Utente
Salve, ho 42 anni, sono alto circa 1,70 e peso circa 60 kg
Da circa 4 anni, mi hanno diagnosticato il morbo cealiaco. Prima di tale diagnosi avvertivo una continua pesantezza di stomaco ed una lieve difficoltà nel defecare dovuta a feci molle e grasse.
Dopo l'inizio della dieta, tali sintomi sono scomparsi.
Negli ultimi cinque-sei mesi, sto avvertendo notevoli problemi nel defecare.
Ossia, la mattina appena sveglio, vado regolarmente al bagno, con feci normali.
Dopo circa una mezz'ora, che abbia fatto colazione (qualunque cosa io mangi) o meno, avverto un impellente urgenza nel defecare, con evacuazione relativa di feci molli, grasse, accompagnate da muca giallastro. Tale sintomo avviene per circa 2-3, a volte anche 4 volte, durante la mattinata.
Ovvio che durante le ultime volte, evacua una scarsa quantità di feci, ma lo stimolo è sempre impellente.
Alcune volte, ho anche notato la presenza di sangue al termine della pulizia.
Il mio medico curante ha supposto una intolleranza al lattosio. Sto aspettando l'esito dell'esame, ma ho notato che anche mangiando latticini durante la giornata, non risento di tale stimolo.
Tali urgenze avvengono solo nelle prima o dopo due ore che mi sono alzato.
Attendo una risposta.
La ringrazio per l'attenzione

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Sembrerebbe una sindrome del colon irritabile.
È sicuramente utile attendere l'esito del Breath test.

Cordiali Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente
Grazuie del consulto.
In attesa del risultato del breath test, il mio medico mi ha consigliato anche di cominciare una dieta senza lattosio.
Sarebbe così gentile da indicarmi un eventuale iniziale trattamento per ovviare all'eventuale colon irritabile?
Grazie mille

[#3]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
L'uso di procinetici, di compattanti fecali come la Diosmectite ed antidiarroici potrebbero esserle utili.

Ne parli pure con il suo curante.

Cordialmente

Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#4] dopo  
Utente
Salve dottor Quatraro,
dall'esame del Breath test mi hanno riferito una leggera intolleranza al lattosio.
Inoltre, mi hanno fatto eseguire uno screning completo delle ipotetiche intolleranze con uno strumento elettrico di cui non ricordo il nome.
Secondo tale esame, mi hanno confermato l'intolleranza al lattosio, inoltre, mi hanno comunicato di cercare di evitare i seguienti alimenti: Birra, limone, noci, prezzemolo, pomodoro e sopratutto mais.
Ora, dover evitare il lattosio, mi sembra complicato ma fattibile, quello che mi risulta difficile evitare è proprio il mais visto che sono celiaco e la maggior parte degli alimenti per celiaci, si basa su tale ingrediente.
Il medico mi ha riferito "come se il mio corpo, dopo 4 anni di alimentazione a basa di mais, chieda una pausa", pertanto mi ha consigliato di provare ad eliminare tali ingredienti per poi provare a ripetere il test per controllo.
Secondo Lei, quanto valore ha tale tipologia di test?

[#5]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Personalmente conosco tre intolleranze alimentari (lattosio, fruttosio, glutine) che prevedono esami codificati e riconosciuti dalla medicina ufficiale, non conosco l'intolleranza al mais.

Cosa diversa sono le "allergie" alimentari.

Non so giudicare il test a cui è stato sottoposto, di cui non riporta le esatte caratteristiche.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#6] dopo  
Utente
IL test in questione è un test che si svolge mantenendo un elettrodo in una mano e valutando la risposta dello strumento appoggiando un secondo elettrodo (puntale) sulla estremità del medio dell'altra mano.
Quello che ha sorpreso è l'esito del breath test, che ha rilevato una leggera intolleranza.
Mi sembra strano. Pensavo che i risultati fossero solo o positivo o negativo

[#7]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
No, vi sono vari gradi di intolleranza.

Nessun test con elettrodi non fa parte della mia diagnostica specialistica.


Cordiali
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#8]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
... pardon, errata corrige:

deve intendersi
"Nessun test con elettrodi FA parte della mia diagnostica specialistica",

ovviamente in tema di intolleranze digestive.


Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it