Utente
Salve, scrivo perché sono disperata.
Premetto che da più di un anno mi sono accorta di soffrire di prurito anale a fasi intermittenti. Ho sempre sottovalutato il problema non dandogli importanza.
Due mesi fa mi ho iniziato a soffrire di candida vaginale inizialmente curata con difficoltà perché nonostante le varie terapie il prurito non svaniva (diflucan, macmirror complex, meclon, fermenti femelle ecc ). Ho iniziato a stare leggermente meglio pur avendo insieme al prurito vulvo vaginale anche il fastidioso prurito anale. Ho fatto un tampone vaginale e cervicale completo che ha evidenziato presenza di uraplasma parvum, per il quale mi è stato prescritto ciclo di 6gg di zitromax. Non appena finito l'antibiotico è ricomparso subito il prurito anale e rettale che mi fa impazzire dal fastidio. È tornato anche il prurito vaginale e vulvare . Sto applicando meclon crema che mi fa stare meglio a livello vaginale ma non mi dà miglioramenti a livello anale . Ho fatto anche esame parassiti feci e corpocoltura che hanno dato risultato negativo. E non ho mai smesso di prendere i fermenti femelle e da un mese mi lavo solo con acido borico e prendo aerius antistaminico tutti i giorni.
Soffro inoltre di meteorismo intestinale frequente (da sempre) e di ipertiroidismo da 2 anni (anche se controllato e non in terapia da 3 mesi per valori stabili).
Avendo fatto tutti gli esami e essendo ancora in questo stato non so più dove battere la testa. Ho pensato a una candida intestinale ma al centro medico mi hanno detto che se ci fosse stata lo avrebbero visto con la coprocoltura.
Io vi giuro che non ne posso più, non ne esco e non so più a chi credere e da chi andare.
Non sono stressata, ho una vita serena e felice.
Vi chiedo gentilmente di darmi consigli perché non so davvero più come fare.
Grazie in anticipo!

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Il prurito anale cronico è un problema di non facile risoluzione.
Le cause sono numerose : dermatologiche, endocrinologiche, metaboliche, ginecologiche e non ultime proctologiche.
Esegua anche una visita proctologica.
A distanza non possiamo esserle ulteriormente di aiuto.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore,
Grazie per la sua risposta. Vorrei chiederle un' ulteriore cosa prima di salutarla: ieri sera poi ho notato un piccolo rigonfiamento sulla parte destra dell'ano. Sembrerebbe una piccola emorroide. Solo che non mi fa per niente male, neanche al tatto. È possibile sia questa la causa delle mie fitte di prurito? Le emorroidi possono essere conseguenza di candida intestinale?
Grazie!

[#3]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Non posso escluderlo.
No!
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com