Utente
Salve, sono un uomo di 38 anni che "soffre" sa parecchio di emorroidi di I e II grado senza aver mai avuto particolari complicazioni e che si risolvevano spontaneamente o con l'aiuto sporadico di cp di Arvenuum.. Da inizio mese mi era uscita una pallina di circa 1 cm o più. Al tatto era dolorosa ma riuscivo quasi sempre a farla rientrare. Nei giorni scorsi la cosa è peggiorata e non riuscivo più a rimetterla dentro.
Ho effettuato una visita proctologica e mi è stato diagnosticato: "Garacciolo emorroidario interno procidente e con iniziale trombosi; ipertono sfinteriale. Non lesioni palpabili nel canale anale. Si rinvia l'esecuzione di anoscopia e rettoscopia".
Mi è stato solo detto di rimettere dentro quanto più volte possibile questa cosa (nonostante abbia spiegato al medico e lo abbia verificato lui stesso che se anche a fatica questo poteva rientrare se ne usciva nel giro di un paio di secondi. Mi ha dato LasonilH (in farmacia sostituito da Proctolyn in quanto già fuori commercio) e Angiovein crema da applicare con massaggio digitale e ginnastica sfinteriale.

Siccome dopo un paio di giorni avevo male e non riuscivo in questa cosa sono andato dal mio medico che mi ha prescritto iniezioni di PRISMA (1 ogni 12 ore per le prime 3 e una ogni 24 ore per altre 5).
Ora ho fatto solo le prime tre iniezioni e contavo di iniziare a notare qualche miglioramento ma ancora il rigonfiamento è rimasto identico. Il dolore è meno....ora duole solo in alcuni momenti.

Volevo domandare: continuo con le iniezioni e attendo? Dopo quanto tempo iniziano a dare risultati? Io provo continuamente a rimettere dentro questa "pallina" ma appunto se ne riesce istantaneamente visto che è troppo grande. In alcuni momenti resto anche disteso sul letto con un dito premuto contro l'ano per non farla fuoriuscire sperando che, stando dentro, sia favorito il riassorbimento, ma da lunedi dovrei tornare al lavoro e non posso certo farlo durante il giorno.
Cosa mi consigliate? E questa "ginnastica sfinteriale" consiste solo nel rimettere all'interno questo garacciolo?
Grazie mille

[#1]  
Dr. Francesco Nardacchione

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2006
Gentile signore

se da inizio mese il gavocciolo emorroidario, nonostante i trattamenti farmacologici, non è "rientrato" forse è il caso di effettuare una nuova visita proctologica per valutare una risoluzione chirurgica.

Cordiali saluti
Dr. F. Nardacchione
NB: qualunque sia il consulto la visita medica rimane imprescindibile

[#2] dopo  
Utente
No ma mi son spiegato male. Da inizio mese avevo preso solo Arvennum e il gavicciolo rientrava e usciva solo a volte mentre era peggiorato solo negli ultimi giorni tanto da non riuscire più a farlo rientrare.
La visita proctologica l'ho fatta la settimana scorsa e addirittura mi son state date solo le due creme che ho segnato e nessun altra medicina se non l'indicazione di rimetterlo dentro ogni volta che mi era possibile (nonostante avessi fatto presente che se anche lo facevo rientrare se ne usciva immediatamente).
Le punture me le ha date il mio medico e ne ho fatte 4 in totale (con oggi) (le prima 3 ogni 12 ore le altre ogni 24).

[#3]  
Dr. Francesco Nardacchione

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2006
Mi perdoni forse non avevo capito io.

Purtroppo per condividere una prescrizione farmacologica sarebbe necessario visitarla ed al momento a noi via internet questo è precluso.
Possiamo però dire che non tutte le medicine hanno una azione immediata e penso che, per ottenere qualche risultato dovrebbe attendere almeno una settimana di terapia continuativa.
In caso di persistenza del quadro clinico non esiti ad effettuare una rivalutazione proctologica.

Cordiali saluti
Dr. F. Nardacchione
NB: qualunque sia il consulto la visita medica rimane imprescindibile

[#4] dopo  
Utente
Grazie mille. In effetti dopo 4 punture il dolore è calato anche se il gavicciolo è sempre gonfio.
Attenderò di finire le punture e dopo una nuova visita proctologica che era comunque già pensata per valutare la situazione. L'unica cosa che mi lasciava perplesso era che il proctologo che mi ha visitato mi aveva dato solamente due creme per far rientrare il gaviccilo (nonostante, come ho scritto, gli avessi dimostrato che dentro non ci stava per più di 2 secondi) mentre il mio medico mi ha prescritto le punture.
Spero non ci sia bisogno di un'incisione, questa cosa mi terrorizza abbastanza.
Grazie mille per ora. Buona serata.

[#5]  
Dr. Francesco Nardacchione

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2006
In alòcuni casi, se il gavocciolo trombizzato non regredisce, la terapia d'emergenza, per ridurre il dolore, può prevedere anche una cincisione chirurgica con immediato sollievo. Tale metodica tuttavia deve essere effettuata da personale esperto e solo in circostanze estreme. Probabilmente il collega che l'ha visitata sperava nei farmaci prescritti che non si sono dimostrati soddisfacenti. Comunque mi sembra che il suo medico sia riuscito a risolvere brillantemente il suo caso.
Cordiali saluti
Dr. F. Nardacchione
NB: qualunque sia il consulto la visita medica rimane imprescindibile

[#6] dopo  
Utente
Oddio risolvere ancora no.
Diciamo che sto facendo le punture che almeno hanno "risolto" la maggior parte del fastidio che prima era più forte. Diciamo che spero sia l'inizio della guarigione. Prima avevo più fastidio ora è più leggero anche se non è sparito.
Spero che continuando qualche altro giorno di cura mi risolva completamente.

Non ho ancora capito se devo continuare a cercare di infilare sto gaviccilo dentro nonostante riesca subito o lasciargli fare il suo decorso. Perchè ammetto che a volte sto per parecchio tempo steso sul letto con un dito a tenerlo dentro nella speranza che stando dentro venga riassorbito più rapidamente. Mi può dar consiglio per questa cosa? Devo cercare di tenerlo dentro il più possibile o può regredire anche stando esternamente?

[#7]  
Dr. Francesco Nardacchione

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2006
Gentile signore

se il gavocciolo non rientra è perchè probabiulmente c'è al suo interno del sangue coagulato (trombo) che lo impedisce. La terapia prescritta serve per sciogliere il trombo e far si che il nodulo si ammorbidisca e si riduca. Pertanto eviti manovre traumatiche e lasci che i farmaci compiano il loro dovere.

Cordiali saluti
Dr. F. Nardacchione
NB: qualunque sia il consulto la visita medica rimane imprescindibile

[#8] dopo  
Utente
Grazie dottore. E' che a oggi dopo 4 iniezioni non avendo avuto ancora riscontri stavo iniziando a preoccuparmi un po'...Sinceramente pensavo che 4 iniezioni facessero se non altro iniziare a calare il volume del gavicciolo.
Tra l'altro non posso restare assente dal lavoro ancora e mi toccherà rientrare nonostante questo problema. Spero che le restanti iniezioni risolvano il problema.

[#9]  
Dr. Francesco Nardacchione

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2006
Il ricorso ad una visita poctologica serve anche a capire se la terapia in corso è sufficiente o meno. Tuttavia condivido le sue speranze.

Cordiali saluti

Dr. F. Nardacchione
NB: qualunque sia il consulto la visita medica rimane imprescindibile

[#10] dopo  
Utente
Siccome le punture non stanno facendo praticamente effetto alcuno domani mattina tornerò dal mio medico curante per decidere il da farsi.
A questo punto temo che l'incisione sia l'unica strada da seguire purtroppo.
Ho letto un po' su internet che viene eseguita una puntura di anestetico e questa cosa mi spaventa un po' vista la zona così delicata. posso approfittare della sua gentilezza per domandarle se questa puntura viene fatta dopo aver anestetizzato un po' la zona magari con qualche spray e se è dolorosa? Se ad esempio faccio un'altra visita proctologica, visti gli esiti fallimentari delle precedenti cure, potrebbe decidere di farmela al momento questa incisione o mi rimanderebbe a un altro momento? E che tempi medi di ripresa ci sono? Perchè immagino che una volta incisa poi non sia tutto immediatamente a posto.
Grazie mille per la gentilezza.

[#11]  
Dr. Francesco Nardacchione

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2006
Gentile signore
concordo con lei sulla necessità di una rivalutazione medico-specialistica. Solo dopo una visita infatti si potrà stabilire l'indicazione o meno ad un intervento e l'integrazione o sostituzione della terapia farmacologica.
In caso di incisione di un trombo emorroidario io pratico una iniezione di anestetico intorno al nodulo con ago da insulina. A detta dei pazienti il fastidio di tale metodica è totalmente trascurabile rispetto al dolore patito per la trombosi emorroidaria. Il recupero completo avviene in alcuni giorni.

Cordiali saluti
Dr. F. Nardacchione
NB: qualunque sia il consulto la visita medica rimane imprescindibile

[#12] dopo  
Utente
Quindi se fosse riscontata la necessità di intervenire è una cosa che verrà fatta a livello ambulatoriale e magari anche immediatamente dallo specialista. Credo che prenoterò tramite il servizio sanitario e non vorrei magari attendere qualche giorno per una visita e poi altri giorni per l'eventuale incisione....spero si possa fare subito, sempre se necessaria.
Sinceramente speravo venisse utilizzato anche uno spray o qualche altro tipo di anestetico prima dell'iniezione. Ho un po' il terrore di queste cose comunque domani sentirò il mio medico e di conseguenza lo specialista.

[#13]  
Dr. Francesco Nardacchione

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2006
Non si fasci la testa prima di rompersela !
Attenda la visita senza troppe aspettative, rischierebbe di rimanere deluso se il collega dovesse proporle una terapia farmacologica e non l'intervento.

Cordialmente
Dr. F. Nardacchione
NB: qualunque sia il consulto la visita medica rimane imprescindibile

[#14] dopo  
Utente
Gentile dottore questa mattina sono tornato dal medico che mi ha mandato a una visita chirurgica (con urgenza 24 ore) in cui mi hanno asportato il trombo.
La cura è: arvenum 500 (2al giorno) più semicupi con anonet o amuchina.
Siccome il medico non è stato preciso in tal senso ogni quanto dovrei fare i semicupi? Per una ventina di minuti cd può andare? Se tutto va bene pensa che domani potrei tornare al lavoro o è meglio attendere?
Grazie infinite.

[#15]  
Dr. Francesco Nardacchione

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2006
Gentile signore
spero che ora sia riuscito a risolvere il problema più urgente, anche se dovrà effettuare una rivalutazione dal proctologo tra qualche tempo per uno studio più completo delle sue emorroidi. I semicupi dovrebbero essere effettuati due volte al giorno in maniera prolungata mentre dopo ogni evacuazione dovrebbe pulirsi con l'amuchina. In merito al lavoro, se non ha eccessivi disturbi, anche domani può riprendere le sue normali attività. Consideri infine che qualche modesto sanguinamento potrebbe essere considerato normale nei primi giorni.

Cordiali saluti
Dr. F. Nardacchione
NB: qualunque sia il consulto la visita medica rimane imprescindibile

[#16] dopo  
Utente
Grazie mille per le risposte sempre velocissime, mi ha dato davvero un valido supporto in questo periodo.
Stasera dopo cena farò il primo semicupo. Ora solo sostituito un paio di volte la garza che mi hanno messo in quanto sanguinante ma anche il chirurgo mi ha detto che specialmente oggi era normale trovare sangue visto quel che è stato fatto.
La visita proctologica è in programma. La prenoterò quando tra 10 giorni tornerò al controllo dal chirurgo per vedere se è tutto a posto.
Cordiali saluti e ancora grazie di tutto.

[#17]  
Dr. Francesco Nardacchione

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2006
Sono lieto che sia riuscito a risolvere questo momento

Un saluto
Dr. F. Nardacchione
NB: qualunque sia il consulto la visita medica rimane imprescindibile

[#18] dopo  
Utente
Sono ancora a disturbarla approfittando della sua gentilezza e disponibilità.
A due giorni dall'incisione sento ancora bruciore e perdite di sangue, tutto normale immagino visto che fino alla sera prima avevo fatto iniezioni di prisma e che quindi, anche a detta del mio medico, ci vorrà un po' più di tempo per la cicatrizzazione.
Quanto tempo impiega normalmente il gavicciolo a riassorbirsi? Mi son guardato allo specchio e ho visto che il gavicciolo è ancora gonfio. Certo non ha più la colorazione in alcune parti bluastra di prima e comunque, continuando a sanguinare credo che se mai fosse rimasto qualche piccolo trombo all'interno potrebbe uscire.
Domani riprenderò il lavoro e sono un po' preoccupato perchè continua a pizzicare abbastanza e muovendomi non sto sicuramente meglio ma purtroppo non posso più mancare dal lavoro che tra l'altro non è d'ufficio quindi dovrò restare in movimento tutto il giorno. Spero che lavorando e quindi restando in piedi e camminare magari sfregando un po' non rallenti troppo la guarigione e soprattutto di non causare problemi. Ma credo di no...in fondo continuo coi miei semicupi e ogni volta sostituisco la garza sterile che mi metto per non sporcarmi...

[#19]  
Dr. Francesco Nardacchione

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2006
Gentile signore
lei non approfitta affatto e se posso esserle utile è un piacere.
Dunque cominciamo col dire che il riassorbimento di un gavocciolo trombizzato dipende dalle sue dimensioni iniziali e da quanto sangue è stato possibile asportare con l'incisione. Normalmente dopo circa una settimana dieci giorni il problema dovrebbe essere risolto, ma la sintomatologia dolorosa dovrebbe essere stata risolta definitivamente.
Continui pure con la terapia consigliata e la garza sterile ma nei primi tempi lavorativi, soprattutto dovendo spostarsi, le consiglierei di utilizzare magari un piccolo assorbente per tamponare eventuali piccole macchie di sangue.

Cordiali saluti
Dr. F. Nardacchione
NB: qualunque sia il consulto la visita medica rimane imprescindibile

[#20] dopo  
Utente
La garza credo sia sufficiente... almeno oggi è andata bene.
Guardandomi il gavicciolo sembra delle stesse dimensioni di quando è stato inciso anche se il colore è roseo normale e non più scuro come prima, ma c'è da considerare che effettivamente ho eseguito l'intervento lunedì quindi è ancora presto.
Le mie paranoie mi avevano fatto pensare per un attimo che potesse essere rimasto dentro un pezzetto di sangue raggrumato visto che il medico che mi ha inciso ha detto che c'erano diversi "trombini" (evidentemente le punture avevano iniziato a romperlo ma non erano riuscite completamente). Il fatto che continui (seppur meno rispetto al primo giorno) a sanguinare mi tranquillizza perchè penso che se qualcosa fosse rimasto uscirebbe in questo periodo...
Adesso attendo l'11 in cui avrò nuovamente la visita col chirurgo che mi ha inciso per vedere la situazione.
Ancora grazie.

[#21]  
Dr. Francesco Nardacchione

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2006
Ancora prego ... si figuri !
Ed in attesa dell'11 allora la saluto cordialmente
Dr. F. Nardacchione
NB: qualunque sia il consulto la visita medica rimane imprescindibile