x

x

Capsaicina per la cura del dolore anale cronico neuropatico

Illustre Specialista ,
Le scrivo per avere un consiglio da Lei circa dei preparati galenici a base di capsaicina , in particolare delle supposte a base di capsaicina 0,025 per poi passare a 0,050 x 28 giorni come cura di dolore anale (in presenza di emorroidi e/o prostatite e/o problemi neurologici riconducibili a neuropatia del pudendo). Ovviamente queste supposte preparate da una farmacia specializzata , mi sono state prescritte da un medico che ha avuto dei risultati con questa preparazione.
Il medico dice che le prime supposte saranno molto fastidiose ma che continuando nei giorni il tutto scomparira’ ed il dolore sara’ mediato dall’effetto della capsaicina (ottimo antidolorifico neuropatico).
Le confesso che sono terrorizzato dall’usarle ma sono anche disperato per il continuo dolore anale che se realmente fosse la mia cura , non vorrei perdere questa opportunita terapeutica !
Vorrei un Suo parere , Grazie per l’attenzione : Roberto di Firenze
[#1]
Dr. Davide Mascali Chirurgo generale 144 6
Gen.utente come lei sapra' la capsaicina e' una sostanza chimica contenuta nel peperoncino con notevoli poteri antidolorifici.Inizialmente pero' localmente puo determinare per la sua azione irritante dolore e bruciore , ma successivamente per un meccanismo recettoriale dovrebbe non avere piu' dolore,
I dati purtroppo sono pochi in letteratura, e come sapra' bisogna affidarsi all' esperienza dell'operatore.
Io personalmente non ho esperienza , ma ho sentito altri colleghi che hanno avuto delle risposte positive.
E' chiaro che e' importante che venga seguito da un proctologo esperto che la deve seguire durante questa terapia.
saluti

Dr. Davide Mascali

Soffri di allergia? Partecipa al nostro sondaggio