Utente
Sono una donna di 29 anni che soffre da sempre di forti dolori mestruali. Insieme al mio ginecologo stiamo facendo degli accertamenti. Abbiamo escluso l'endometriosi, anche se manca ancora una colonscopia che ho già prenotato in ospedale e sono in attesa di fare. Nel frattempo i dolori comunque ci sono e sono anche alla ricerca di un farmaco che possa fare al caso mio. I vari ibuprofene, ketoprofene, nimesulide etc.. non mi fanno effetto. Gli unici con i quali ho trovato un vero giovamento sono stato gli antispatici. Ho provato spasmomen ma è troppo blando. ho provato buscopan ma sono allergica. Perciò il mio ginecologo mi ha dato il rilaten, che ancora non ho provato. Vorrei sapere:
1. è più forte del buscopan?
2. è più efficace?
3. ci mette molto ad agire?

Grazie mille anticipatamente.

[#1]  
Dr. Marco Catani

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
gentile utente,

se lei volesse un confronto tra i farmaci da lei indicati basterebbe qualche clik su internet e potrebbe farsi una "cultura" personale anche se da profana in campo medico (purtroppo non per quanto riguarda i motivi della loro assunzione). il rilaten posso solo dirle che è un farmaco più recente del buscopan.

per quanto riguarda i tempi di azione queste riguardano chiaramente la via di somministrazione se orale, per via intamuscolare ed endovenosa o per via transanale (supposte).

in linea di massima dovrebbero avere un tempo simile a parità di introduzione.

è importante poi la sensibilità personale al farmaco.

volevo ricordarle che la consulenza a distanza è estremamente limitata e che maggiori informazioni su queste problematiche possono essere richieste al proprio medico curante il quale a parte i discosi teorici può dare un consiglio più mirato al soggetto che ha di fronte in quanto ha avuto modo di visitarla.

cordiali saluti

Marco Catani
http://www.marcocatani.it
Il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio infinitamente per la sua celere risposta.
Dunque, si internet ho già girato e rigirato. Essendo un ingegnere informatico, per me il web è una delle prime fonti di informazione a cui attingo. In quest'ottica ho posto anche la domanda qui su Medicitalia, proprio per avviare due canali informativi parelleli: il mio personale di navigazione sul Web e questo.
Ho notato che moltissimi medici prescrivono il Rilaten in caso di contrazioni uterine durante la gravidanza, prima di iniziare una terapia con la Vasusprina. Ne deduco quindi che sia un farmaco piuttosto efficace, anche perchè non ho l'alternativa del Buscopan, perciò, come si dice, o questo o questo!
La modalità di assunzione è ovviamente la compressa di 10mg, perchè non sono capace di farmi una puntura da sola, nè ho persone intorno a me in grado di farmela. Deduco però dalla sua risposta, mi corregga se sbaglio, che il riletan tramite iniezione agisce più velocemente rispetto alla compressa. Anche qui: o questo o questo!
Infine volevo precisare che, nonostante abbia ugualmente voluto fare una premessa riguardo ai motivi che mi spingono a prendere il rilate, io non richiesto una consulenza a distanza sulla mia persona e sul mio stato di salute. Bensì una consulenza sull'uso di un farmaco. Non le ho chisto pareri sulla terapia, non le ho chiesto un consulto sull'iter diagnostico che sto seguendo assieme a ben tre medici (ginecologo, di famiglia e gastroenterolo).. perciò, onestamente, scusi la franchezza, ma il suo ultimo commento lo accetto ma lo considero alquanto fuori luogo.
La ringrazione comunque infinitamente. Cordiali saluti.

[#3]  
Dr. Marco Catani

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
gentile utente,

queste consulenze a distanza non sono lete dagli interessati ma anche da altri utenti di questo sito per la precisione questa consulenza finora è stata letta da n. 36 persone!

quindi talvolta si scrive a "suocera perchè nuora intenda".

per quanto riguarda la via di somministrazione: è piuttosto intuitivo che la via di somministrazione più efficace sia quella endovenosa quella più lenta e meno efficace è quella per via orale. perchè le variabili sono più elevate in quella orale e meno in quella endovenosa.

cordiali saluti
Marco Catani
http://www.marcocatani.it
Il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale

[#4] dopo  
Utente
Siccome allora risulta intuitivo, mi scuso per averlo chiesto.
In ogni caso, informo sia lei che gli 36 utenti che mi hanno letto (evidentemente il post era piuttosto interessante!!), che il Rilaten compresse è stato decisamente efficace. Ne ho assunto in tutto 3 compresse, una il giorno prima dell'arrivo del ciclo, a causa di alcuni dolorini di colite, ed altri due contemporaneamente (dietro consiglio del mio medico di famiglia) il giorno dell'arrivo del ciclo, 15 minuti prima di andare di corpo, perchè sapevo già che quel giorno dopo l'evacuazione il colon si sarenne infiammato.
Il Rilaten ha avuto successo perchè le mestruazioni sono arrivate senza particolari dolori.
La ringrazio (anche a nome die 36 utenti che ci hanno letto) della sua consulenza. Sottolineo che avrei preferito una risposta al mio consulto, non alla presunta lettura di 36 utenti. Grazie infinite.

[#5]  
Dr. Marco Catani

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
grazie a lei

cordiali saluti
Marco Catani
http://www.marcocatani.it
Il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale