ascellare
Quello che ricorda è "solo" un pizzichio sotto l'ascella che lui imputava al materiale degli indumenti che indossava
Comunque lo stesso Lunedì si è recato al PS ed è stato sottoposto ad esami del sangue/emocromo completo (tutto nella norma non stò qui a elencarveli) ed ecografia della zona interessata
Il referto dell'ecografia è stato:
"L'esame ecografico ha documentato in sede ascellare destra grossolana formazione solida di circa 5x3 cm ad ecostruttura disomogenea che necessita di tipizzazione cito-istologica"
Gli è stata consigliata visita dal chirurgo prima di procedere all'ago aspirato
Il giorno successivo si è recato dal chirurgo il quale ha affermato che l'ago aspirato è totalmente inutile visto che la massa è solida e non liquida e che comunque questa massa va tolta il prima possibile
Non si è espresso sull'eventuale natura, ma prima dell'intervento ha segnato altri esami ed una TC toracica
Premetto che al PS gli è stata fatta anche una RX al torace con il seguente referto:
"Non alterazioni parenchimali a focolaio in atto.
Ispessimento delle pareti bronchiali espressione di alterazioni aspecifiche di tipo bronchitico e peribronchitico.
Cavità pleuriche libere da versamenti.
Immgino cardio-mediastinicanei limiti della norma".
Tra gli altri esami che ha già fatto un ECG perfettamente nella norma, ed un'elettroforesi sieroproteica dal quale risultano solo leggermente alterati i valori dell'Albumina (3,85 g/dl) e delle Beta 2 (0,51 g/dl) che peraltro confermano all'incirca gli stessi valori che lo stesso esame aveva manifestato circa 2 anni prima.
Il grafico della stessa elettroforesi risulta pienamente nella norma

Fermo restando che naturalmente solo dopo la TC si potrebbe avere un'idea un pò più chiara, cosa pensate che possa essere questa massa?
Dimenticavo..attualmente mio papà non ha assolutamente sintomatologie particolari (dolore, sanguinamento, febbre, inappetenza, dimagrimento..)

Grazie in anticipo per il vostro interessamento

[#1]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non concordo affatto con il parere del chirurgo e non toglierei nulla (!!!) prima di sapere cosa e se togliere cosa.
Quindi farei l'agobiopsia consigliata e una visita ONCOLOGICA per sapere quale sia il punto di partenza della tumefazione ascellare , in considerazione anche dell'eta' del papa'.

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 542XXX

Buongiorno Professore ed intanto grazie per la celere risposta
Domani comunque abbiamo la TC che ci era già stata prescritta
Già da quella si potrebbe "sapere" qualcosa di più?
Consiglia di fare una visita oncologica perchè dà per scontato che sia comunque una neoplasia?

Grazie ancora