Utente cancellato
Buonasera,

vi ringrazio per il servizio che rendete.
Ho 29 anni e sono alta 1,73 peso 50,5 kili.
Pur essendo magra ho sempre la pancia gonfia, ho provato ad evitare paste lievitate formaggi etc, ma in realtà la pancia mi si sgonfia solamente quando faccio sport, nel giro di poche settimane.
Inoltre ho un problema di stitichezza, nel senso che defeco in media una volta al giorno a volte una ogni due giorni. Comunque sempre in maniera incompleta.
Ultimamente mi è capitato a seguito di episodi di ansia (dovuta diciamo a 'manie di persecuzione') mi capitava di sentire mal di pancia e necessità di evacuare, a volte con scariche e feci liquide. Questi episodi comunque si sono ripetuti 2-3 volte. Poi le ansie sono passate e le feci sono sempre state solide.
Ora non faccio sport da quasi un anno, se nn qualche giretto o passeggiata fino a un mese fa circa perchè lavoro molto. ultimamente notavo del muco nelle feci, ma trascurabile (assenza di sangue). Negli ultimi tre giorni ho notato feci scarse. Mi capita di avere mal di pancia come per andare in bagno e poi di defecare pochissimo. Nel week end ho mangiato in modo sregolato, non so se questo possa influire.
La pancia nell'ultimo mese mi si gonfia, questo soprattutto dopo i pasti. Inoltre aggiungo che sto attraversando un periodo di ansie dovute al lavoro.
Spero che mi possiate aiutare.
Grazie,

[#1]  
Dr. Francesco Nardacchione

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2006
Gentile signora,
sicuramente l'intestino è un apparato che risente più degli altri dello stress emotivo. Certamente l'attività fisica andrebbe continuata e non interrotta, insieme alla assunzione di un adeguato apporto dietetico ed idrico. Tuttavia la presenza di muco nelle feci e di dolori addominali andrebbe investigata meglio, dal punto di vista gastroenterologico, per escludere possibili intolleranze alimentari o eventuali stati infiammatori.
La invito quindi a parlare con il suo medico curante e a programmare una visita specialistica.
Cordiali saluti
Dr. F. Nardacchione
NB: qualunque sia il consulto la visita medica rimane imprescindibile

[#2] dopo  
69194

dal 2011
Dr. Nardacchione La ringrazio molto per la risposta.
Effettivamente l'attività fisica mi ha sempre fatto diventare più attiva anche mentalmente e quindi darei risultati migliori anche al lavoro! Quindi seguirò il consiglio di riprendere a praticare lo sport.
Per quanto riguarda i dolori addominali vorrei spiegare meglio di cosa si tratta. Ad un certo punto sono al pc e mi prendono questi crampi che devo lasciare tutto e correre in bagno ma a volte defeco pochissimo (nell'ordine di 1-2 cm cubi).
Inoltre pensandoci bene questi dolori mi vengono a casa e mai al lavoro. Può proprio essere che sia il lavoro che svolgo a casa a procuarmi questi dolori o l'eccessiva stanchezza?
Io sinceramente pensavo fosse normale avere questi crampi prima della defecazione, con la sensazione di dover trattenere, non è normale?
Per quanto riguarda la dieta invece questa sera ho preso un riso in bianco, che di solito mi calma sempre l'intestino. Vorrei continuare con il riso qualche altro giorno. Pensa che sia meglio variare la dieta?
La ringrazio molto per il suo aiuto e per il lavoro di voi medici che anche nel vostro tempo libero vi dedicate agli altri. GRAZIE.



[#3]  
Dr. Francesco Nardacchione

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2006
Gentile signora
nel suo caso sono indicati riso e pasta conditi con olio extravergine di oliva, carne di vitello o manzo,pesce, legumi e verdure conditi sempre con olio, frutta cruda e cotta. Uno sporadico dolore addominale legato al passaggio di aria nell'intestino può anche essere normale, ma non deve essere la norma. Una visita almeno dal suo medico curante comunque io la consiglio, magari solo per avere il parere di un medico e non l'opinione di "un tizio qualunque" che non la conosce e scrive stando comodamente seduto davanti ad un computer. Tutto qui
Cordiali saluti e, se vuole ci tenga informati
Dr. F. Nardacchione
NB: qualunque sia il consulto la visita medica rimane imprescindibile

[#4] dopo  
69194

dal 2011
La ringrazio molto Dottore, per me lei non è 'un tizio qualunque' anzi ritengo davvero utile per me e per tutti gli utenti le vostre risposte e il sopratutto il su(o)pporto, GRAZIE.

Per quanto riguarda l'alimentazione, ieri sera ho preso riso in bianco e la pancia questa mattina era piatta e stavo molto meglio. Questa sera ho ripetuto riso in bianco ma ci è scappato un pezzo di formaggio credo che sia stato fatale perchè mi sono davvero gonfiata (=aria nell'intestino + stimolo a defecare inultilmente!).
Questa mattina a colazione ho preso solo il the ed evitato il latte. Forse sono i latticini a darmi questo gonfiore. Forse se provo ad eliminarli dalla dieta trovo il colpevole?
P.S. Volevo sapere se è meglio eliminare il caffè, grazie molte.

Per quanto riguarda il fatto di andare dal mio medico purtroppo ha tantissimi pazienti. Lui è molto bravo e preparato ma vede probabilmente casi più gravi e difronte alla mia pancia gonfia si metterà a ridere credo!

Può suggerirmi un modo per spiegargli bene questa sontomatologia, intendo con termini un po' più scientifici dei miei? Quali informazioni è bene che mi prepari prima di andare?

La ringrazio fin d'ora per il suo prezioso tempo, il tempo è una risorsa limitata e credo che chi lo dedica agli altri faccia davvero un grande dono.
Grazie infinite e buona serata.



[#5]  
Dr. Francesco Nardacchione

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2006
Gentile signora,
una pancia gonfia va sempre tenuta in dovuta considerazione e mai sottovalutata, anche perchè, pur essendo una delle tante, lei è comunque una sua paziente.
Poichè ha notato variazioni delle dimensioni del suo addome successive alla ingestione di alcuni alimenti, oltre a evitare gli stessi, potrebbe chiedere al suo medico di farle fare dei test per le intolleranze alimentari o, se troppo impegnato, indirizzarla da uno specialista gastroenterologo che si occupa di tali problemi.

Cordiali saluti
Dr. F. Nardacchione
NB: qualunque sia il consulto la visita medica rimane imprescindibile

[#6] dopo  
69194

dal 2011
D'accordo dottor Nardacchione mi rivolgerò al mio medico sperando...e Le saprò dire!
Il gonfiore mi sembra connesso proprio al cibo...
Intanto la ringrazio molto.
Cordiali saluti

[#7]  
Dr. Francesco Nardacchione

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2006
In attesa che effettui la visita le consiglio di eliminare tutti i cibi che le danno fastidio e di provare a reintrodurli uno alla volta, cercando di individuare quelli più noiosi.
Ci tenga informati
Dr. F. Nardacchione
NB: qualunque sia il consulto la visita medica rimane imprescindibile

[#8] dopo  
69194

dal 2011
Buongiorno Dott. Nardacchione,

oggi mi sono recata dal mio medico per spiegare il problema.
Nei giorni che sono trascorsi dall'ultima volta che Le ho scritto, l'intestino si è abbastanza regolarizzato.
Ho però notato un nuovo episodio di muco nelle feci, anche in grumi.
La pancia è tornata a gonfiarsi in corrispondenza dei pasti. Ieri ho iniziato il corso di ginnastica!

Il mio medico mi ha detto che probabilmente il gonfiore e l'irregolarità sono stati una conseguenza del fatto di aver mangiato cibi poco indicati.
Si sarebbe infatti verificata un'irritazione, che ha generato tutti i vai problemi: irregolarità e muco. Il gonfiore è stato quindi generato da questa irritazione.
Mi ha detto di prendere dei fermenti 3-4 volte al giorno, per aiutare la flora intestinale a ristabilizzarsi. Mi ha detto anche di seguire una dieta varia ricca di fibre (es. riso e pasta integrali, etc..).
Perciò al momento sto prendendo i fermenti e ho acquistato i corn flakes, sperando che tutto torni come prima anche grazie all'attività fisica.
Pe il momento continuo in questo modo, vi saprò dire!
Grazie per l'attenzione,
cordiali saluti.

[#9]  
Dr. Francesco Nardacchione

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2006
Gentile signora,
mi fa molto piacere sia riuscita a trovare un equilibrio, tuttavia, in considerazione della persistente presenza di muco nelle feci le consiglierei comunque di effettuare una visita gastroenterologica preventiva.
Cordiali saluti
Dr. F. Nardacchione
NB: qualunque sia il consulto la visita medica rimane imprescindibile