Utente
Egregio dott. purtroppo dopo due operazioni emorroidali ed una per eliminare le ragadi, mi ritrovo con la parte terminale dell'ano molto stretta, tanto che emetto feci con molta difficolta del diametro di 1,5 cm circa, mentre quando le feci sono particolarmente dure per me andare in bagno è un calvario, ho provato con la dilatazione meccanica con dilatan e crema luan, ma con risultati insoddisfacenti, esposto il mio problema ora le chiedo esiste un metodo più efficace meno invasiva per risolvere questo problema, o l'unica soluzione è un'altra operazione?. sicuro di una sua risposta voglia gradire i miei saluti.

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Gentile utente.
La stenosi anale, purtroppo , rappresenta una complicanza frequente quando si interviene sull'ano(emorroidectomia, ragade anale).
Se la terapia dilatativa non ha dato i risultati desiderati bisogna intervenire chirurgicamente eseguendo un' anoplastica.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente
Egregio dottore, grazie per la sua rapida ed esuriente risposta, ma vorrei chiederle un'ultima cosa, dato che i miei trascorsi operatori non sono stati molto edificanti per l'eccessivo dolore post operatorio questa nuova eventuale operazione, come si presenta sul dolore post operatorio?.

[#3]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Anche questo intervento non è privo di dolore, ma molto dipende dalla sua soglia del dolore.
L' utilizzo dei comuni analgesici lo renderà sopportabile.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#4]  
Dr. Roberto Dino Villani

24% attività
16% attualità
16% socialità
SASSUOLO (MO)
REGGIO EMILIA (RE)
MILANO (MI)
PESCARA (PE)
MODENA (MO)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2011
Sono d'accordo con il collega. L'unica soluzione è un intervento di plastica anale o incisioni a raggiera. Il tutto da valutare.
Non lo ritengo un intervento molto doloroso.

Dr. Roberto Dino Villani
Direttore U.O. Complessa
Chirurgia Proctologica e Riabilitazione Pavimento Pelvico
Nuovo Ospedale Civile di Sassuolo (MO)