Utente 150XXX
A seguito di un doloroso episodio di stipsi, conseguente all'assunzione di un nuovo medicinale per l'ipertensione (Adalat crono 60), ho cominciato a soffrire di emorroidi e di dolori alla defecazione.
I dolori si sono via via accentuati con spasmi dolorosi e duraturi e difficoltà di stare seduti o in piedi (meglio sdraiato a letto).
All'ispezione anale il proctologo mi ha riscontrato una severa infiammazione del tratto ano-rettale con stenosi e una "ragadina".
Mi è stato consigliato l'uso del Dilatan (per 60 giorni, 2 volte al giorno, per 10 minuti) con gli opportuni lubrificanti e unguenti; inoltre Daflon 500 per 15 giorni e 2 bustine di Pergidal per 60 giorni.
Chiedo quali sono i tempi di applicazione del Dilatan delle tre dimensioni nel caso in esame, cioè per quanto tempo ciascuno in sequenza temporale (una settimana, 10 giorni o per tempi diversi).
Chiedo inoltre se sia sufficiente fare una anoscopia o invece una colonscopia (ho un precedente negativo di 5 anni fa).
Vorrei capire bene se l'uso del dilatatore può risolvere il problema o se è solo proppedeutico all'intervento chirurgico.
Grazie per la cortesia

[#1]  
Dr.ssa Caterina Falchi

20% attività
0% attualità
8% socialità
SASSARI (SS)
OLBIA (SS)

Rank MI+ 28
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

Innanzi tutto, bisogna combattere e allontanare le cause di stipsi (alimentari e non), bere molta acqua e assumere molte fibre (frutta e verdura).L'applicazione in sequenza del Dilatan ,via via di calibro maggiore,dipende dai risultati ottenuti, cioè il pz stesso può valutare quanti giorni occorrono perchè diventi agevole e non dolorosa l'introduzione- per es- del calibro medio e solo dopo provare a passare a quello superiore. In ogni caso può rihiedere di fare un controllo proctologico anche se la terapia non è ultimata.
Non sempre la terapia produce effetti definitivi e, in alcuni casi, è necessario ricorrere alla chirurgia.
Salvo non vi siano sintomi di altro genere o altri segni individuati dallo specialista (di cui lei non fa menzione) al momento, potrebbe "bastare" l'anoscopia, con riserva di eseguire la colon-retto-sigmoidoscopia più avanti.

Codiali saluti
Dr.ssa Caterina Falchi

[#2] dopo  
Utente 150XXX

Gentilissima dottoressa Falchi,
La ringrazio per la cortese e sollecita risposta.
Circa lo stato attuale Le dico che la stipsi è stata superata con congrua assunzione di acqua e di fibre da frutta e verdura.
Con il dilatatore va meglio: adesso sono alla seconda misura e passerei alla terza tra qualche giorno (dopo una settimana di applicazioni con la seconda, se Lei è d'accordo).
Il dolore alla defecazione è ridotto e momentaneo, ma ogni tanto durante la giornata partono degli spasmi di più o meno lunga durata.
Grazie anche per il suggerimento di fare per il momento solo l'anoscopia, rinviando a dopo l'eventualità di ricorrere alla colonscopia.
Cordiali saluti