Utente 323XXX
Ho avuto un problema mesi fa con un emorroide esterna che è diventata, a detta del medico che mi ha visitato, trombizzata. Visto che il dolore non era fortissimo mi ha dato una pomata e dopo poco tempo la cosa era passata. Poi all'improvviso la cosa è ricomparsa, ma l'emorroide invece di diventare come nel primo caso molto rigida e dolorosa è diventata solo più visibile e il fastidio che ne derivava era un senso di peso, e come se ci fosse qualcosa che dovesse essere espulso. Ho rifatto una visita medica e mi è stato prescritto Arvenum 500. Dopo un mese di terapia il risultato è rimasto uguale, nel senso che tutto come prima.... Ulteriore visita e decisione del medico di incidere l'emorroide che era ancora trombizzata. Il tutto fatto senza alcun dolore con anestesia locale. A distanza di tre gg quasi mi trovo che i fastidi post operatori stanno scomparendo, le perdite quasi assenti, solo che quando pulisco e lavo la parte noto che dove c'era la protrusione (l'emorroide esterno trombizzata) che prima era molle ora è dura e forse leggermente più grande. in poche parole come se l'emorroide fosse diventato più duro. E' il normale decorso "operatorio"? Nel senso è normale che dopo l'incisione la parte sia più tumefatta quindi deve cicatrizzare? E ancora, che possibilità ci sono che il tutto si riassorba totalmente?
Grazie anticipate per le eventuali risposte.

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Si! è probabile, bisognerà aspettare qualche settimana per poter assistere ad un "riassorbimento", ma in molti casi residua una plica cutanea anale (marisca).
Cordiali saluti..
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente 323XXX

Grazie Dr D'Oriano per la risposta. Man mano che ci saranno evoluzioni le posterò, sperando che il tutto passi.

Buon fine settimana.

[#3] dopo  
Utente 323XXX

Gentile Dottore, mi veniva un dubbio a proposito di quella che ha chiamato tecnicamente "marisca". La marisca avrà dimensioni simili all'emorroide? E' asintomatica? C'e problemi puà dare?

La settimana prossima a visita di controllo spero di avere buone nuove. Stamattina parlando con una persona che in passato è stato operato per una fistola... mi ha fatto preoccupare. In pratica come già dicevo perdite ne ho pochissime anzi quasi nulle e solo dopo essere andato in bagno o se mi siedo male (purtroppo sto spesso seduto per lavoro e non ho preso giorni di malattia dopo l'incisione.....) e questa cosa, dopo aver ascoltato la storia dell'amico.... mi ha portato a chiedermi se l'incisione possa trasformarsi in fistola. Da ignorante in materia io collego il fatto che le perdite diminuiscono. la protrusione è più dura e ecco mi preoccupo.

Va be, Grazie per l'attenzione.
Saluti


[#4] dopo  
Utente 323XXX

Inserisco una ulteriore domanda. Ho letto qui sul forum che se è passato del tempo dopo la fase acuta non conviene fare l'incisione. Per quale motivo?
Quali sono le controindicazioni?

A presto.

[#5]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Le dimensioni della plica cutanea, detta anche skin tags, dipende dalle dimensioni iniziali dell'ematoma perianale, ma potrebbe anche non residuare.
Di solito è asintomatica, in alcuni casi, se di grosse dimensioni, può essere responsabile di qualche piccolo fastidio(prurito).
Le fistole hanno altra origine.
Un ematoma perianale può essere inciso in ogni momento, dipende dalla sintomatologia e dalla sensazione di fastidio che questo arreca.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#6] dopo  
Utente 323XXX

Eccomi dopo un mese e passa dall'incisione all'emorroide.
Allora il senso di pesantezza resta e anche un dolore non forte ma continuo e mi sono reso conto che l'emorroide è ancora lì.
Al controllo il medico che mi ha praticato l'incisione mi disse che era tutto ok e mi prescrisse Arvenum 500. Ad oggi Arvenum è finito, ma il riassorbimento non si è avuto.
Ho utilizzato una pomata al cortisone perchè purtroppo sono seduto quasi sempre per il viaggio e per il lavoro che faccio.... e al mattino dopo essere andato in bagno mi da fastidio sedermi. Ovvio ne utilizzo poco e all'occorrenza. Come dicevo l'emorroide è ancoralì, purtroppo; non è una marisca come speravo. Non vedo tracce scure come di coaguli se non alla base, ma anche se non grande i fastidi ci sono tutti.
Dopo le ferie estive ritorno a controllo. Intanto le chiedo, ma il fastidio sarà sempre presente a meno che non faccia un intervento definitivo o c'è bisogno magari di fare un'altra incisione? E poi se non è un emorroide molto grande e non è rosso ecc, come mai non si riesce a faro assorbire?
Se ha da darmi qualche consiglio sarà sempre accetto. Non so forse devo continuare con i flavonoidi magari cambiando prodotto?
Non so cosa fare... Anche senza i dolori non sono enormi è così fastidioso che nulla più.
Scrivo anche la pomata che utilizzo ogni tanto così magari mi può dire se ha controindicazioni si chiama Ultraproct.
Inoltre volevo sapere se utilizzando eventualmente una bici o la moto, posso aggravare ulteriormente la situazione.
Grazie dell'attenzione.
Saluti.

[#7]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Gentile utente.
A distanza non mi è possibile esprimere un parere sulla sua situazione.
Attenendomi a quello che mi ha scritto posso solo pensare che, risolta la trombosi, resta del tessuto emorroidario prolassato.
Se realmente è questa la sua situazione, difficilmente si potrà assistere ad un "riassorbimento".
Il tessuto emorroidario prolassato non potrà rientrare in sede se non con un intervento chirurgico.
Ritengo necessaria una visita diretta per una conferma .
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#8] dopo  
Utente 323XXX

Grazie.