Utente
Gentilissimi dott.ri.Volevo una rassicurazione su un problema che mi è comparso dopo un mese la longo fatta il 17 febbraio 2017 specifico operazione andata bene non ho avuto perdite di sangue niente dolore nel defecare l'unico problema è l'urgency che mi fa' correre al bagno dalle 8 alle 14 volte al giorno feci compatte e morbide non molli. Il problema che si è presentato adesso è che purtroppo son comparse delle ragadi diagnosticate alla visita di controllo che mi creano bruciore e una sensazione di gonfiore interna al momento sto' prendendo vessel e proctosedil seguo la dieta fatta dal dietologo post operazione ma non riesco a trovarne beneficio. La longo mi ha risolto il problema del prolasso e devo dire che non sentire dolore durante la defecazione non mi sembrava vero, chiedo cortesemente siccome avevo delle marische esterne possono essere anche quelle a provocare dolore quando si gonfiano il chirurgo ha optato nel non toglierle perché sarebbe stato doloroso e ha detto che sono solo antiestetiche ma allora perché si gonfiano? Cordiali saluti

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Gentile utente
Da quello che riferisce e da quello che le è stato diagnosticato, la sintomatologia dolorosa sembra aver origine dalle ragadi.
Le marische sono delle pliche cutanee che di solito non richiedono un trattamento chirurgico , queste in presenza di ragadi nelle vicinanze possono infiammarsi.
A distanza e senza una visita non possiamo aggiungere altro.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio tanto alla visita di controllo il chirurgo ha detto che le ragadi ci sono e dalla risposta che mi da' sicuramente le marische sono congeste per questo motivo la mia perplessità è perché si gonfiano e poi perché non riesco guarire dalle ragadi anche se è passato un mese non essendo medico presumo non guariscano perché al momento vado ancora al bagno dalle 8 alle 13 volte al giorno la ringrazio ancora per la risposta celere e le porgo i miei più cordiali saluti

[#3]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Probabilmente è questo il motivo.
Ho solo delle perplessità sull' attribuire alla Longo la frequenza delle sue evacuazioni con feci abbondanti e compatte
L'urgency è sicuramente collegata, come la sensazione di dover evacuare ma senza risultato, ma 8/13 evacuazioni con feci compatte e morbide è un problema da chiarire.
Se lo desidera ci tenga informati
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#4] dopo  
Utente
Sarà mia premura tenervi informati, effettivamente anche il chirurgo ha detto che sembra strano che io vada al bagno tutte queste volte ma come rassicurazione ha detto che probabilmente una causa può essere stata la longo che per carità io non denigro affatto. In generale quali potrebbero essere le cause del continuo andare in bagno? Sempre ovviamente che possiate rispondere a questo mio quisito la ringrazio ancora per le sue risposte celeri e mi scuso per il tempo che le sto' facendo perdere cordiali saluti

[#5]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Un' alterata motilità intestinale(iperperistalsi)
Le cause potrebbero essere legate ad un dismicrobismo da antibioticoterapia o a cause funzionali come nel colon irritabile.
Se continua è da chiarire, oltre alla necessità di adottare dei provvedimenti farmacologici.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#6] dopo  
Utente
La ringrazio dott d'oriano sicuramente sarà da chiarire perché è già da un mese che continua e purtroppo mi causa disagio perché non posso nemmeno mettere piede fuori dalla porta per paura di farmela addosso come purtroppo mi è già capitato una cosa sola trovo stano che prima dell'operazione non soffrissi di questo problema anche perché antibiotici non ne prendo l'unica cosa che prendo sono antidolorifici al bisogno massimo 3 alla settimana perché il dolore non e' continuo e vessel contro le trombosi,mi è stato consigliato dal medico curante di prendete 2 buscopan al mattino e mezzo dissenten per vedere se la situazione migliorava ma al momento non ne trovo beneficio non vorrei che tutte queste scariche comprometessero la longo perché al momento sento cone se avessi appena dentro l'ano pieno di emorroidi che bruciano e una continua sensazione di non aver scaricato tutto ma da una visita rettoscopica pre operazione li dove sento male le emorroidi non c'erano per cui escludo possano essere quelle che mi fanno male spero che sia un problema che si possa risolvere perché purtroppo mi sta' condizionando la vita in modo negativo la ringrazio ancora tanto della sua disponibilità

[#7]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
"non posso nemmeno mettere piede fuori dalla porta per paura di farmela addosso"
L'urgenza defecatoria la comprendo ed è frequente dopo una Longo, ma evacuare 8/14 volte al giorno, le ripeto è da chiarire.
La sintomatologia dolorosa, come le è stato detto, adesso è legata alle ragadi.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#8] dopo  
Utente
La ringrazio dott.D'oriano spero passi tutto in fretta e sicuramente approfondiro' l'origene del problema per risolvero al momento ho prenotato una visita dal chirurgo che mi ha fatto la longo e vediamo cosa mi dira' cordiali saluti e grz ancora

[#9]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Di Nulla
A risentirci.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#10] dopo  
Utente
Gentilissimo dott.d'oriano le scrivo per aggiornarla della situazione ho fatto la visita dal chirurgo che mi ha operato la piccola escrescenza che mi duoleva ha detto che è una marisca infiammata e mi ha detto che non vale la pena toglierla al momento anche perché se non crea grossi problemi è un operazione che poi comporta un po' di dolore le 8/10 scariche son diminuite a 4 al giorno e solo al mattino per cui evviva per rilassare un po' l'intestino mi ha prescritto del valpinax e poi per cercare di ridurre un po' l ipertono interno mi ha prescritto un simpatico medicinale "pentacol schiuma" hahaha simpaticissimo da usare e trattenere ma pazienza sono gli inconvenienti di alcuni medicinali volevo fare una domanda è possibile che creme e schiuma con il loro effetto lubrificante mi comportino che al mattino non riesca a trattenere le feci nemmeno se solide o essendo passati 2 mesi dall'intervento è meglio che approfondisca anche questo problema o è un piccolo inconveniente della longo che capita e ci vorra' tempo perché si risolva da solo. Nel frattempo ho prenotato anche una rettoscopia che faro' sempre con il chirurgo che mi ha operato che devo dire mi sta' seguendo nel post operatorio in modo fantastico e non mi ha abbandonato come un pacco. Volevo ringraziare anche lei perché anche se non la conosco di persona vedo che segue tutte le persone che le scrivono e le sa' dare sempre buoni consigli e anche parole di conforto. Le porgo i miei più cordiali saluti augurandole una buona pasqua a lei e famiglia

[#11]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Attendiamo la rettoscopia.
Quello che le succede la mattina, se la ferita interna non è ancora guarita, è possibile anche a 2 mesi.
Come è possibile che quello che inserisce(creme e lubrificanti), necessari per la guarigione della ferita, renda maggiormente reattiva l'ampolla rettale.
Si tranquillizzi.
A risentirci.
Ricambio gli auguri di buona pasqua.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#12] dopo  
Utente
Gentilissimo dott.d'Oriano le scrivo per tenerla informato della situazione,ho fatto la rettoscopia risultato:no ragadi ne emorroidi esterne non segni di sanguinamento esame condotto fino a 15 cm dal piano anale , la mucosa appare rosea non lesioni esiti regolari di mucoprolassectomia . Le graffette un po' ci sono ancora delle altre o si son rissorbite nella cicatrice o forse sono state espulse l'unico problema che ho al momento è del tenesmo rettale che mi duole molto ed è la causa di tanti problemi che mi sto' portando ancora. Mi hanno prescritto pentacol pastiglie perché purtroppo la pomata o schiuma mi provoca molta irritazione e delle iniezioni di buscopan per vedere se questo tenesmo passa perché avendo fortunatamente tutto apposto non si sa' da cosa sia provocato. Le volevo chiedere se non dovesse passare esistono altre cure da provare o visite che possano diagnosticare da cosa potrebbe essere causato o me lo devo tenere perché sinceramente io non ne ho mai sofferto di questa patologia. L'urgency al mattino c'è ancora meno di prima ma presumo che fino a che non passerà sto' tenesmo sarà difficile che passi pure quella. La ringrazio tanto della disponibilità e le porgo i miei più cordiali saluti

[#13]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Passerà! Con la caduta delle altre "graffette" sicuramente passerà.
Si tranquillizzi è segua i consigli del suo curante.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#14] dopo  
Utente
Innanzitutto la ringrazio per la sua disponibilità a rispondermi nonostante faccia delle domande che per alcuni versi possono sembrare banali o sciocche per molti,cmq avendo scoperto che soffro di tenesmo rettale che sto' ovviamente curando vorrei se possibile chiederle una cosa che sicuramente può sembrare stupida ma vorrei avere una spiegazione da una persona che sicuramente è molto ma molto più preparata in materia di me, come mai nonostante avendo l'ampolla rettale vuota quando mi viene lo stimolo del tenesmo esce cmq anche se in quantità minima del materiale fecale? In quantità minima intendo o sporco solo la carta o esce una piccola fece filiforme. Lo so' che è una domanda stupida ma preferisco chiederlo a lei che è un proctologo che girare per internet per avere una risposta la ringrazio e mi scuso per il disturbo cordiali saluti

[#15]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Prego.
Se esce materiale fecale vuol dire che l'ampolla non è completamente vuota, quella piccola quantità di materiale fecale che raggiunge il retto potrebbe spiegare, come spesso succede in una retto particolarmente reattivo ed operato, il suo disturbo.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#16] dopo  
Utente
Dottore la ringrazio della spiegazione spero sia solo una condizione transitoria perché avere sempre la sensazione di dover defecare e non riuscirci non è proprio piacevole speravo di guarire in poco tempo ma va' bhe purtroppo non siamo tutti uguali ,la ringrazio tanto per il suo cordiale aiuto e le porgo i miei più cordiali saluti

[#17] dopo  
Utente
Buongiorno siccome non vorrei importunare sempre il dott. D'oriano persona sempre disponibile ma ho paura di stancarlo con le mie domande vorrei cortesemente porre un quisito a chiunque possa darmi una risposta.Come scritto nei commenti precedenti sono stato sottoposto ad una mucoprolassectomia secondo longo circa 2 mesi fa' piano piano vedo che le cose migliorano però da un paio di giorni ho notato che dopo la defecazione nei bordi dell'ano si son presentate delle palline gonfie, avendo fatto rettoscopia di controllo e non avendo riscontrato emorroidi esterne ma solo delle marische volevo chiedervi se è possibile che queste si gonfino nonostante mantenga feci morbide , perché la mia paura è che siano emorroidi ma la rettoscopia l'ho eseguita circa una settimana fa' e non risultano ne emorroidi ne ragadi come scritto nei miei commenti ptecedenti e non credo che in una settimana possano riformarsi ma essendo ignorante in materia preferisco scrivere qui, una seconda domanda dopo l'operazione ho notato che ho sempre un senso di gonfiore allo stomaco di cui non ho mai sofferto vorrei sapere che relazione potrebbe esserci tra operazione eseguita e gonfiore e senso di pesantezza a livello intestino perché come scritto prima io non ne ho mai sofferto oltre al pentacol sto' prendendo anche del valpinax per tenere sotto controllo il tenesmo rettale che al momento lo ho solo durante la defecazione e non più tutto il giorno ringrazio anticipatamente tutti i medici di questo sito perché siete persone speciali che nonostante il paese vada a rotoli avete trovato e dedicato tempo a tante persone cordiali saluti e ancora grazie a tutti

[#18] dopo  
Utente
Aggiornamento ringrazio anticipatamente per le risposte cmq ho fatto una visita di controllo venerdi venerdì 9 giugno perché il chirurgo che mi segue è molto scrupoloso e ogni mese al momento vuole vedere come procede la guarigione mi è stata riscontrato un ipertono che al momento non aiuta la completa guarigione di piccoli tagli che mi si son formati nella mucosa dell'ano per fortuna non sono ragadi ma solo una brutta irritazione, purtroppo come mi capita spesso si parte da casa con nella testa mille domande da poter fare per poi rifinirsi a non ricordarne nemmeno una volevo chiedere cos'è questo ipertono e se può essere anche causa che durante un normale stimolo escano solo feci filiformi con sensazione di non svuotamento completo dell'ampolla rettale perché su internet si leggono tante cose ma da profano non ci capisco niente cordialmente saluto e grz del servizio che svolgete

[#19] dopo  
Utente
Rassicurazioni info gentile dott. D'Oriano passati 120gg dalla mucoprolassectomia secondo longo devo dire il prolasso è scomparso all'ultima visita mi è stato riscontrato un ipertono che mi sta causando delle forti irritazioni alla mucosa con prurito e bruciore lo sto' curando con crema proctonorm sembra che le cose stiano migliorando l'unico problema a cui sto' cercando una risposta e una rassicurazione è del perché al mattino al primo stimolo ho ancora molte difficoltà a trattenere le feci io ci provo ma difficoltà tanta per cercare di spiegarmi meglio prima quando avevo il prolasso riuscivo a far "lavorare" l'ano in modo da scaricare tutto adesso sembra che sia bloccato e vado più volte al bagno per liberarmi ho provato a farmi un clistere evacuativo e li ho notato che l'ano sembri collaborare di più sinceramente non riesco a capire il perché di tutte queste difficoltà a ponzonare per poter svuotarmi mi scuso tanto se ogni tanto la disturbo ma non so' più dove cercare una rassicurazione non vorrei mai che per carità potrebbe capitare ma mi avessero plicato qualche nervo durante la sutura ma sinceramente no trovo nessuna connessione tra mucoprolassectomia e sfinteri anali se così si chiamano sperando in una vostra risposta nel frattempo vi porgo i miei più cordiali saluti

[#20] dopo  
Utente
Aggiornamento gentili dott.ri a 6 mesi dall'operazione ultimo controllo fatto ieri internamente sono guarito dolori zero tenesmo curato urgency sparita insomma tanto tempo e pazienza e le cose si son sistemate l'unico problema che persiste un po' fastidioso sono le continue scariche normoformate che faccio durante la mattinata cmq ho già prenotato una visita dal primario di gastroenterologia della mia ulss consigliatomi dal chirurgo che mi ha operato perché secondo lui non è cosa normale e non può dipendere dalla longo sia la poca perdita di materiale fecale liquido che un continuo stimolo ad andare di corpo volevo solo porvi un'ultima domanda siccome non so' come funziona e' possibile che anche se gastroenterologo questo mi possa fare un' esplorazione tipo rettale e se si come mai? PS le marische e la mucosa interna mi è stato detto ieri che putroppo continuero' ad averle infiammate causa continue scariche anche se normoformate cordialmente saluto se siete interessati vi terro' informati anche sul risultato della visita gastroenterologica

[#21]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Bene.
Probabilmente lei soffre di colon irritabile.
Risolverà con il gastroenterologo.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#22] dopo  
Utente
Gentile dott d'oriano come da suo suggerimento ieri ho fatto una bella visita dal gastroenterologo risultato patologia funzionale con iperperistalismo che non so' che cosa significa esplorazione rettale negativa e mi ha controllato pure la prostata mi ha consigliato esame feci e sangue complete compresa tiroide e trangluminasi 2 compresse di debrum1 al mattino e 1 alla sera edami alla mano vedra' se effettuare una colonscopia perché come ha scritto lui " il quadro nel suo complesso starebbe a significare una patologia funzionale anche se tutti gli elementi non sono coerenti " chiedo se è probabile che le marische dolenti che ho al tatto siano da imputare alle troppe scariche che ho avuto in questi mesi e cosa significa per un profano della materia medica come me iperperistalismo non smetterò mai di ringraziarla per la sua disponibilità con persone che come me in questi casi sono presi dallo sconforto e ansia su cose banali e curabili se lo desidera la terro' aggiornato cordialmente saluto

[#23]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Si! è possibile.
Aumentata motilità intestinale, disturbo presente nei pazienti affetti da sindrome dell'intestino irritabile.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#24] dopo  
Utente
Aggiornamento gentile dottore d'oriano il gastroenterologo dopo la prima visita mi ha prescritto degli esami del sangue e delle feci onde escludere altre patologie oltre al colon irritabile ieri le ho ritirate e c'è solo la calprotectina un po' alterata normale 50 io 56 mi ha spiegato che non è niente di grave valore sballato perché ho troppo il colon stressato mi ha ordinato una bella cura di laroxyl 0.25 al mattino e 0.25 la sera eventualmente aumentare sotto controllo medico e del xanax da 025 sempre 3 volte al giorno in poche parole la LONGO con tutte queste scariche non centra niente come lei mi aveva sempre detto le chiedo solo una cosa il gastroenterologo mi ha ordinato anche del benefibra in polvere un cucchiaio da caffè al mattino ,curiosita' mia ma benefibra non è per caso un lassativo? Non vorrei prenderlo per poi ritrovarmi a fare di nuovo 7 scariche al giorno (normoformate ) è un dubbio che non ho chiesto al gastroenterologo per mia dimenticanza. la ringrazio per i validi consigli e consulti che mi ha dato in questi mesi cordiali saluti PS meglio una longo che una mm

[#25]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Condivido la conclusione sulla diagnosi ed la terapia prescritta.
Non è un lassativo, sono fibre, per sostituire o ridurre le verdure che di solito creano problemi nei pazienti "colitici".
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#26] dopo  
Utente
Gentili dott.ri vi scrivo per aggionarvi dopo l'intervento eseguito 9 mesi fa' dopo varie diciamo "complicanze" dopo 9 mesi la situazione e nettamente migliorata i bruciori anali che avevo sono scomparsi dopo che una sera ho avuto una scarica di dissenteria il perché siano miracolosamente spariti non lo so' dopo varie pomate provate in commercio (quasi tutte) ho trovato forti miglioramenti con anonet actirag l'urgenza è migliorata di molto ma quella come diagnosticato era più dovuta dal mio colon irritabile più che dalla longo purtroppo leggendo di tutto su internet sul metodo longo diciamo che non ho affrontato con la dovuta calma il post operatorio e questo mi ha causato un forte stress e ansia che ho somatizzato tutta nel mio povero intestino che sto' curando sia dal gastroenterologo sia con uno psichiatrica perché purtroppo ho talmente somatizzato tutto che con una normale visita psicologica non riuscirei a risolvere cmq al momento il prolasso che avevo prima non si è più presentato volevo chiedervi solo una cosa siccome mi è capitato di dover usare una crema con cortisone il proctolyn, ho notato che usandola ho avuto perdite di sangue minime è possibile che questo tipo di creme (contenenti cortisone) possano provocare perdite di sangue perché ho notato che smettendola di usare i sanguinamento scompare anche sotto ponzamento specifico che il sanguinamento compare anche usandola anche solo per un giorno cmq nonostante questo per il resto al momento è tutto apposto son passati 9 mesi ma si comincia a vedere una luce infondo al tunnel. A chi non è medico e dovesse leggere questi miei consulti vorrei solo dire di non leggere tutto quello che c'è su internet sul metodo longo perché oramai internet è una finestra sul mondo e se si hanno dubbi è meglio cercar risposte su forum ( tipo questo)dove ci sono medici che possono consigliare il miglior percorso da seguire per poi poterli intraprendere con i propri medici o chirurghi, mi scuso se mi son dilungato in questo mio aggiornamento vi porgo i miei più cordiali e siceri saluti