Utente 527XXX
Gentili Dottori, sono un ragazzo di 30 anni. Un mese fa mi sono rivolto ad un vostro collega Chirurgo Maxillo-Facciale e, in sede di visita, è emersa la necessità di intervenire chirurgicamente sia con una rinosettoplastica sia con una espansione chirurgicamente assistita del mascellare superiore (sarpe) per correggere un’ipoplasia suo piano trasverso del medesimo. Le soluzioni prospettate sono state le seguenti: intervenire per entrambe le problematiche con un unico atto chirurgico ovvero intervenire in due step (prima con Sarpe e poi con rinosettoplastica). Quello che volevo chiedervi, per sciogliere un mio dubbio, è questo: secondo la vostra esperienza, potrei intervenire prima con la rinosettoplastica e poi successivamente con la SARPE, dopo un ovvio periodo di riposo per i tessuti? Oppure è meglio intervenire con un unico atto chirurgico o addirittura, al contrario, prima con Sarpe e poi successivamente con rinosettoplastica? Lo chiedo perché essendo impegnato con il lavoro, avrei molta più comodità ad effettuare dapprima la rinosettoplastica e successivamente la Sarpe, ma ho paura che una Sarpe successiva alla rinosettoplastica non sia consigliabile per la stabilità di quest’ultima...
Grazie in anticipo a tutti voi per il contributo che fornite a questo importante forum.

[#1]  
Dr. Michele Romano

24% attività
12% attualità
12% socialità
PESCARA (PE)
FRANCAVILLA AL MARE (CH)
FARA SAN MARTINO (CH)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Buongiorno,
la rinosettoplastica va fatta in seguito alla SARPE, non prima, proprio per evitare alterazioni posizionali del setto in seguito all'espansione del mascellare superiore.

Distinti saluti
Dr. Michele Romano
Chirurgo Maxillo-Facciale
dott.micheleromano@gmail.com