Utente 310XXX
Salve dottori. Da 2 anni soffro di emorroidi. A luglio 2015 ho fatto un intervento di legatura elastica (a seguito di un diagnosticato prolasso con emorroidi di 2°grado), con un decorso post-intervento un po' lungo ma alla fine andato a buon fine. Da quel momento la situazione è abbastanza buona, ho degli attacchi dolorosi a livello anale e perianale a seguito di stipsi o magari per feci un po' dure. Di solito faccio una terapia di Proctoial gel fino a quando non sento più nessun dolore e risolvo così. Poco tempo fa ho avuto una ragade e senza fare visite, sempre tramite l'uso della pomata, sembra essersi risolta. Il punto cruciale è questo: ho notato che quasi sempre soffro di stitichezza o feci dure in corrispondenza di un abbassamento delle temperature. C'è una corrispondenza o non significa nulla? Seguo un alimentazione vegetariana, cerco di bere quanto più possibile e di bilanciare quanto meglio i cibi per evitare disturbi, eppure quando calano le temperature, volente o nolente mi ritrovo ad avere dolori e difficoltà nell'andare in bagno con conseguente infiammazione della zona. Considerato il fatto che è da tempo che non faccio una visita, mi consigliate di farla o in questo caso, considerando che vige sempre la terapia conservativa, conviene rassegnarsi ad avere questi dolori ( mi chiedo fra l'altro se siano normali questi dolori in corrispondenza di feci dure o stipsi) e cercare di gestire la situazione nel miglior modo possibile?
Grazie.

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Non saprei. Di certo pero' la stipsi va evitata. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it