Utente
Il giorno 14/03 ho avuto in seguito a diarrea la fuoriuscita di emorroidi esterne non sanguinanti alquanto dolorose. Il giorno successivo dopo aver parlato con il medico mi ha prescritto una cura a base di daflon e pomate (proctosol). Il giorno 18/03 stavo meglio e le emorroidi rientravano quasi totalmente applicando una piccola pressione, ho deciso allora di recarmi come di consueto in palestra. Concluso l'allenamento non ho avvertito alcun fastidio ma ieri mattina 19/03 ho notato che le emorroidi erano fuoriuscite nuovamente e che questa volta erano sanguinanti. Oggi 20/03 le emorroidi sono ancora trombizzate e non rientrano manualmente. La mia domanda è quindi la seguente: quando potrò tornare ad intraprendere attività fisica? Meglio aspettare finchè non rientrano in maniera completa? Di solito quanto tempo occorre?

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Probabilmente conviene considerare una soluzione definitiva probabilmente chirurgica ed evitare ulteriori riacutizzazioni.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2]  
Dr. Roberto Bassi

20% attività
8% attualità
12% socialità
CREMA (CR)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2009
Gent. utente,
trattandosi, da quanto ci dice, del primo episodio di prolasso emorroidario sintomatico, verosimilmente legato ad una trombosi, credo sia opportuno continuare con la terapia decongestionante in corso, regolarizzare l'alvo e, dopo un adeguato periodo di terapia (almeno 2-3 settimane) farsi rivalutare dal proctologo per la definizione del successivo percorso terapeudico che potrebbe essere ambulatoriale o chirurgico, in base alla risposta ottenuta dopo la terapia!

Cordiali saluti
Dr. Roberto Bassi

[#3] dopo  
Utente
Gentili dottori,
Ad oggi le emorroidi sono quasi totalmente rientrate ed hanno assunto un colore scuro (simile al colore dell'ano) mi chiedo se prima di effettuare una visita specialistica non sia il caso di provare, dopo il rientro totale delle stesse, ad intraprendere attività fisica e poi se ci sono conseguenze prenotare una visita? Come già detto, la volta scorsa, non avevo aspettato il rientro totale. Ci tengo a precisare che questa è la prima volta che mi fuoriescono le emorroidi.
Vi ringrazio delle risposte precedenti e per quelle che mi fornirete in futuro.

[#4]  
Dr. Roberto Bassi

20% attività
8% attualità
12% socialità
CREMA (CR)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2009
Gent utente,
Ci riferisce di una graduale risoluzione del problema e questo e' certamente positivo.
Come le ho gia' consigliato prosegua la terapia prescritta e poi si sottoponga al controllo.
Se si conferma la diagnosi,trattandosi del primo episodio,potrebbe anche non aver bisogno di ulteriori procedure!
Cordiali saluti
Dr. Roberto Bassi

[#5] dopo  
Utente
Grazie mille delle risposte. Ad oggi il prolasso emorroidario non è ancora risolto al 100%, le emorroidi si presentano ancora prolassate all'esterno ma hanno assunto un colore "chiaro", sono molto più sgonfie di una settimana fa e non sono dolenti. Il 7 maggio ho la visita proctologica. Secondo voi posso provare a tornare in palestra prima di questa data? Io pensavo di provare settimana prossima (dopo 3 settimane di stop) cosa ne pensate?

[#6]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Secondo me puo' provare, gradualmente. Ad una ripresa dei sintomi tuttavia, anche parziale, mi fermerei fino a risoluzione del problema.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#7] dopo  
Utente
Grazie mille della tempestività e della risposta Dr.Favara.