Utente
Gentili Dottori, scrivi per rappresentare il mio problema; da circa un mese ho un senso di pesantezza anale con quel fastidio come se dovessi evacuare, premetto che sono regolare ogni mattina evacuo regolarmente e nel corso della giornata anche più di una volta.
Da quando e comparso il problema evacuo prima un parte con feci dure tipo caprine e poi molli a volte quasi a diarrea, sono stato dal mio medico curante che mi ha prescritto ANTROLIN ma con scarsi risultati, non ho mai riscontrato sangue durante l'evacuazione e il colore delle feci e normale in base a quello che mangio. Questo fastidio migliora molto se mi distendo sul letto, tanto che la notte quasi non lo avverto, il fastidio a volte si accentua se sto seduto su qualcosa di duro.Dopo l'evacuazione sto meglio per un pò ma dopo poco il fastidio ritorna come prima. Inoltre faccio molta aria.Sarei lieto di un vostro consulto medico e su quali azioni intraprendere , Sono un pò preoccupato in quanto molto ansioso.
Sicuro di una celere risposta anticipatamente ringrazia.
Francesco

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Puo' essere un prolasso ma farei prima di tutto una visita proctologica. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la celere risposta, settimana prossima prenoto visita proctologica, il mio dot. di fiducia ha detto chela cura di Antrolin bisogna,farla per almeno 20 giorni, e che pretendevo molto con appena solo 9 giorni di applicazioni, inoltre chiedo se fosse un prolasso come lei ha detto come si cura??? Va bene antrolin?

[#3]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Bene. No, quel prodotto non cura il prolasso. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#4] dopo  
Utente
Salve ho effettuato visita dal proctologo il quale mi ha, diagnosticato una ragade anale interna da curare con antrolin per una settimana 3 volte al giorno e poi 2-volte al giorno, inoltre mi ha raccomandato di continuare con le applicazioni di antrolin per circa un mese dalla scomparsa dei sintomi. Premetto che dopo circa una settimana la situazione e migliorata parecchio quasi scomparsa, ma moto che le mie feci sono schiacciate e frammentate.Possono dipendere dalla ragade???

[#5]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Bene.Si,certo.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#6] dopo  
Utente
Buongiorno, dopo la cura,datami i fastidi sono del tutto passati, solamente che ad oggi continuo ad evacuare feci schiacciate, e normale ? Mi preoccupa un po' .

[#7]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Bene. Si, puo' essere. Consideri una colonscopia.Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#8] dopo  
Utente
Salve ho effettuato la colonscopia come suggerito, questo il risultato: pareti del grosso intestino ben elastiche e ben distensibili con normale plicatura australe . I tratti colici esplorati mostrano mucosa rosea , normale rappresentazione della trama vascolare sottomucosa.
All'aniscopia ed esplorazione rettale in antero retrovisione dello strumento, si rileva congestione del plesso emmorroidario e probabili marische.
Conclusuioione Esame nei limiti della norma.
Vorrei sapere cosa sono le marische e come si curano.
Grazie .

[#9]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Ottimo. Escrescenze cutanee anali. Se sintomatiche si asportano. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it