Utente cancellato
Gentili dottori,spero possiate darmi una mano.a fine gennaio dopo mesi di alimentazione sregolata ho avuto dolori addominali,seguiti nel mese di feb da feci molli (1 2 volte al di) poi per 5 giorni a marzo diarrea liquida (2 3 volte al di)MAI STITICHEZZA.ho contattato un gastroenterologo che ha parlato per l ennesima volta di colon irritabile.ho cominciato a mangiare piu sano e ho preso duspatal e reuterin ma solo con il normix la diarrea si è interrotta subito.i dolori (di solito di tipo colico) sono proseguiti un po per tutto il mese di marzo fino a ottenere una quasi totale remissione dei sintomi ad aprile e maggio.pero nei giorni in cui avveo quella diarrea liquida ho effettuato un esame di sangue occulto che è risultato positivo.l''ho ripetutto dopo qualche settimana quando la diarrea era regredita ,l ho fatto su 3 campioni e sono risultati tutti negativi.l'ho ripetuto di nuovo e di nuovo era negativo.a giugno dopo una festa in cui ho bevuto 4 5bicchieri di vino e un po'di pasticcini ho cominciato di nuovo ad avere dolenzie addominali e episodi di feci molto molli non lquide).ho ripreso di nuovo un regine alimentare salutare a tra luglioe agosto sono stata quasi bene completamente.ma dopo un paio di mangiate tornata a casa il 31 agosto di nuovo feci molli..comparsa di emorroidi gonfie e doloranti ( ne ho una prolassata da tempo ma e piccola e non mi da problmi)..nonostante le feci fossero molli alcune volte dovevo sforzarmi e andare due volte al bagno e conunuqe le feci rimanevano scarse.da quel momento 1 settembre la mia defecazione è cambiata.faccio semrpe feci sottili e scarse,perlopiu un po'molli ma anche quando sono un po piu dure sono semrpe sottili..a settembre almeno ogni 4 5 gironi poi avevo una edefcazione quasi normale e piu abbondante ma nelle ultime 3 settimane solo poche feci e sottili.da 10giorni ho anche una sensazione di tenesmo e senso di defecazione imcompleta..a dire ilvero questa sensazione ce l'ho avuta spesso anche negli anni passati e anche quando ero ragazzina pur andando prima addirittura 2 3 votle al giorno tutti i giorni (feci formate sempre)..è come se avessi un tappo all''ano perche anche le flatulezne spesso non sono piu fragorose come prima,escono spesso solo rumori piccoli piccoli..inizialmente pensavo fossero semplicemente emorroidi ma ora sono regredite (una rimane sempre prolassata comunuqe ma e piccola e non dolorante), ho senso di fastidio,dopo la defecaione anche un po di bruciiore e qualche volta dolore al coccige..sono certa avere un tumroe al retto,,e come se ci fosse un ostacolo che non mi fa uscire le feci..proprio io che andavo in bagno sempre in maniera abbondante tutti i giorni..mi chiedo anche come sia possibile che fino al 29agosto emettevo delle feci di grosso calibro e poi all''inprovviso dal 31 agosto in poi solo feci piccole e sottili..doemica e ieri ho finalmente avuto due defecazioni piu abbondanti e di calibro piu grosso.ma oggi di nuovo pochissimo..e collose..solo oggi erano collose,,le altre volte sono sempre morbide ..solo piccole e scarse..non so se si possa parlare di stitichezza..la situazione è queste se mangio male (intendo cose dolci o pasticciate) faccio feci molli e ho coliche.se smetto di mangiare roba dolce la diarrea si blocca idem i dolori dipancia ma poi defeco poco e alcune volte con qualche difficolta pur andando in bagno tutti i giorni.fper esempio sabato ho mangiato 10caramelle... dopo un'ora...ero ing iro.... all'improvviso colica.. corro in bagno faccio delle feci meno scarse del solite non sottilissime ma neanche grosse però molli e con dolori..dopo 10minuti mi sento quasi bene e non sento neanche il tenesmo.fra 7gionri ho una coloncopia..mi preoccupa il fatto che non sono mai stata stitica..non so se questa scarsita di feci che escono spesso con facilita e qualche volta con difficolta si possa definire stitichezza..pero le feci sono sottili e questo mi sta spaventando a morte..eppure mangio fibre non tantissime ma ne mangio.e cmq prima non ne mangiavo mai eppure defecavo normalmente tutti i giorni ..datemi un parere vi prego ho grossi timore di avere un cancro al retto..ho 35anni

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Gentile Utente.
Da quello che riferisce e per l'età non penso che i suoi disturbi possano essere legati ad un cancro del retto, la sintomatologia riferita è suggestiva per una sindrome dell'intestino irritabile, a distanza non posso escludere, vista la presenza di una malattia emorroidaria, un prolasso rettale interno responsabile anche di una Ostruita defecazione.
Una visita colonproctologica, con colonscopia alla mano, sarà sufficiente a chiarire origine dei suoi disturbi.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
59370

dal 2014
Grazie per la risposta, dottore. ma questa ostruita defecazione può insorgere all'improvviso? come le scrivevo fino alla fine di agosto la mia defecazione era normale, andavo regolarmente tutti i giorni e le feci erano anche di grosso calibro e abbastanza abbondanti.poi l'altro ieri la defecazione era normale, le feci di nuovo circolari e piu grosse e abbondanti...ma ieri solo due pezzettini minuscoli e anche oggi non sono ancora andata di corpo nonostante abbia mangiato molto sia ieri che l'altro ieri.mi preoccupa anche che a marzo quel campione di sangue occulto fosse positivo.poi l ho ripetuto altre 5 volte ed era sempre negativo. il medico di base lo ha imputato alla forte diarrea di quei giorni,di certo le emorroidi esterne non le ho mai viste sanguinare. come le dicevo comunque le mie emorroidi sono piccoline..una e sempre prolassata ma piccola..si ingrandisce e ne compare u'altra soltanto quando non riesco a defecare e mi sforzo..anche una emorroide piccola può causare un prolasso rettale interno? ho letto che alcune volte le emorroidi compaiono come conseguenza di un tumore al retto e anche questo mi ha molto spaventato...perchè questa emorroide la ho da 10anni e solo sporadicamente in questi ultimi 2 3 anni mi ha dato dei piccoli disturbi che regredivano però dopo pochissimo..come le dicevo, ho trovato il modo per arginare la diarrea e le feci molli.. mi basta mangiare pulito e i dolori si attenuano cosi come la diarrea...che in ogni caso si risolveva sempre con una scarica che era comunque piu abbondante e livìberatoria...invece cosi senza andare in bagno o anzi andandoci e defecando mpocchissimo mi sento davvero male...oltretutto ora come preparazione alla colonscopia dovro stare altri 6 giorni senza mangiare verdura e ho paura che ciò mi rendera ancora piu difficile andare in bagno...sono davvero spaventata èer un tumore..mi sembrano dei disturbi davvero anomali..ogni volta andare in bagno e vedere poche feci sottili mi spaventa moltissimo

[#3]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Le ripeto, anche se a distanza, la sintomatologia riferita
non fa pensare ad un cancro del retto.
La patologia emorroidaria non è responsabile del prolasso rettale ma al contrario rappresenta la diretta conseguenza.
A risentirci dopo la coloscopia.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#4] dopo  
59370

dal 2014
grazie mille ancora, dottore. le volevo solo chiedere un consiglio. ieri dopo essermi un po' sforzata in bagno si sono gonfiate di nuove le emorroidi.. non sono trombizzate ma sono gonfie e dolenti. sto mettendo un po' di proctosedyl..ma mancano 6giorni alla colonscopia ed e sempre successo che dopo qaulche giorno si sgonfiano e una di queste rientra..quindi cin buone probabilità il giorno della colonscopia saranno sgonfie...ma vorrei sapere è sconsigliata la colonscopia con le emorroidi? o sentirò solo un po' di dolore..io francamente voglio farla perchè non voglio aspettare ancora.buona serata

[#5]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Prego.
Non è sconsigliata e non è controindicata.
Con le dovute precauzioni avvertirà solo fastidio.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#6] dopo  
59370

dal 2014
Grazie. Se dovessi farla oggi non ce la farei proprio perchè le emorroidi sono dolenti e gonfissime e dure.anzi una sola perchè l'altra non mi da mai problemi. spero tanto che entro lun martedi si sgonfi perchè la colonscopia è per mercoledi e se rimando dovrò aspettare un altro mese.la cosa singolare che ho notato in questi 2mesi è che tutte le volte che io ho questa emorroide prolassata e gonfia paradossalmente defeco in maniera normale più abbondante e non sottile, feci del calibro normalissimo come ho sempre fatto fino a due mesi fa.è possbile o è solo un caso?grazie ancora sempre per la sua cortesia

[#7] dopo  
59370

dal 2014
Dottore mi scusi ancora ma sto veramente dolorante per queste emorroidi..sto usando proctosedyl 2 votle al di e daflon compresse anche queste 2 votle al dì...ma c'è proprio un edema doloroso....esiste un rimedio che può anche solo temporaeamente ridurre l'edema in 3 4 giorni?anche un rimedio naturale...almeno per non perdere la possibilità di fare merc la colonscopia...sa già e un esame invasivo di suo. non oso immaginare quanto dolore potrei provare facendolo con questa emorroide dura e sporgente...

[#8]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Potrebbe non essere solo una congestione , ma una trombosi, in questo caso i tempi di recupero sono più lunghi.
A distanza e senza una visita diretta non facciamo prescrizioni.
Potrebbe essere necessario aggiungere alla terapia degli antiedemigeni eventualmente anche a fiale IM, ma questo non prima di aver consultato il suo curante.
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#9] dopo  
59370

dal 2014
Grazie dottore. purtroppo il mio medico curante fino a lunedi non lo troverò, però mi ha prescritto 3 giorni fa ilproctosedyl e il daflon e sto prendendo quelli..pensavo che il daflon avesse anche proprietà antiedemigena...intanto oggi il dolore e il bruciore sono leggermente diminuiti ma per il resto l emorroide e sempre lì...grazie ancora.le farò sapere

[#10]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
A risentirci.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#11] dopo  
59370

dal 2014
A oggi,l'emorroide è sempre presente..più piccola e meno dolorante ma continua a bruciare... fra 48 ore dovrei cominciare la preparazione...scusi se la importuno ancora ma mi chiedo anche se dovesse rientrare un altro po' tra oggi e domani...dopo la preparazione lassativa per la colonscopia (selg esse..ben 4 litri quindi) andare in bagno 20volte non mi farà riuscire e gonfiare ancora di più di nuovo l'emorroide? ho davvero paura di vedere le stelle... in effetti l'emorroide fuori e rosa..all'interno è un po' più viola anche se questo violaceo si sta attenuando rispetto a venerdi ed leggermente meno dura...il mio gastroenterologo non risponde a telefono...non so cosa fare...

[#12]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Nelle prossime 48 ore potremmo sperare in un miglioramento. Non conosco la sua "situazione" emorroidaria, ma è possibile che la diarrea profusa, effetto del Selg, congestioni ulteriormente il tessuto emorroidario prolassato.
Potrebbe provare a chiedere di rinviare l'esame se, allo scadere delle 48 ore, la "situazione" non migliora.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#13] dopo  
59370

dal 2014
grazie dottore, ma le volevo chiedere un'altra cosa..ma questo selg esse fa male per chi ha l'esofagite?ne ho assaggiato un po' stasera..volevo essere preparata e capire cosa mi aspetta...ne ho preso solo due dita..e oltre a essee disgustoso mi brucia un po' in gola..poi prendo il bugiardino e leggo DA USARE CON CAUTELA NEI PAZIENTI CHE SOFFRONO DI ESOFAGITE DA REFLUSSO..io soffro di esofagite ed ernia iatale da tanti anni...sono anche andata 3volte al pronto soccorso perche mi sentivo dolori anginoidi che poi sono stati attributii all'esofagite...come faccio a prendere 4 litri di questa roba se solo due dita mi hanno fatto venire dolore e fastidio?non capisco perchè il medico che mi segue. che tra l altro è un professore universitario di Napoli abbastanza noto,non mi abbia seguito un poco meglio visto che gli ho fatto presente i motli problemi che ho (esofagite, emorroidi) e la grande paura anzi direi terrore che ho di questo esame. poi vorrei da lei un parere..io le ho scritto inizialmente perche avevo questo problema di feci sottili e scarse e perla paura di avere un cancro intestinale o al retto..da quando ho questa emorroide prolassata..cioe da 4 5 giorni io sto defecando in maniera assolutamente normale...senza grandi sforzi le feci sono non più appiattite ma di grosso calibro e cilindriche... mi è capitatata la stessa cosa a settembre..appena fiorisciva questa emorroide io defecavo piùomeno normale..cosa che faticavo a fare appena paradossalmente l'emorroide scompariva dalla mia vista?è possibile che sia davvero cosi?

[#14]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Gentile Utente
Alcune cose vanno chiarite con chi le ha prescritto l'esame.
Quello che le posso dire, ricalca quello da me già scritto nella prima risposta alla sua richiesta di consulto.
Probabilmente il collega che ha eseguito la visita coloproctologica e la proctoscopia ha ritenuto opportuno escludere altre possibili cause dei suoi disturbi intestinali.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#15] dopo  
59370

dal 2014
No.dottore, io non ho mai fatto una proctoscopia ne una visita colonproctologica...sono seguita solo da un gastreonterologo perchè i miei problemi erano legati solo a crampi addominali e un po' di diarrea...poi a marzo avevo un campioe di snague occulto fecale positivo,ho ripetutto altre 5volte l 'esame ed era sempre negativo ma siccome ogni tanto si ripresentavano questi disturbi addomminali e inoltre io ero e sono spaventata di avere qualche malattia seria i medico ha deciso di prescrivermi questa colonscopia.solo tra settembre e ottobre ho avuto episodi di emorroidi e ho cominciato anche ad avere queste feci sottili...quindi avevo prenotato la colonscopia ee poii avrei fatto anche una visita proctologica..però come le dicevo da quando ho questa emorroide prolassata..cioe da 4/5 giorni io sto defecando in maniera assolutamente normale...senza grandi sforzi le feci sono non più appiattite ma di grosso calibro e cilindriche... mi è capitatata la stessa cosa a settembre..appena fiorisciva questa emorroide io defecavo piùomeno normale..cosa che faticavo a fare appena paradossalmente l'emorroide scompariva dalla mia vista?è possibile che sia davvero cosi?cioè che quando rientra questa emorroide mi crea un piccolo ostacolo al passaggio delle feci che percio appaiono poi di minore calibro e un po' meno cilindriche e più appiattite

[#16]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
La causa del prolasso emorroidario è nel cedimento della parete rettale interna(prolasso rettale interno) in molti casi è possibile, per la presenza di questo prolasso rettale interno che "ingombra" il retto e impegna il canale anale, che si verifichi anche una sindrome che definiamo: Ostruita defecazione.
Probabilmente lei presenta entrambi i problemi ed è possibile che, quando il tessuto emorroidario è fuori, si riduca l'ingombro anale e le feci passano con più facilità.
La colonscopia non chiarirà questo aspetto, ma servirà a capire quali sono le cause dei suoi disturbi addominali.
A risentirci.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#17] dopo  
59370

dal 2014
Dottore, grazie ancora delle sue risposte. Ho dovuto annullare la colonscopia mercoledi perchè avevo l'ano totalmente irritato, ora sono 8 giorni che prendo il daflon e vedo qualche piccolo progresso ma l'emorroide è ancora un pochino fuori meno dura sicuramente e meno dolorante. ho avuto 5defecazioni normali,ora da 3 giorni di nuovo più sottili..non più sottili come prima ma sempre scarse e piu sottili di un tempo. poi quando l'emorroide era fuori le feci era di grosso calibro e circolari, e ora che sta leggermente rientrando oltre a essere piu sottili piu piccole sono anche un pochino piu scarse e meno tondeggianticome se fossero un pò deformate.ho prenotato una visita privata colon proctologica e per fortuna la farò fra 5 giorni. dottore,ma non può essere che non sia il prolasso rettale a ingombrarmi il retto ma un polipo o peggio un tumore e che anche per questo ogni tanto ho disturbi addominali e feci molli?poi le volevo chiedere una cosa. ho appena parlato con il colon proctologo che mi visiterà fra pochi giorni e mi ha detto che non c'è bisogno di fare il clistere evacuativo se riesco ad andare in bagno il mattino della visita.(la visita è nel pomeriggio).in caso contrario farlo la sera prima.ha detto che mi farà un'anoscopia e se necessario eseguirà anche una rettoscopia.non mi ha dato nessuna dieta particolare.visto che devo andare alle 17, dovrò evitare di mangiare a pranzo? e poi... è possibile effettuare una rettoscopia in ambulatorio? pensavo fosse necessario essere in una struttura ospedaliera.sono sempre più preoccupata.mi sento stanca,e temo che sia un tumore a provocarmi tutto questoanche perche le dico la verità, mi sembra impossibile che sian verificati due problemi del genere nello stesso momento..io che inbagno sono andata sempre bene e senza grossi problemi addominali nè stitichezza ne forte diarrea,..poi fino ad agosto io ho defecato in maniera nomralissima..le feci avevano un calibro grossissimo..si può verificare una ostruita defecazione da un giorno all'altro?continuo a pensare al tumore e sono terrorizzata.ora sto amngiando abbastnza bene da 2settimane e i dolori addominali sono quasi totalmente scomparsi e le feci hanno riacquisito consistenza..solo l alto ieri a cena fuori ho mangiato un po di cose pasticciate e il giorno dopo ho avuto di nuovo feci molli.io sento bruciori ( non forti) anali e credo anche rettali... e questo bruciore si acuisce dopo la defecaione e alcune volte si diffonde anche alla vagina. a alcune volte dopo la defecazione se non ho diarrea mi viene un lieve dolore nel basso ventre e tenesmo.diciamo che quando faccio diarrea sto bene dopo, quando le fecisono formate soprattutto quando sottili e non riesco ad espellere tutto mi sento con un po di ingmbro rettale e qualche votla come oggi per esempio un po di peso addominale oltre a bruciore rettale..ancha una proctite potrebbe dare bruciiroe rettale e feci sottili?

[#18]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Ci tenga informati, se lo riterrà opportuno.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#19] dopo  
59370

dal 2014
le volevo chiedere una cosa. ho appena parlato con il colon proctologo che mi visiterà fra pochi giorni e mi ha detto che non c'è bisogno di fare il clistere evacuativo se riesco ad andare in bagno il mattino della visita.(la visita è nel pomeriggio).in caso contrario farlo la sera prima.ha detto che mi farà un'anoscopia e se necessario eseguirà anche una rettoscopia.non mi ha dato nessuna dieta particolare.visto che devo andare alle 17, dovrò evitare di mangiare a pranzo? e poi... è possibile effettuare una rettoscopia in ambulatorio? pensavo fosse necessario essere in una struttura ospedaliera.sono sempre più preoccupata.mi sento stanca,e temo che sia un tumore a provocarmi tutto questoanche perche le dico la verità, mi sembra impossibile che sian verificati due problemi del genere nello stesso momento..io che inbagno sono andata sempre bene e senza grossi problemi addominali nè stitichezza ne forte diarrea,..poi fino ad agosto io ho defecato in maniera nomralissima..le feci avevano un calibro grossissimo..si può verificare una ostruita defecazione da un giorno all'altro?continuo a pensare al tumore e sono terrorizzata.ora sto amngiando abbastnza bene da 2settimane e i dolori addominali sono quasi totalmente scomparsi e le feci hanno riacquisito consistenza..solo l alto ieri a cena fuori ho mangiato un po di cose pasticciate e il giorno dopo ho avuto di nuovo feci molli.io sento bruciori ( non forti) anali e credo anche rettali... e questo bruciore si acuisce dopo la defecaione e alcune volte si diffonde anche alla vagina. a alcune volte dopo la defecazione se non ho diarrea mi viene un lieve dolore nel basso ventre e tenesmo.diciamo che quando faccio diarrea sto bene dopo, quando le fecisono formate soprattutto quando sottili e non riesco ad espellere tutto mi sento con un po di ingmbro rettale e qualche votla come oggi per esempio un po di peso addominale oltre a bruciore rettale..ancha una proctite potrebbe dare bruciiroe rettale e feci sottili?

[#20] dopo  
59370

dal 2014
dottore, io mi sono informata un po' sulla ostruita defecazione di cui lei mi ha parlato. vedo che ci sono innumerevoli sintomi con cui si palesa questa defecazione ostruita: Stare sul water oltre 15 minuti per evacuare, nonostante gli sforzi
• Andare in bagno una o due volte la settimana
• Necessitare del clistere
• Evacuare in più riprese
• Avere la sensazione di non aver espulso tutte le feci
• Aiutarsi col dito nella vagina o nell’ano per facilitare la defecazione
• Avere lo stimolo senza riuscire ad evacuare... io non ne ho neanche una di tutte queste. forse solo la sensazjone di non aver espulso tutte le feci. che io vada in bagno confeci sottili o feci grosse io vado tutti i giorni, ci impiego sempre fra i 30 e i 60 secondi per evacuare ( al masimo 2minuti ma mai di piu),non ho biosnog di facilitare la defecazione con il dito perche le feci le espello subito e se ho lo stimolo evacuo magari poco e sottile ma evacuo sempre.io solo queste feci sottili e incompleta defecazioni a cui si aggiungono disturbi come bruciore dopo la defecazione, tenesmo ( solo quando espello feci sottili),sensazione di calore rettale dopo essere nadata in bagno o qche volta quando sono sotto le coperte, e alcune volte feci molli e crampi addominali. questi non sono piu sintomi da un cancro rettale o infiammazioni rettali o emorrodi che non di una ostruita defecazione?ilpiu delle volte l'unico sintomo che ho sono queste feci sottili e un po meno circolari del solite..non sono proprio piatte ma non sono completamente circolari..

[#21]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
La visita coloproctologica integrata con l'anoproctoscopia permetterà di verificare la reale causa dei suoi disturbi, quello che ci siamo scritti sono solo ipotesi.
A risentirci.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#22] dopo  
59370

dal 2014
Gentile dottore, ieri pomeriggio ho effettuato la visita colon proctologica. il medico ha effettuato contestualmente rettoscopia. le invio il referto:
All'ispezione presenza di noduli emorroidari esterni. quello a ore 3 mostra esiti di trombosi pregressa. Esplorazione: agevole, poco dolorosa, non c'è sangue, tono sfinteriale normale.
Rettosigmoidoscopia: progressione fino a 20cm. la mucosa è rosea, ben distensibile,assente sangue o muco. assenti lesioni. moduli emorroidari di II grado.esiti di trombosi a ore 3. mi ha detto che il motivo delle mie feci sottili sono solo le emorroidi. idem la sensazione di iimgombro rettale e la defecazione incompleta.e che le feci molli che ho ( non sempre in ogni caso) è solo colon irritabile. mi ha detto che non crede assolutamente sia necessaria una colonscopia visti i sintomi. mi ha dato una terapia: daflon 4 compresse per 15gg, poi 2compresse per 1mese. pentacol gel per 1mese 1votla al dì la sera, clarema crema al mattino per 15/20gg, debridat 1 acompressa ai pasti principali per 2mesi. continuare con la dieta per il colon irritabile e prendere periodicamente i fermenti lattici prescrittimi dal collega gastroenterologo 2mesi fa. ma se le emorroidi sono esterne perche creano questo ostacolo e creano queste feci piu sottili e poi oltretutto anche scarse? il medico ha detto che è assolutamente certo sia quello il problema e che l'ano è ingombro. ecco perchè quando è fuoriscita l'emorroide completamente 10gionri fa per 5giorni ho defecato normale. inoltre mi ha detto che ho il colon molto tortuoso. ho provato un dolore atroce ieri nel fare la rettoscopia. dolore al retto fortissimo...oggi di nuovoo feci sottili e scarsissime solo 1pezzetto minuscolo e un bruciore dopo la defecazione. le emorroidi ovviamente sono piu doloranti vista la rettoscopia.che ne pensa?grazie ancora

[#23]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Da quello che le ho scritto nella replica #16
"Probabilmente lei presenta entrambi i problemi ed è possibile che, quando il tessuto emorroidario è fuori, si riduca l'ingombro anale e le feci passano con più facilità."

E da quello che le scrissi già dalla replica #1
"la sintomatologia riferita è suggestiva per una sindrome dell'intestino irritabile"

Non posso che concordare con quanto le è stato detto e prescritto.

Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#24] dopo  
59370

dal 2014
dottore, io la ringrazio tanto ma purtroppo i miei timori non sono fniti perche io continuo a defecare 20gr di feci ogni ogniorno.... da 3 giorno defco solo 20gr di feci... le scrivo 20gr per farle capire che è come se non defecassi...non solo sono feci sottili ma sono pressochè inesistenti... le emorrodi capisco che possono rendere le feci sottili ma com''è possibile che siano cosi scarse? ieri ho mangiato a pranzo 100gr di pasta, un secondo. a cena 200 gr di fagiolini 3 fette di pane e del pesce... in piu una banana e dei biscotti al mattino latte... i miei pranzi sono questi ...abbondanti..com''è possibile poi non defecare nulla? dottore, le garantisco che non è una situazione normale.. una persona sana non defeca cosi... cosa può determinare tutto questo? la prego di mettersi una mano sul cuore e di darmi un aiuto che non riesco a trovare in nessuno..io sono certa che qcsa che non vada ci sia. pensavo al retto. ok al retto non è. ma allora perche cosi scarse le feci? io defecavo 2 votle al giorno facendo moltissime feci.. proporzionato ovviamente a quello che mangiavo. la prego di aiutarmi.mi dia un consiglio.sto impazzendo..e piu non defeco piu mi sento gonfia.non si puo neanche chiamare stitichezza perche quello che emetto non e duro, anzi sono feci molto molto morbide.mi dia una mano..sono stata seduta un bel po' sul gabinetto e da 3 giorni mi fuoriescono solo due pezzetti sottili come un mignolino e basta.cosa posso fare per cambiare questa situazione? lei capisce cosa intendo dire? se fossero solo le emorroidi non dovrebbero essere feci sottili ma abbondnati? io mangio mangio e non defeco quasi nulla..

[#25]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Gentile Sig.ra
Comprendo il suo stato d'animo, ma ha distanza non posso che confermare quello che le è stato detto.
Anche io ho la sua stessa convinzione "io sono certa che qcsa che non vada ci sia"
sicuramente nulla di grave.
Solo visitandola potrei escludere altre possibili cause di stipsi.
Cordiali saluti
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#26] dopo  
59370

dal 2014
dottore, cosa devo fare allora? leggere questa frase che lei mi ha scritto cioè che anche lei è certo che ci sia qualcosa che non vada mi sta facendo stare male ancora di piu. io sono certa di avere un tumore. che sia al retto o alla parte alta dell'intestino.. lei mi conferma che c'è qualcosa che non va e che non sono solo emorrodi o colon irritabile. io andavo in bagno sempre in maniera massiccia questo fino alla fine di agosto..non so piu che fare.sento che la vita mi sta scivolando dalle mani non so piu che fare..le dico che da quando ho effettuato i due clisteri e la rettoscopia le feci sono ancora piu scarse e scarse...sempre piu scarse..nelle settimane scorse erano scarse ma non così tanto..non riesco a fare la colonscopia solo con sedaizone cosciente perche ho sentito troppo dolore solo con la rettoscopia che è durata 5minuti..come posso tollerare mezz ora in quel modo?urlavo dal dolore e piangevo dal dolore nel retto..vorei farla in sedaizone profonda ma ho il fibrinogneo alto e ho paura che sia rischioso..ho troppa paura di morire..sono certa di avere un tumore..sono certa.mi aiuti la prego.

[#27]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Gentile Utente
Penso di averla, in più occasioni, rassicurata, che la sintomatologia da lei descritta non è assolutamente da imputare ad una patologia tumorale rettale.
Probabilmente è la somma di più patologie(malattia emorroidaria, stipsi da rallentato transito/sindrome del colon irritabile.) questo intendo quanto le ho scritto che c'è qualche cosa che non va.
Lei non è un' ammalata immaginaria, ha un prolasso emorroidario complicato da trombosi e, come sospettavo, soffre di sindrome del colon irritabile, a queste si aggiunge anche uno stato ansioso che peggiora, ulteriormente, il suo stato di salute.

La Colonscopia non viene condotta con uno strumento rigido, come quello che ha utilizzato il collega, ma con uno strumento flessibile e di calibro minore. La sedazione non è una anestesia e può essere concordata con l'endoscopista.
A risentirci, se le lo desidera, solo dopo la colonscopia.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#28] dopo  
59370

dal 2014
dottore, io non penso piu di avere un tumore rettale ma forse nella parte alta dell'intetsino vistto che ormai il retto l'ho visionato.oltretutti a marzo c e stato un campone di sangue occulto positivo, poi per qualce mese i sintomi sono rientrati, ho effettuato 5volte ancora la ricerca di sangue occulto ma e sempre stata negativa.leggo che lei dice che il colonscopio e flessibile e il rettoscopio no però di tutte le persone che conosco e che hanno effettuato sia rettoscopia che colonscopia tutte mi hanno detto che la rettoscopia era una passeggiata e la colonscopia dolorosissima.penso che posso farla sono in sedazione profonda con il propofol anche se questa mi fa molta paura.al policlinico di napoli non possono farmi la colonscopia pirma di gennaio e in ogni caso mi hanno detto che effettuano solo una sedazione cosciente e io ho gia effettuato la gastroscopia in sedazione cosciente e ho sentito comunque tutti i disagi del caso e anche molto forti.c'era solo un po' di stordimento che può aiutare solo leggermete ma niente di piu.sto pensando di consultare la clinica mediterraneaa dove fanno anche la sedaizone profonda ma a dire il vero ho un po' paura. comunque prima di lunedi non potro fare nulla.oltretutto tutta la prossimas ettimana avrò il ciclo qundi disicuro non potrò fare nulla.eppure 3 giorni fa il colonproctologo a napoli mi ha detto di non dover fare la colonscopia e mi ha detto che ho il colon irritabile ma io credo sia impossibile un cambiamento cosi repentino nelle abitudini inetstinali di una persona.visto che io non sono mai stata stitica un solo giorno della mia vita.se volessi farmi visitare da lei presso gli incurabili cosa dovrei fare?ho cercato sul sito ma non trovo il suo nome.anche se francamente non so se ho bisogno di un'altra visita proctologica visto che l ho fatta 3 giorni fa

[#29] dopo  
59370

dal 2014
dottore, anche stanotte ho domito solo un'ora e mi sono svegliata non avendo piu nessuno stimolo alla defecazione..lo avveo letto dappertutto che si comincia con le feci sottili e si finisce con il non defecare piu perhce per il tumore si blocca tutto l'intestino.sono terrorizzata e mi sento di morire.cosa mi consiglia? devo andare al pronto soccorso? in ospedale non rispondono e comunque i tempi di attesa a napoli sono di almeno 1o 2 mesi per una colonscopia.cosa posso fare?devo recarmi al pronto soccorso se non vado in bagno neanche oggi? dopo la rettoscopia la mia stitichezza e peggiorata.come mai? possono essere stati i dueclisteri effettuati prima?o la rettoscopia stessa? potrei fare la colonscopia virtuale visto che ho così paura del dolore rettale?è quelloc he mi fa piu paura..ho sentito un dolore atroce al livello rettale mentre veniva spinto lo strumento e quello di sicuro lo sentirei anche con la sedazione cosciente no?ha qualche attendibilità la colonscopia virtuale almeno comincio a fare quella?in ogni caso cosa mi consiglia..sono 2 mesi e mezzo che vado avanti cosi,e non sono mai stata stitica prima d'ora..pensa che sia meglio che vada al ps se non evacuo oggi?cosa potrei prnedere per migliorare la situazione?la prego mi risponda,non so come fare

[#30]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Gentile Utente
Le ripeto, lei non ha una occlusione intestinale! Lei soffre di stipsi, il cambiamento "repentino" del suo alvo coincide con una recrudescenza della sindrome dell'intestino irritabile.
Certo! i clisteri di preparazione alla rettoscopia, hanno contribuito a ridurre la quantità di feci in "cammino" verso l'ampolla rettale.
Anche con la colonscopia virtuale è possibile avere notizie sulla pervietà del lume intestinale, ma si beccherà una bella dose di radiazioni.
Se andare in un PS può esserle di aiuto a tranquillizzarla, ci vada.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#31] dopo  
59370

dal 2014
dottore la ringrazio. io ho capito che soffro di stipsi, ma io in 35anni non sono mai stata stitica in tutta la mia vita.è da 2mesi e mezzo che noto questo peggioramento dopo degli episodi di diarrea lunghi e poi un periodo BREVE di qiuete.PRATICAMENTE STO MALE DAL 26 GENNAIO IN UNA MANIERA IN CUI NON SONO MAI STATA MALE. AVEVO AL MASSIMO QUALCHE EPISODIO DI FECI MOLLI E METEORISMO OGNI TOT DI MESI 5 O 6 MESI... MA IO STO MALE DA UN ANNO QUASI SENZA SOSTA. io ho paura perche è la stitichezza è stata una cosa improvvisa tra l altro preceduta da un sangue occulto positivo! dottore ma sai quante volte in vita mia ho eseguito il test del sangue occulto? almeno 50volte ed è stato sempre negativo.è chiaro che io vedo pirma il sangue occulto positivo e un peridodo lunghissimo di diarrea,poi sempre crampi addominali, poi feci sottili ( cosa per me assurda e non imputabile alle emorroidi perche io le emorrodi le ho da anni e ho sempre defcato come un elenfante) e poi stitichezza ostinata e improvvisa.. è normale che io pensi al peggio perchè per me non si diventa stitici da un giorno all'altro.. il clistere l ho effettuaro martedi alle 23 e un altro mercoeldi alle 12... ancora è l'effetto del clistere? è dal 26 gennaio che io sto male, un anno praticamento buttato della mia vita e sto peggiorando sempre piu. con il colon irritabile si peggiora? i medici mi hanno sempre detto di no e questo mi sta facendo morire di paura ancora di piu. ho chiamato la clinica mediterranea per vedere di fare una colonscopia in sedazione profnda mi hanno risposto che me la possono fare a fine gennaio o forse inizio febbraio cioe fra 2 mesi e mezzo! ho chiesto anche la colonscopia in sedaizone cosciente? si. mi hanno risposto... sempre gennaio o febbraio...e che faccio? aspetto prima di morire e poi faccio la colonscopia? idem al policlinico... oltretutto io voglio pagare, non pretendo di farla pagando solo il ticket. mi dica lei cosa deve fare a napoli una persona che sta male e vuole capire cosa ha... meno di 2/3mesi non è possibile farla da nessuna parte.sono disperata e non so piu che fare. oltretutto il mio medico gastroenterologo è al policlinico e volevo farla li perche sono stanca di pagare altre visite gastroenterologiche e non venire a capo di nulla

[#32]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Ci sono strutture pubbliche dove è possibile, in convenzione pagando solo il ticket, eseguire la colonscopia in tempi brevi, ma non in sedazione.
Ritengo che tale soluzione non debba essere scartata visto il suo stato d'animo.
Mi contatti, se lo ritiene opportuno, in privato.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#33] dopo  
59370

dal 2014
la ringrazio molto dottore.ho chiamato al policlinico e mi hanno detto di richiamare la prossima settimana.è solo un tentativo per vedere se riescono a inserirmi in tempi piu brevi.in ogni caso devo almeno sapere di poter fare una sedazione cosciente ( che al policlinico fanno) perche senza nemmeno quella ( al pascale per esempio, qualche anno fa, non la effettuavano e facevano gastroscopie e colonscopie assolutamente senza nemmeno iniettare un po' di valium) non credo proprio di poterla fare. iin realta non so neanche se riusciirò a farla solo con sedazione cosciente.mi creda, io ho una soglia di sopportazione del dolore abbastanza elevata, ma il dolore al retto provato durante una banale rettoscopia è stato lacerante.intanto qualche ora fa ho defecato non abbondantissimo ma comunque piu di ieri e il pezzo di feci era circolare e non sottile ma corto e duro e ho dovuto dare una spinta fortissima per farlo fuoriscire con le emorroidi che ho e poi qualche piccola pallina sottile.non capisco poi perche nelle defcazioni ultimamente emetto spesso un pezzo duro e dei pezzi davvero mollicci.comunuqe se non dovessero darmi una risposta al policlinino la contatterò.la ringrazio moltissimo per la sua comprensione di queste giornate, le risposte aiutano sempre quantomeno a calmarsi.grazie ancora

[#34] dopo  
59370

dal 2014
Dottore, mi scusi se la disturbo anche di domenica ma ho provato anche a chiamare il mio medico di base che non è reperibile. Ieri sera,mentre stavo a casa del mio fidanzato, a distanza di 72ore dalla rettoscopia ho avuto un improvviso rialzo febbrile a 38 e 2. di dolori addoniale non ne ho a parte qualceh fastidio ma domani o dopodomani mi verrà il ciclo,quindi ho quei fastidi tipici. dopo qche ora e due tachipirina la temperatura è scesa a 37 e 4.ma ho voluto ritornare a casa mia la sera tardi e quindi ho preso un po' di vento e dopo qche ora avevo di nuovo 37e8 stamattina ho di nuovo 38 di febbre.potrebbe essere un effetto collaterale della rettoscopia? sono già spaventata di mio e non vorrei avere altri problemi. non credo sarebbe scesa la febbre ieri se fosse stata determinata da un'eventuale perforazioje ma siccome non posso andare in ospedale prima di domani mattina vorrei un parere. ieri alla fine ho defecato due volte, enon c'era sangue nelle feci ne ho forti dolori addominali.solo la febbre e un po' di dolore alle ossa e mal di testa.grazie